Home > Team > Polar Quest 2018 > Polarquest: in barca a vela in Artide sulle tracce del Dirigibile ITALIA

Tag in evidenza:

Polarquest: in barca a vela in Artide sulle tracce del Dirigibile ITALIA

 Stampa articolo
L’equipaggio di Polarquest2018 incontrerà la stampa e tutti gli interessati per presentare itinerario e dettagli della spedizione
L’equipaggio di Polarquest2018 incontrerà la stampa e tutti gli interessati per presentare itinerario e dettagli della spedizione

Ginevra, 1/07/2018 – A meno di un mese dalla partenza, l’equipaggio di Polarquest2018, la spedizione in mare artico sulle tracce del dirigibile ITALIA a bordo del veliero sostenibile di 18 metri Nanuq (orso polare in lingua Inuit),incontrerà la stampa e tutti gli interessati per presentare itinerario, obiettivi e dettagli della spedizione e rispondere alle domande della stampa e del pubblico in sala.  La conferenza stampa sarà presieduta dal presidente della Società Geografica Prof. Filippo Bencardino e moderata dal segretario generale Dott.ssa Rosella Belluso.  Presenteranno la spedizione e gli obiettivi scientifici, ambientali, storici e di esplorazione,  il capo progetto Paola Catapano, giornalista scientifico del gruppo comunicazione del CERN di Ginevra, il geografo Gianluca Casagrande, responsabile del programma di osservazione geografica e della designazione di una possibile area di maggior probabilità per l’individuazione del relitto del dirigibile Italia; il coordinatore tecnico e pilota di droni Mike Struik e Peter Gallinelli, comandante della spedizione, progettista e costruttore dell’imbarcazione Nanuq,  detta anche “Igloo passivo”.

advertising

Itinerario – Circumnavigazione Svalbard

La spedizione a bordo di Nanuq partirà il 21 luglio da Isafjordur, Islanda per una traversata del Mare di Groenlandia via Jan Mayen per arrivare a Longyearbyen, capoluogo amministrativo dell’arcipelago delle Svalbard, la “capitale” più settentrionale del mondo, il 1 agosto. Ne ripartirà il 4 agosto e nei due giorni successivi sarà presso Ny Aalesund, insediamento scientifico dove ha sede anche la stazione di ricerca italiana del CNR “Dirigibile Italia”, per una cerimonia commemorativa alla presenza dei discendentidell’equipaggio del dirigibile ITALIA.

Il 6 agosto NANUQ salperà per tentare una circumnavigazione completa delle Svalbard e da quel momento la spedizione si svolgerà, compatibilmente con lo stato dei ghiacci, lungo le coste settentrionali dell’isola di Spitsbergen e quindi tutt’intorno alla Terra di Nord Est (Nordaustlandet).

NANUQ proseguirà quindi la rotta riportandosi intorno all’isola maggiore dell’arcipelago fino al rientro a Longyearbyen, previsto per il 24/8. Dal 26/8, attraverserà infine il mare di Barents giungendo a Tromso nella Norvegia continentale, dove la spedizione si concluderà prevedibilmente il 4 settembre.

Progetti Scientifici di Polarquest2018 

PolaquEEEst (dall’acronimo Extreme Energy Events) Cosmic Explorer – Programma senza precedenti di misura e studio dei raggi cosmici a latitudini polari, con un rivelatore sviluppato presso il CERN di Ginevra dal Centro Studi e Ricerche Enrico Fermi di Roma, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN, con la partecipazione di studenti di licei e istituti tecnici di Norvegia, Svizzera e Italia;

Nanuq-MANTANET – Programma di campionamento di microplastiche in mare, per la prima volta oltre gli 80° N, mediante dispositivo di cattura MANTANET, sotto la responsabilità scientifica dell’ISMAR-CNR di Lerici;

AURORA – Programma di osservazione geografica con droni “consumer-level” della costa settentrionale di Spitsbergen e dei litorali della Nordaustlandet, definito dal GREAL dell’Università Europea di Roma e dalla Società Geografica Italiana;

Arco di Nobile – Sperimentazione di un sonar multi-beamer di nuova concezione, sviluppato dall’azienda norvegese NORBITper la scansione tridimensionale ad alto livello di dettaglio del fondo marino, ad oggi scarsamente cartografato, nella zona di massima probabilità di caduta del Dirigibile ITALIA nel 1928, e di eventuale rilevamento di tracce del relitto del dirigibile scomparso. Una componente geo-storica di rilievo sarà la ricognizione di alcune zone (in particolare della Nordaustlandet) dove si ritiene che possano esistere tracce delle spedizioni di soccorso che nel 1928-1929 si mossero alla ricerca del dirigibile ITALIA. Tale ricognizione – altrimenti limitata a semplici osservazioni da terra – sarà potenziata notevolmente dall’impiego di droni.

DIVULGAZIONE – Tutte le attività scientifiche di Polarquest2018 saranno documentata e divulgate per quanto possibile in diretta attraverso i social media e il sito Polarquest2018.org, i collegamenti in diretta con RAI-Uno, trasmissione La Vita In Diretta estate e la produzione di un documentario che sarà diffuso su diversi canali internazionali.

Partner Istituzionali e Sponsor

Hanno reso possibile il progetto: Elysia Capital e la piattaforma di Crowdfunding Global Giving, Loterie Romande, Fondazione Dudley Wright Ginevra.

Ricerche: Museo Storico e Centro e Ricerche Enrico Fermi, Roma, INFN, CERN Ginevra; CNR-ISMAR; CNR-Presidenza; GREAL Università Europea di Roma; Società Geografica Italiana; CRS4 Cagliari.

Partner tecnologici: NORBIT-Explore more, B&G; Survitec, Drone Capture Systems, ALLIANZ, Advanced Tracking, HAMILTON Watches, Drift + Noise Polar Services, Fly-to-Discover, EWOL, Gréments Import, Weather Dock,SPADE.

Partner Cambusa: Marramiero Vini D’Abruzzo; BARILLA; Eli prosciutti Parma; Oleificio Andreassi Pescara; RODOLFI – Pomodoro a Parma; Caseificio Battistero Parma.

Patrocinio: Società Geografica Italiana.

Si Ringraziano: Il Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci di Milano, i Discendenti dell’equipaggio del Dirigibile ITALIA e RAI Uno – La Vita In Diretta Estate per la preziosa collaborazione.

 

Le ultime notizie di oggi