Home > Team > Mascalzone Latino > Vincenzo Onorato su Mascalzone Latino alla 64ma Giraglia Rolex Cup

Vincenzo Onorato su Mascalzone Latino alla 64ma Giraglia Rolex Cup

 Stampa articolo
Mascalzone Latino
Mascalzone Latino

243 miglia tutte di un fiato da Saint Tropez a Genova, precedute da alcuni giorni di riscaldamento nel fantastico scenario della Costa Azzurra in occasione di uno degli eventi più glamour della grande vela internazionale: questo il programma di Mascalzone Latino della prossima settimana, che per la seconda volta, dopo il 2014, è iscritto alla Giraglia Rolex Cup con il suo Cookson 50. In questa 64ma edizione l’armatore-timoniere Vincenzo Onorato, che due anni fa aveva vinto la primissima prova delle regate costiere, quest’anno non potrà essere al timone degli eventi preliminari e verrà sostituito domenica 12 e lunedì 13 giugno da Matteo Savelli.


In seguito alla prima partecipazione alla 62ma Giraglia, che ha rappresentato il ritorno all’altura di Vincenzo Onorato dopo quasi 20 anni, l’equipaggio di Mascalzone Latino ha partecipato a due edizioni della Rolex Middle Sea Race consecutive. Nel 2014 si era dovuto ritirare per un’importante rottura alle sartie, mentre nel 2015 lo scafo blu, eccezionalmente con Alberto Bolzan alla ruota, aveva vinto la classifica finale ORC e ha sfiorato anche il successo assoluto, calcolato nel rating IRC, giungendo al secondo posto con un distacco che è passato alla storia: si trattava infatti di un margine in tempo compensato di soli 9 secondi dal vincitore, B2 di Michele Galli.

In questo quarto evento della grande vela d’altura europea l’equipaggio in rappresentanza dello Yacht Club de Monaco affianca a Vincenzo Onorato qualche nuovo innesto: Branko Brcin –al debutto assoluto con i Mascalzoni- alla tattica, Steve Hayles –di ritorno dopo le Louis Vuitton Trophy – navigatore. Completano l’afterguard Flavio Favini e Marco Savelli, mentre il resto dell’equipaggio è composto da Pietro Manunta, Leonardo Chiarugi, Andrea Ballico, Stefano Ciampalini, Pierluigi De Felice, Matteo Savelli, Daniele Fiaschi e Davide Scarpa. Per l’occasione, il Cookson 50 di Mascalzone Latino è dotato di un nuovo albero della Hall Spars & Rigging e di un nuovo set di vele Millenium firmate dal coach e sail designer Marco Savelli.

Il programma di regate che riguardano ITA14909 Mascalzone Latino (non parteciperà agli eventi di avvicinamento da Marsiglia o Sanremo) avrà inizio domani 12 giugno con tre giornate di regate costiere, a bastone, a triangolo e costiere ma non superiori a 35 miglia. La “lunga”, vera e propria Giraglia Rolex Cup, avrà inizio come da tradizione nella giornata di mercoledì 15 giugno, con arrivi previsti a Genova per tutti o quasi entro la serata di venerdì 17.

Organizzata dallo Yacht Club Italiano, lo Yacht Club de France e la Société Nautique de Saint-Tropez, la Giraglia del 2016 si annuncia come un’altra edizione di grandi record. A luglio del 1953, nella prima edizione, erano solo i 22 partecipanti, mentre quest’anno se ne contano 269, superando di quasi quaranta unità il precedente primato di soli 2 anni fa.

Il tempo assoluto da battere è appannaggio di una delle barche più performanti degli ultimi dieci anni, Esimit Europa 2 di Igor Simcic, che ha fermato il cronometro su 14 ore, 56 minuti e 16 secondi: la Line Honours di questo particolare evento, salvo condizioni particolarmente avverse, è di solito appannaggio di maxi yacht molto grandi e recenti. Il Cookson 50 da 15,24 metri di Mascalzone Latino è iscritto al raggruppamento IRC A, il più prestigioso di tutte le alternative a disposizione e solo un gradino sotto ai “giganti”, che gli consente di partecipare alla classifica generale IRC, valida per la vittoria assoluta in tempo compensato.