Home > Team > Mascalzone Latino > A Talamone Alessio Marinelli al posto di Achille Onorato nelle Sailing Series Melges 20

Tag in evidenza:

A Talamone Alessio Marinelli al posto di Achille Onorato nelle Sailing Series Melges 20

 Stampa articolo
A Talamone Alessio Marinelli alla Sailing Series Melges 20
A Talamone Alessio Marinelli alla Sailing Series Melges 20

Dopo un week-end con condizioni ottimali per regatare con i Melges 32, mentre in giro per l’Italia la meteo era alquanto alterna, domani a Talamone scoccherà di nuovo l’ora dei Melges 20. Si tratta della quarta regata stagionale nel calendario di Mascalzone Latino jr, la terza tappa delle Sailing Series 2016 dopo l’evento di “casa” per i Mascalzoni, la Primo Cup, disputata lo scorso febbraio presso lo Yacht Club de Monaco.

Dal prossimo 10 al 12 giugno nella flotta dei mosquitos andrà in acqua un equipaggio insolito, dove in sostituzione dell’armatore-timoniere Achille Onorato, assente per motivi di lavoro, ci sarà Alessio Marinelli, affiancato come previsto da Cameron Appleton e Stefano Ciampalini a bordo e da Marco Savelli, coach e sail designer, dal gommone.

Il quarantaseienne marchigiano è un velista ben conosciuto nel mondo dei monotipi: dopo una carriera giovanile su molte derive, proseguita anche da Master nelle classi Laser Radial e Finn, nelle quali ha conquistato numerosi titoli nazionali, Marinelli ha armato molti degli scafi one-design più popolari dell’ultimo decennio, inclusi Melges, grandi e piccoli. E così questa settimana il campione di Civitanova Marche avrà il compito di cercare di recuperare punti e posizioni preziose nella classifica generale del circuito.

Se infatti Mascalzone Latino jr. al momento siede all’ottavo posto, a 119 punti con il computo di due scarti, è pur vero che i primi tre avversari che lo precedono (Raya di Matteo Marenghi Vaselli, Russian Bogatyrs di Igor Rytov e Pirogovo di Alexander Ezhkov) sono raccolti in un fazzoletto di dieci punti e, di conseguenza, auspicabilmente traguardabili già nel breve termine. In ottica stagionale, poi, si nota anche che il quarto, Stig di Alessandro Rombelli, è a 87 punti, mentre il secondo e il terzo, appaiati a 59 punti (Out of Reach di Guido Miani e Pinta di Michael Illbruck) sono oggettivamente più distanti, anche se entrambi al momento scartano parziali ben più pesanti dei Mascalzoni.

Gode invece dei risultati migliori e dello scarto più basso di tutte le 47 barche che sinora hanno gareggiato nelle Sailing Series il leader sin dalla prima tappa di Portovenere, Section 16 di Richard Davies, che con soli 48 punti netti dopo due eventi e 14 prove completate approccia la seconda metà di stagione indubbiamente da favorito.

advertising

Le ultime notizie di oggi