Home > Servizi > Seamuster > B-Muster, il primo B2B itinerante che connette la filiera nazionale

B-Muster, il primo B2B itinerante che connette la filiera nazionale

 Stampa articolo
B-Muster organizzato da SeaMuster
B-Muster organizzato da SeaMuster

Genova 25 ottobre 2019– Si terrà il prossimo 7 novembre,nella splendida cornice dell’Acquario di Genova, la prima edizione di B-Muster, nuovo e itinerante format business-to-business ideato da SeaMuster, l’unica piattaforma mondiale che raggruppa le diverse figure professionali del mondo della nautica nazionale ed internazionale, per favorire le opportunità di incontro e affari.

advertising

L’appuntamento, è fissato per le 9:30 presso il Padiglione Biodiversità/Salone Blu dell’Acquario e vedrà succedersi due momenti principali, il primo dedicato agli approfondimenti tecnici presentati dal team SeaMuster stesso oltre agli interventi di Yachtalia, DeepSpeed, Pellini, Fincantieri e Seares, il secondo – dalle 14 alle 18 – dedicato agli incontri B2B individuali.

L’evento, al quale sono già iscritte oltre 50 aziende, vedrà la partecipazione di nomi importanti della cantieristica internazionale quali, tra glia altri, Amico&Co., Baglietto, Fincantieri, Perini Navi, Otam e Tankoa oltre ad una lunga lista di fornitori, tra cui, Allianz, Bertazzoni, Cetena, Floating Life, Dedar, VTE – Voltri Terminal Europa e Yachtline 1618.

Team Seamuster
Team Seamuster

Quello di B-Muster non rappresenta esclusivamente un format volto ad incrementare e favorire l’incontro diretto tra professionisti al fine di stringere nuovi accordi commerciali e di partnership, ma rientra nella precisa volontà della startup ligure – che per la prima volta abbandona il suo ambito di business, esclusivamente online – di contribuire alla crescita del comparto nautico replicando l’incontro, nei primi mesi del 2020, a Brindisi eAncona per poi guardare all’estero.

Un settore, quello della nautica, che dai minimi del 2013 ad oggi, è stato capace di incrementare il proprio fatturato globale del 75% - performance che nessun altro comparto industriale italiano è stato in grado di produrre – arrivando a 4,27 miliardi di euroe piazzandosi così ai vertici della produzione mondiale (fonte UCINA). Ed è proprio in considerazione della visibilità e dell’importanza che il Made in Italy detiene a livello mondiale, che SeaMuster ha voluto presidiare la porzione di mercato del B2B, mettendo in rete tutte le professioni che fanno parte di questo mondo.

Online dal 2017, SeaMuster, conta oggi 370 aziende associate, di cui il 15%viene dall’estero. Sulla piattaforma sono presenti oltre 5 mila prodotti ed ogni azienda iscritta può attivare uno o più utenti, con la propria area di lavoro e la propria rete di contatti.

Da segnalare, infine, che le iscrizioni sono ancora aperte e che per ulteriori informazioni è possibile scrivere a b2b@seamuster.com.

Le ultime notizie di oggi