Escola Europea

Escola Europea

L’Escola Europea reagisce per una nuova fase durante e dopo il Covid-19

Servizio

27/04/2020 - 13:47
advertising

Al Consiglio direttivo dell’Escola Europea tenutosi il 22 aprile 2020, Catalina Grimalt per il porto di Barcellona e Mario Massarotti per il Gruppo Grimaldi hanno aderito al Consiglio Esecutivo dell’Escola Europea, conformemente all'accordo adottato dal Consiglio direttivo presiedente dal Presidente del Porto di Barcellona, Mercè Conesa, a cui hanno partecipato il Presidente dei Porti di Genova, Paolo Emilio Signorini; il Presidente dei Porti di Roma, Francesco Maria di Majo; Il CEO di GNV Matteo Catani ed i membri del Comitato Esecutivo Eduard Rodés, Silvio Ferrando, Antonio Pedevila, Mario Massarotti, Catalina Grimalt, Pedro Arellano e Luca Lupi. 

Videoconferenza tra i membri del Consiglio delll'Escola Europea
Videoconferenza tra i membri del Consiglio delll'Escola Europea

A causa della situazione eccezionale, sono state approvate nuove iniziative dell’Escola Europea relative all'insegnamento di corsi che combinano una parte online ed un'altra presenziale per seminari pratici, lo sviluppo di nuovi corsi relativi alle norme di sicurezza e protezione da attuare come conseguenza al COVID-19. Ciò consentirà all'istituzione di diversificarsi ed affrontare la crisi con maggiore forza.


I porti membri, insieme alle compagnie di navigazione, hanno sempre supportato l’Escola Europea e si sono impegnati a resistere a questa nuova situazione. Di pari passo, sono stati anche discussi alcuni problemi attuali, come l'importante lavoro svolto dalle compagnie di navigazione nel rimpatrio delle persone che si trovavano in viaggio quando iniziò lo stato di allarme e di confinamento.

Il Presidente Conesa ha voluto riconoscere quanto l'importanza della collaborazione di Grimaldi e GNV ha significato per gestire situazioni estremamente complesse. Il Consiglio direttivo ha inoltre approvato le modifiche al Consiglio Accademico. Marta Miquel a nome dell’Escola Europea, assume la segreteria del Consiglio, Lluis Paris in rappresentanza del porto di Barcellona, Leonardo Picozzi per i porti di Genova, Giovanni Marinucci per i porti di Roma e Agustí Martí per la Facoltà di nautica Barcelona-UPC.

Il Consiglio è stato informato della recente approvazione di due progetti nel campo della formazione e dell'occupazione del programma della Commissione europea ENI-CBCMED. Il progetto YEP-MED guidato dell’Escola Europea con un budget di 3 milioni di euro e coinvolgendo 7 paesi nel bacino del Mediterraneo; il progetto TECHLOG guidato dall'Università di Cagliari con un budget di 3,5 milioni di euro. Entrambi i progetti hanno un periodo di esecuzione di 30 mesi.


Il Consiglio ha approvato una riunione straordinaria alla fine di giugno per monitorare meglio l'evoluzione della situazione generale.

advertising
PREVIOS POST
Nautica verso la “fase 2”: Roberto Neglia, cosa sta succedendo?
NEXT POST
e-sailing: la regata virtuale Mille per una Vela, come e' finita