Home > Servizi > ARTEMARE > Non ci resta che viaggiare per gioco con la cartografia del mondo

Tag in evidenza:

Non ci resta che viaggiare per gioco con la cartografia del mondo

 Stampa articolo
European Travellers, gioco geografico pubblicato nel 1823 dal britannico Edward Wallis
European Travellers, gioco geografico pubblicato nel 1823 dal britannico Edward Wallis

Pasqua in rosso tutti a casa, senza viaggi, spiagge e mare ma solo pranzi con parenti o amici contati e una volta al giorno dalle 5 alle 22, anche per questo 2021 dobbiamo inventarci modi nuovi, diversi, per passare questa ricorrenza con letture e perchè no, con giochi da tavolo magari cartografici suggerisce Artemare Club

advertising

I giochi geografici sono un genere importante, un passatempo antico originario della Francia, come ausilio educativo, molti dei quali basati su mappe, e sviluppati sicuramente dal Jeu de L'Oie - Gioco dell'oca della fine del Quattrocento, che per essere precisi inizialmente non era un'oca ma un gabbiano - uccello di mare, con le relative varianti. Il primo ricorda Artemare Club fu “Le jeu du monde” di Pierre Duval che nel 1640 mise nel gioco le novità cartografiche del suo tempo delle imprese di Francois Pyrard, navigatore e esploratore francese che viaggiò in tutto il mondo. La mappa del gioco era una rappresentazione cartografica che consentiva, attraverso le sue regole o iconografie, deliberati messaggi, sia politici, commerciali o culturali.

Ne tempo seguirono diversi altri giochi geografici e Artemare Club ha la documentazione di European Travellers, gioco geografico pubblicato nel 1823 dal britannico Edward Wallis per “viaggiatori da salotto” in una epoca in cui il turismo non era alla portata di tutti, un eccellente strumento anche di esaltazione patriottica. Questo bellissimo gioco didattico doveva essere giocato come una lotteria, ogni giocatore si muoveva sulla mappa finemente dettagliata affollata di scene di vita e mirava a insegnare al pubblico inglese i loro vicini europei, abbondando di dettagli sulle culture, le industrie, la topografia e la storia dell'Europa, dai piroscafi a ruote che esercitano il loro commercio nel Mediterraneo e nell'Atlantico alle balene e orsi polari nel Mar Artico. Un altro gioco di qualche decennio più tardi il Crystal Palace Game – Voyage Round the World creato da Smith Evans tra il 1851 e il 1854 in occasione della Grande Esposizione Universale allestita al Crystal Palace di Londra.

Venendo ai nostri giorni e non disponendo di tali storiche mappe pregiate e costose, dal 1968 in Italia c'è il popolare gioco del RisiKo, variante italiana del Risk, gioco geografico di strategia da tavolo ideato dal regista francese Albert Lamorisse e pubblicato per la prima volta nel 1957 dalla francese Miro Company, con regole quasi identiche alla versione originale.  Dal 2017 questo gioco è distribuito dalla Spin Master, ditta canadese che ha apportato modifiche e una nuova veste grafica con l'uscita di RisiKo! Time Attack.
Per chì non può fare ameno della smart tv, il cellulare o il computer, il portale giochi-geografici.com, che ha più di un milione di giocatori, consente di navigare e viaggiare per paesi e regioni, d'Italia, d'Europa e del Mondo in più di 20 giochi online gratuiti.

Buona Pasquetta e buona zona rossa da Artemare Club!

Le ultime notizie di oggi