Home > Servizi > ARTEMARE > Tutti a bordo al Festival di Sanremo sull’ammiraglia della Costa Crociere

Tag in evidenza:

Tutti a bordo al Festival di Sanremo sull’ammiraglia della Costa Crociere

 Stampa articolo
Manifesto della Costa Smeralda
Manifesto della Costa Smeralda

Amedeus e Fiorello marinai? Da indiscrezioni che girano negli ambienti marittimi il prossimo Festival di Sanremo, famoso nel mondo potrebbe utilizzare la Costa Smeralda, ammiraglia della Costa Crociere “la nave ecologica”, per ospitare il pubblico del festival della canzone italiana. Come ha comunicato nella recente conferenza stampa per Amadeus, il conduttore dell’evento, la presenza del pubblico è fondamentale e così la RAI avrebbe già intavolato una trattativa con la compagnia genovese per creare “una bolla anti covid” per le 400 circa persone che parteciperanno alle serate del Festival. La nave rimarrebbe in rada a Sanremo e gli ospiti verrebbero poi fatti sbarcare con i tender e portati al teatro Ariston

advertising

Una logistica dei tempi antichi che Artemare Club dall’inizio della pandemia ha ricordato più volte, quando le navi servivano anche ad impedire i contatti con l’esterno in situazioni di pericolosità sanitaria. Di fronte alla pandemia il mondo marittimo deve essere utilizzato, i corsi e ricorsi storici raccontano come per l'Italia non è una novità l'impiego di navi passeggeri a tal scopo anche ultimamente per ospitare provvisoriamente immigrati clandestini.

E poi la Costa Smeralda, nuova ammiraglia di Costa Crociere, ha eccezionali performance ambientali che superano la normativa internazionale vigente in materia grazie alla sua alimentazione a gas naturale liquefatto. Il Gruppo Costa è stato il primo operatore al mondo a introdurre questa innovazione sostenibile, destinata a ridurre l’impatto dell’intera flotta in maniera rilevante con molto anticipo rispetto all’obiettivo fissato dall’IMO - International Maritime Organization La nuova ammiraglia ha una stazza lorda di oltre 180.000 tonnellate ed è stata costruita nel cantiere Meyer di Turku in Finlandia, vera e propria “smart city” itinerante, oltre alla grande novità dell’alimentazione a gas naturale liquefatto, la nave dispone di una serie di innovazioni tecnologiche d’avanguardia studiate per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale. L’intero fabbisogno giornaliero di acqua viene soddisfatto trasformando direttamente quella del mare, tramite l’utilizzo di dissalatori, inoltre con un ulteriore processo di razionalizzazione della plastica monouso, che sulle navi Costa è stata già eliminata da anni per la maggior parte degli utilizzi nel contesto della ristorazione e sostituita con materiali alternativi. Con Costa Smeralda, il Gruppo Costa conta 29 navi in servizio, tutte battenti bandiera italiana, che la fanno leader nel settore crocieristico in Europa e in Cina.

Artemare Club ricorda la crisi delle crociere, la Clia - Cruise Lines International Association che ha da poco premiato PortArgentario come “Best italian cruise destination 2019”, calcola che si sono volatilizzati 1,4 miliardi di dollari, 10 mila posti di lavoro e 344 milioni di dollari di salari. Un danno ha proporzioni apocalittiche. Le crociere per colpa del virus hanno perso circa il 90% del giro d’affari. Pertanto l’utilizzo di navi ferme come alberghi o ospedali adeguate internamente con apposite misure e di infrastrutture secondo i protocolli anticovid aiuterebbe sicuramente il settore. Ben venga il Festival di Sanremo a bordo!

Le ultime notizie di oggi