Home > Servizi > ARTEMARE > Artemare Club: ultimo saluto marinaresco a Sean Connery

Artemare Club: ultimo saluto marinaresco a Sean Connery

 Stampa articolo
Sean Connery nei panni dell'agente segreto 007, ufficiale della Royal Navy come il suo autore Ian Fleming - Artemare Club
Sean Connery nei panni dell'agente segreto 007, ufficiale della Royal Navy come il suo autore Ian Fleming - Artemare Club

Si, è stato il comandante di Marina più amato dalle donne e anche dagli uomini Sir Thomas Sean Connery, scomparso l’altra notte a 90 anni a Nassau, famoso posto di mare dell’isola New Providence delle Bahamas. Sean Connery ha amato sempre il mare non solo nei panni di James Bod con  l’ uniforme della Royal Navy con il blaser a 8 bottoni d’oro dorati con  corona, indimenticabile nel film “Si vive solo due volte” o l’altra del capitano russo Marko Ramius del sottomarino nucleare della classe Typhoon Ottobre Rosso ma  a sedici decise di lasciare la scuola e di arruolarsi nella Marina Militare Britannica e a questo periodo risalgono due particolari tatuaggi da vero marinaio che si fece apporre sul braccio destro "Scotland Forever" e "Mom & Dad",  l’esperienza nella Royal Navy finì nel 1950 quando fu congedato.

advertising

Attore e produttore cinematografico scozzese vincitore di un Premio Oscar, tre Golden Globe, compreso l'Henrietta Award e quello alla carriera e due Premi BAFTA ha raggiunto la celebrità negli anni sessanta grazie proprio al personaggio di James Bond diventando il simbolo del personaggio nato dalla penna di Ian Fleming, in questo periodo lavorò anche con registi del calibro di Alfred Hitchcock in “Marnie” e Sidney Lumet in “La collina del disonore”. In seguito prese parte a celebri film tra cui “Highlander”, “Il nome della rosa”, “Indiana Jones e l'ultima crociata. Interpretò personaggi più complessi in pellicole drammatiche come “Scoprendo Forrester” e dell'incorruttibile poliziotto irlandese Jimmy Malone in The Untouchables, per il quale vinse l'Oscar al miglior attore non protagonista e un Golden Globe per il miglior attore non protagonista. Si ritirò dalle scene nel 2003, dopo aver interpretato Allan Quatermain in “La leggenda degli uomini straordinari”.

Le ultime notizie di oggi