Home > Servizi > ARTEMARE > Artemare Club: un laureato new entry per il Diritto del Mare

Tag in evidenza:

Artemare Club: un laureato new entry per il Diritto del Mare

 Stampa articolo
Guido Landra
Guido Landra

Da qualche giorno nella sede di Artemare Club nel Corso di Porto Santo Stefano si vede un bel giovane alto magro con gli occhi celesti lavorare con PC e pubblicazioni. E’ il dott. Guido Landra laureato in Giurisprudenza amante del mare con brevetti da subacqueo, volontario negli anni scorsi nel FAI – Fondo Ambiente italiano. Ad Artemare si occuperà del progetto per la promozione della “Law of the Sea – la Legge del Mare” sotto la guida del comandante Daniele Busetto laureato in diritto internazionale. La sua fattiva collaborazione è già iniziata con la realizzazione della pagina Instagram di Artemare Club che riporta i media con i comunicati dell’Associazione.

advertising

Il Diritto Internazionale del Mare riveste da sempre enorme importanza, non solo per la specifica disciplina degli spazi marini nazionali ed internazionali, ma perché costituisce da sempre l'esempio principe di applicazione del diritto internazionale consuetudinario e pattizio. Per molti secoli questa branca del diritto internazionale è stata caratterizzata dal regime della cosiddetta “libertà dei mari” e, quindi, dall’assenza di regole, funzionale agli interessi commerciali e strategici delle grandi potenze marittime europee, soprattutto all’epoca della colonizzazione dei territori d’oltremare, solo dalla seconda metà del diciannovesimo secolo cominciò a manifestarsi il fenomeno, che dominerà il secolo successivo e che può dirsi tuttora operante, della progressiva estensione della giurisdizione dello Stato costiero sui mari adiacenti e della necessità di conferenze volte a codificare le consuetudini esistenti in materia.

La biblioteca di Artemare Club sta acquisendo testi in argomento per programmare eventi in tema e consentire ai propri simpatizzanti e non solo di acquisire conoscenze sempre più approfondite del Diritto marittimo pubblico e privato, dal periodo romano ai giorni nostri, svolgendo l’Associazione così un’iniziale vera e propria attività di Centro Studi, organismo culturale utile anche per la cosiddetta “economia del mare”, istituzione obbligatoria per un posto di mare famoso come l’Argentario con prestigiosa tradizione marinara che vuol esser al passo con gli altri luoghi costieri molto attivi nel mondo e di richiamo internazionale per studiosi e operatori del settore Cruising & Yachting.

Le ultime notizie di oggi