Home > Servizi > ARTEMARE > Il Faro della Rocca di Porto Ercole ad Artemare Club

Tag in evidenza:

Il Faro della Rocca di Porto Ercole ad Artemare Club

 Stampa articolo
Il Faro di Porto Ercole
Il Faro di Porto Ercole

Il sabato prossimo 22 agosto Artemare Club lo dedica al Faro più antico dell’Argentario, quello di Porto Ercole e nella propria sede nel Corso antico di Porto Santo Stefano saranno visibili le opere fotografiche pervenute a artemareclub@gmail.com – un grazie particolare al Cavalier Piero Buselli che ne ha inviate tante e belle - insieme a filmati e libri sui fari.

advertising

Terzo appuntamento perciò dell’Associazione, impegnata alla promozione del cosiddetto “turismo farologico” per la Costa d’Argento, che è una delle parti d’Italia con la maggiore concentrazione di “sentinelle del mare”, strumenti di ausilio alla navigazione che suscitano da sempre suggestione e mistero, fonte d’ispirazione per artisti, scrittori e registi i fari evocano spesso nell’immaginario collettivo un senso di libertà e di solitudine, ma anche il sogno di una vita a contatto con la natura con la realizzazione anche del manifesto del “Portolano dei Fari e Segnalamenti Marittimi dell’Argentario e Isole vicine”, che verrà presentato il 13 settembre, festa di San Venerio Patrono dei Fari e dei Faristi

Alcune anticipazioni sul Faro della Rocca di Porto Ercole: è inserito nel complesso architettonico della Rocca Aldobrandesca che sovrasta il centro storico dell'abitato di Porto Ercole, venne attivato dalla Marina Militare, all'epoca Regia Marina, per l'illuminazione della costa orientale del promontorio dell'Argentario. L'infrastruttura è costituita da una torre cilindrica in muratura bianca con galleria interna, la parte sommitale presenta un diametro maggiore rispetto alla sottostante struttura, base del tiburio della lanterna metallica grigia, con lente di Fresnel di terzo ordine ad ottica fissa a settori bianco e rosso che emette un lampo ogni 7 secondi, con altezza luce sul livello del mare di 91 metri e portata nominale principale di 16 miglia nautiche. Non molti sanno che sotto a questa struttura esistono dei resti di un antichissimo faro che è stato attribuito ai bizantini.

Sabato 22 agosto verrà anche mostrata ai visitatori un rara opera di Amleto Fiore della collezione del comandante Daniele Busetto, che raffigura il Faro di Porto Ercole a volo d’uccello, riportata nel più bel libro editato di recente sull’Argentario, degli autori Cosmo Milano e Enrico Bistazzoni. Coerentemente al DPCM del Presidente del Consiglio e alle ordinanze regionali e comunali, per accedere alla sede del Club si dovranno seguire le modalità di non creare assembramenti, rispettare la distanza di sicurezza, indossare la mascherina, entrare nei locali una persona alla volta, vietato toccare i beni esposti, vietato l’accesso con borse, zaini e valigie di grandi dimensioni. Con il motto “Argentarium Lux Nautis Securitas” ancora buone vacanze all’Argentario!

Le ultime notizie di oggi