Home > Servizi > ARTEMARE > Anche Capitan Nemo all’Argentario? No, è il Jet Capsule

Tag in evidenza:

Anche Capitan Nemo all’Argentario? No, è il Jet Capsule

 Stampa articolo
Anche Capitan Nemo all’Argentario? No, è il Jet Capsule
Anche Capitan Nemo all’Argentario? No, è il Jet Capsule

Artemare Club, che ha in corso nella sua sede operativa nel Corso di Porto Santo Stefano il ricordo di Jules Verne e i 150 anni del Nautilus con la mostra di circa 60 volumi di alto pregio editoriale, ha escluso la partecipazione all’evento di Capitan Nemo, perchè scomparso 100 anni fa circa inghiottito dal maelstrom successivo all’ esplosione per eruzione vulcanica, come raccontato nel libro l’Isola Misteriosa. Ci piace scrivere così per sorridere un pò, ma la l’imbarcazione atterrata a Porto Ercole ha veramente stupito quasi tutti.

advertising

Si chiama Jet Capsule ed è uno yacht made in Italy dal design tanto compatto quanto originale, nato nel 2012 dall’incontro tra l’imprenditore napoletano Luca Solla, noto per lo sviluppo della nautica campana e il designer viterbese Piepaolo Lazzarini. Questo piccolo gioiello di ingegneria navale prodotto con i cantieri Fiart di Baia è sicuramente uno dei progetti di yacht design più innovativi e nasce dal concetto delle navette di salvataggio dei grandi cargo che solcano gli oceani del pianeta. Le caratteristiche di questo originale yacht sono le piccole dimensioni unite alle grandi performance marine, dotato di vetri fotocromatici, pannelli fotovoltaici, motori diesel o benzina da 315 a 740 cavalli, con sistema propulsivo a idrogetto di ultima generazione, il tutto racchiuso in uno scafo di appena 7,5 metri di lunghezza e 3,5 di larghezza.

Jet Capsule è molto dotato in tema di comfort e accessori vari con  cucina a scomparsa completamente attrezzata, bagno,  divanetti il tutto nel  largo spazio a bordo grazie all’ottimo rapporto larghezza/lunghezza. I mainai la vedono, dopo un primo moneto di stupore con la ricorrente esclamazione “non credo ai miei occhi” come un veicolo funzionale di grande eleganza e distinzione come tender per megayacht   o come perfetto taxiboat per zone costiere molto frastagliate, come è l’Argentario, dove in certi casi le vie di comunicazione marittime sono decisamente più rapide di quelle via terra. Imbarcazione sicuramente gradita da tanti virologi televisivi di questo periodo per la sua totale copertura che fa immaginare l’assenza di qualsiasi contatto con l’esterno

L’arrivo dello Jet Capsule all’Argentario, yacht per chi si vuole un pò distinguere, dimostra ancor una volta che il Promontorio è tornato ad essere uno dei posti di mare del Mediterraneo più scelto dall’ambiente dello Yachting internazionale.

Le ultime notizie di oggi