Home > Servizi > ARTEMARE > Artemare Club: contro il Coronavirus navi anche da Francia e Cina

Tag in evidenza:

Artemare Club: contro il Coronavirus navi anche da Francia e Cina

 Stampa articolo
Personale di una della navi ospedale cinesi
Personale di una della navi ospedale cinesi

Dopo gli Stati Uniti d’America e la Regione Liguria altri paesi nel mondo decidono l’utilizzo di navi per fare fronte alla drammatica emergenza Covid-19.

advertising

La Marine Nationale francese porterà la sua Porta elicotteri d’assalto Tonnerre in Corsica in una missione per evacuare diversi pazienti affetti da Coronavirus. La Francia con la sua Marina ha una grande esperienza nelle operazioni di assistenza per le popolazioni in difficoltà, basata in particolare sulle tre unità Mistral, Tonnerre e Dixmude. Ogni nave dispone di moderne strutture ospedaliere composte da due sale operatorie, una sala radiografica, 69 letti di degenza di cui 7 adatti per terapia intensiva e altri 50 letti che possono essere installati nell’hangar per elicotteri. In queste missioni MEDEVAC, gli equipaggi di dette navi Mistral sono di solito rafforzati dal servizio sanitario francese della difesa Service de Santé des Armées.

La Cina ha completato il progetto di un una nave dedicata all’emergenza Covid-19 per aiutare a combattere l’epidemia di Coronavirus, la “Emergency Medical Aid Ship” per ricoverare pazienti con malattie respiratorie contagiose come il Covid-19. Ricerca e impostazione, dell’Istituto 701 della China State Shipbuilding Corporation con sede a Wuhan che progetta navi da guerra, con un nuovissimo protocollo di protezione medica, avendo a disposizione personale medico, materiali, carburante, ventilazione, gestione di rifiuti e fognature. Pare che i tecnici cinesi hanno tratto lezione dal pool che ha affrontato il caso sulla nave da crociera Diamond Princess dell’eroico comandante italiano Gennaro Arma, per migliorare la compartimentazione delle cabine e gli spazi comuni.

Le ultime notizie di oggi