Home > Servizi > ARTEMARE > “Towards a Lighthouse: i guardiani del mare” a Porto Ercole

Tag in evidenza:

“Towards a Lighthouse: i guardiani del mare” a Porto Ercole

 Stampa articolo
Porto Ercole
Porto Ercole

Finalmente all’Argentario una mostra sulle sentinelle del mare, nel posto di mare che ha tanti fari distribuiti selle coste del Promontorio, nelle isole del Giglio e di Giannutri, a Talamone fino alle Formiche di Grosseto. “Towards a Lighthouse: i guardiani del mare” verrà inaugurata oggi sabato 20 luglio alle ore 18 nello splendido Forte Stella di Porto Ercole, esposizione collettiva curata da Antonio Giordano, Floriana Celani e Maria Pennacchia e allestita fino a mercoledì 31 luglio, con il patrocinio del Comune di Monte Argentario e dell’Accademia di Belle Arti di Roma.
E’ una ricca rassegna espositiva delle opere realizzate da 23 studenti internazionali  provenienti dall’Albania, Bulgaria, Cina, Colombia, Italia e Romania  frequentatori dell’Accademia di Belle Arti di Roma, alcuni dei quali hanno già esposto in sedi prestigiose – nel progetto/workshop “I guardiani del mare” proposto da Floriana Celani, docente di Anatomia artistica, Semiologia del corpo e Illustrazione scientifica, e da Maria Pennacchia, docente di Pittura, Elementi di Grafica editoriale e Metodologia e Tecniche dell’affresco. I lavori dei 23 artisti, collocati sia all’interno della struttura sia all’esterno, contemplano, oltre a opere realizzate a olio e tecnica mista su supporti eterogenei (ferro, tela, plexiglass, legno, carta), sculture, fotografie e abiti/scultura, anche video-proiezioni, performance e installazioni.
L’input iniziale è nato come riflessione per un emblematico progetto site specific nella sede espositiva: la fortezza spagnola di Forte Stella in Porto Ercole, dalle imponenti strutture a dominio del mare e dalla funzione di avvistamento nonché dal suo rapporto con l’elemento naturale, origine e principio vitale, con il quale l’uomo dialoga e vive. Partendo dal concetto cardine di avvistamento, l’intento punta su due aspetti apparentemente in conflitto tra loro in termini etimologici: la difesa o arroccamento/salvaguardia – l’apertura o accoglienza/conoscenza. Il fulcro risiede nello sguardo dell’uomo sentinella che scruta la sponda avversa e vigila in attesa; il mare tutt’intorno con la sua potente carica evocativa, messaggera di antichi presagi e nuove lusinghe, veicola emozioni e turba gli animi, ieri come oggi. Nelle riflessioni dei giovani artisti sono affiorati echi di cronaca legata ad approdi di uomini in fuga da paesi sottoposti a regimi oppressivi, in cerca di libertà, pace o giustizia sociale.
Sarà presente all’inaugurazione il comandante Daniele Busetto, nostro collaboratore, che tanto ha scritto sui fari dell’Argentario, ha tenuto conferenze pubbliche e private in tema - l’ultima allo Yacht Club Santo Stefano, ha guidato diversi gruppi di “camminatori” a visitarli ed è socio attivo dell'Associazione "Il Mondo dei Fari". Ubi lucet est vita!
 

advertising

Le ultime notizie di oggi