Home > Servizi > ARTEMARE > All’Argentario la Bandiera Blu garrisce al vento da quasi tre lustri

Tag in evidenza:

All’Argentario la Bandiera Blu garrisce al vento da quasi tre lustri

 Stampa articolo
Argentario
Per il quattordicesimo anno consecutivo il Promontorio argentarino si fregia della Bandiera Blu

Per il quattordicesimo anno consecutivo il Promontorio argentarino si fregia della Bandiera Blu, le spiagge dell’Argentario infatti sono rientrate tra le 385 in tutta Italia che l’hanno ricevuta per il 2019. La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 “Anno europeo dell’Ambiente” che viene assegnato ogni anno in 49 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell'ONU: UNEP - Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente e UNWTO - Organizzazione Mondiale del Turismo - con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale e riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale per l’educazione ambientale e l’educazione allo sviluppo sostenibile.

advertising


La Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio, tra l’altro della purezza delle acque, pulizia delle spiagge con adeguata raccolta dei rifiuti, servizi efficienti per i bagnanti ed adeguamento nel tempo degli accessi facilitati per i portatori di handicap. Oltre alla giuria nazionale, che ha lavorato in sinergia con quella internazionale, hanno dato il loro contributo òpper la premiazione anche alcune istituzioni come il Ministero dell’Ambiente, quello delle Politiche Agricole, il Coordinamento assessorati regionali al turismo, il Comando generale delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, l’Ispra, il Laboratorio di oceanologia ed ecologia marina dell’università della Tuscia, la Federazione nazionale degli Ordini dei chimici e dei fisici e l’Anci nonché organismi privati quali i Sindacati Balneari - Sib-Confcommercio e Fiba-Confesercenti, la FIN - Sezione salvamento.

Argentario
All’Argentario la Bandiera Blu garrisce al vento da quasi tre lustri

A ritirare la bandiera a Roma nei giorni scorsi presso la Sala convegni del Consiglio Nazionale delle Ricerche dalla FEE Italia è stato l’avvocato Cecilia Costagliola la Vice Sindaco di Monte Argentario con delega all’ambiente, “figlia del mare” la sua famiglia è di lunga tradizione marinara, che nelle prossime settimane organizzerà la cerimonia di consegna a stabilimenti balneari, Forze dell’Ordine, associazioni e operatori del settore così che potranno fare svettare con orgoglio l’ambito vessillo all’esterno delle loro attività.


Con l’occasione si ricorda la Bandiera Blu delle Imbarcazioni e il Codice di condotta del diportista: non gettare rifiuti in mare o lungo la costa; non svuotare le acque nere di bordo in mare, nelle acque costiere e nelle aree sensibili; non scaricare in mare rifiuti tossici o pericolosi (oli esausti, batterie dimesse, vernici, solventi, detergenti, ecc.) e a gettarli negli appositi contenitori posizionati all’interno dell’approdo; promuovere l’uso della raccolta differenziata dei rifiuti (carta, vetro, ecc.); utilizzare prodotti eco-compatibili per la manutenzione della barca (vernici, antivegetativi, detergenti, solventi, ecc.); segnalare immediatamente alle autorità preposte ogni forma di inquinamento o altre violazioni che danneggino l’ambiente; non fare uso di pratiche di pesca vietate dalle norme e rispettare i periodi di divieto di pesca; proteggere e rispettare animali e piante marine; rispettare le aree vulnerabili e le aree naturali protette; evitare di danneggiare il fondale marino, in particolare in presenza di praterie di posidonia o di siti archeologici sottomarini; non acquistare od usare oggetti derivanti da specie protette o da ritrovamenti archeologici sottomarini; promuovere la sensibilità ambientale fra tutti coloro che vanno per mare; ridurre per quanto è possibile l’utilizzo di acqua, energia elettrica e combustibile; fare in modo di non disperdere in mare carburante nel corso dei rifornimenti.

Le ultime notizie di oggi