Home > Servizi > ARTEMARE > La mostra "Cartografia dell'Argentario" prorogata fino al 14 settembre

La mostra "Cartografia dell'Argentario" prorogata fino al 14 settembre

 Stampa articolo
Stampa dell'Argentario del 1646
Stampa dell'Argentario del 1646

A grande richiesta è prorogata fino a venerdì 14 settembre 2018  la mostra "Cartografia dell'Argentario" alla galleria ARTEMARE di Porto Santo Stefano, in corso Umberto 75 - 77,  che vede in esposizione rare mappe storiche, nautiche, delle memorie sommerse, dell’isola che non c’é più e delle colonie di Atlantide e tanti libri introvabili sull'argomento. La collezione in mostra è un contributo originale per la conoscenza e la valorizzazione dell’Argentario, è una documentazione geo-nautica che sparsa si trova in molteplici enti di conservazione, istituzioni, imprese e nelle mani di privati in Italia e all’estero.

Tante le mappe esposte, scelte dal comandante scrittore Daniele Busetto esperto di cartografia che ha scritto diversi articoli in argomento, che consentono di notare i diversi sistemi di rappresentazione, le prospettive lineari o a volo d’uccello sono un invito a perlustrare il territorio raffigurato da queste opere che coprono circa 600 anni di storia e documentano la Toscana e la sua fascia costiera, il famoso assedio di Orbetello del 1646, l'isola che non c'è più chiamata Zanara nella carta di Gerardo Mercatore - il grande cartografo che con il suo sistema di proiezioni ha disegnato delle mappe ottimali per la navigazione marina, 2.600 anni di relitti nei fondali tra il promontorio, Giglio e Giannutri e le colonie di Atlantide degli studi che le ipotizzano  sepolte negli abissi intorno all’Argentario.

Occasione unica da non perdere anche per i tanti libri antichi e rari esposti sulla cartografia. L’orario della galleria ARTEMARE di Porto Santo Stefano,  in corso Umberto 77 – 79, è 10 – 13 e 16 – 21 tutti i giorni fino al 31 agosto