Home > Servizi > ARTEMARE > Ha preso il via in questi giorni il progetto "Attenti ai Cetacei"

Ha preso il via in questi giorni il progetto "Attenti ai Cetacei"

 Stampa articolo
Ha preso il via in questi giorni il progetto "Attenti ai Cetacei"
Ha preso il via in questi giorni il progetto "Attenti ai Cetacei"

A chi è mai capitata, andando in mare, la fortuna di avvistare la pinna di un delfino, o lo sbuffo di una balena? Che emozione poterli ammirare da vicino! L’esistenza di questi spettacolari mammiferi è però minacciata dalla presenza dell’uomo. Ha preso il via in questi giorni il progetto “Cetacei, FAI attenzione!”, ideato allo scopo di raccogliere dati per la ricerca, effettuare una capillare informazione del pubblico e mitigare il disturbo ai cetacei causato dalle imbarcazioni che aumentano in maniera esponenziale nel periodo estivo. 

A lanciare questo innovativo progetto è stato l’istituto Tethys, organizzazione senza fini di lucro che dal 1986 si dedica alla conservazione dell’ambiente marino attraverso la ricerca scientifica e la sensibilizzazione del pubblico e nel 1991 è stata la prima realtà a concepire e proporre un’area marina protetta sovrannazionale per la conservazione dei cetacei del Mediterraneo, il Santuario Pelagos, proposto presso l’Associazione “Fondazione Europea Rotary per l’Ambiente” con il patrocinio del Consiglio d’Europa, sulla spinta delle proprie ricerche che avevano messo in luce la particolare ricchezza della ceto-fauna di questo tratto di mare.

Il Santuario, la sua istituzione è avvenuta nel 1999, è una zona marina di 87.500 km² che nasce da un accordo tra l’Italia, il Principato di Monaco e la Francia per la protezione dei mammiferi marini che lo frequentano. L’originalità del Santuario Pelagos per i mammiferi marini del Mediterraneo è insita nel fatto che esso costituisce un’area gestita da tre Paesi in un territorio costiero e di alta mare. E’ un ecosistema di grandi dimensioni che presenta un notevole interesse scientifico, socio-economico, culturale ed educativo. 

Per la realizzazione del progetto è stato fondamentale il sostegno di numerosi partner, primo fra tutti il FAI (Fondo Ambiente Italiano), che ha raccolto ben 5.555 voti durante l’ottava edizione de “I Luoghi del Cuore”, censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo ed ha stanziato un contributo di 12 mila euro. Il progetto prevede tre importanti attività, distribuzione di materiale informativo rivolto ai diportisti e al vasto pubblico in più di 1000 punti lungo la costa, comprendenti tutti i porti e le marine dalla Liguria alla Sicilia e un grande poster con le specie di cetacei che si possono avvistare nei nostri mari e come comportarsi  incontrandoli,  la creazione del sito www.cetaceifaiattenzione.it, dove sono disponibili informazioni sul progetto con foto, disegni e curiosità sugli animali e il citizen science - scienza dei cittadini - invito al pubblico a contribuire alla ricerca scientifica. 

L’iniziativa che interessa anche tutta l’area di mare dell’Argentario è realizzata in collaborazione con il Corpo delle Capitanerie di Porto e Guardia Costiera e patrocinata dal Ministero dell’Ambient e dall’Accordo Pelagos. Cartine nautiche e libri sui cetacei sono a disposizione per la libera consultazione alla galleria ARTEMARE di Porto Santo Stefano del comandante scrittore Daniele Busetto.