Home > Saloni nautici > Yachting Festival Cannes > Yachting Festival Cannes, primo salone nautico a riaprire le porte

Yachting Festival Cannes, primo salone nautico a riaprire le porte

 Stampa articolo
Vieux Port
Vieux Port

Questa 43esima edizione resterà fedele al Dna del salone, con circa 400 unità esposte da 3 a 43 metri, in acqua o a terra, a vela o a motore, monoscafo o multiscafo, a chiglia rigida o semirigida.

advertising

I visitatori avranno l’opportunità di ritrovare i più grandi nomi del settore nautico internazionale. Suddivisi nei due porti di Cannes, nel rigoroso rispetto delle norme sanitarie in vigore, presenteranno numerose anteprime mondiali. Come l’anno scorso, il Vieux Port ospiterà il mondo delle barche a motore e accoglierà il settore del lusso e del lifestyle nella Luxury Gallery. Il Port Canto sarà invece dedicato alla vela e proporrà inoltre una scelta di toys nautici.

Sailing Area
Sailing Area

L’apertura della prossima edizione dello Yachting Festival è resa possibile grazie a due annunci di estrema importanza: 

Via libera del Governo
Come previsto, Franck Riester, Ministro delegato presso il Ministro per l’Europa e gli Affari esteri, incaricato del commercio estero, ha confermato il 27 luglio 2020 la ripresa di eventi professionali, saloni, fiere e congressi dal 1° settembre, senza limite massimo di visitatori e nel rispetto dei gesti di barriera.

Ottenimento del label "Safe & Clean" creato da Apave

Grazie al Piano Generale di Sicurezza Sanitaria (PGSS) *, istituito per consentire l’apertura del salone nelle migliori condizioni sanitarie possibili, lo Yachting Festival è il primo evento ad aver ottenuto il label «Safe & Clean». Questa nuova certificazione, in risposta alla crisi sanitaria senza precedenti che stiamo affrontando, intende rassicurare i visitatori e gli espositori sulla capacità del Festival di accoglierli in condizioni di sicurezza sufficienti e conformi agli standard attuali.

Creata da Apave il 18 maggio scorso per accompagnare enti pubblici e privati, la certificazione «Safe & Clean» attesta la corretta attuazione delle misure sanitarie per combattere la diffusione del Covid-19. Apave ha voluto proporre un riconoscimento di qualità alle aziende al fine di rassicurare i loro clienti e i loro dipendenti sulle misure preventive messe in atto per far fronte al rischio del Covid-19. Questo label impegna l’azienda a formalizzare procedure di prevenzione basate su una griglia di audit che dettaglia i dispositivi e le azioni da implementare. 

ll PGSS risponde in modo preciso ed efficace alle esigenze imposte dal rispetto dei gesti di barriera da attuare, a specifiche norme di pulizia e igiene, a nuovi processi di protezione durante qualsiasi contatto (circolazione, mezzi di pagamento, fornitori, ecc.), alla comunicazione di indicatori chiave. È stato nominato un referente con il compito di monitorare la corretta applicazione del protocollo sanitario prima e durante il salone. Tale protocollo sarà ovviamente modificato a tempo debito in base alle misure che saranno decise dal governo in merito agli eventi fieristici.

La sicurezza sanitaria dei nostri espositori, visitatori e dipendenti è al centro delle nostre preoccupazioni, quest’anno ancora di più. Desideriamo accoglierli e permettere loro di visitare il salone in tutta serenità. Per noi è importante che il protocollo sanitario su cui lavoriamo da diversi mesi sia stato certificato «Safe & Clean» da APAVE per dimostrare con forza il nostro impegno e rassicurare i nostri clienti. Il nostro lavoro come organizzatore di eventi non lascia spazio all’improvvisazione, ci adoperiamo al massimo affinché la visita del salone avvenga nelle migliori condizioni. Visitatori ed espositori potranno quindi godersi pienamente e con fiducia lo Yachting Festival, che promette di essere ancora una volta molto avvincente con numerose anteprime da scoprire!” spiega Sylvie Ernoult, direttrice dello Yachting Festival.

*Come indicato nel comunicato stampa diffuso all’inizio di luglio, il PGSS stabilito dal salone è stato presentato alla Prefettura, alla Città di Cannes e ai fornitori. Questo piano si basa sulle misure sanitarie raccomandate dall’Unimev ( federazione francese del settore delle manifestazioni) e presentate al governo, nonché sulle regole di riferimento che il gruppo Reed Exhibitions ha elaborato per tutti i suoi eventi nel mondo.

Le ultime notizie di oggi