Home > Saloni nautici > Versilia Yachting Rendez-vous > Le novità della terza edizione del Versilia Yachting Rendez-Vous

Le novità della terza edizione del Versilia Yachting Rendez-Vous

 Stampa articolo
Azimut Atlantis 45
Azimut Atlantis 45

Milano, 10 maggio 2019  – Tra le imbarcazioni presenti al Versilia Yachting Rendez-vous, il salone espositivo dedicato alla nautica dell’alto di gamma in scena a Viareggio fino a domenica, c’è un debutto mondiale: il Gruppo Azimut Benetti presenta in anteprima assoluta l’Atlantis 45, che arriverà sul mercato a settembre prossimo. L’entry level del cantiere è un coupé che riprende i concetti stilistici apparsi sulla sorella Atlantis 51, modello presente a Viareggio, e li rende disponibili a un pubblico più ampio che apprezza molto dimensioni e tipologia. «Il nostro nuovo Atlantis 45 è una barca perfetta per il mercato italiano, che guarda con molto interesse a prodotti di queste dimensioni, ideali per l'utilizzo nel Mediterraneo – dichiara Marco Valle, amministratore delegato di Azimut Yachts - ecco perché il Versilia Yachting Rendez-vous rappresenta un ottimo contesto per il suo lancio».

advertising

Non solo yachts. Al VYR sono presenti imbarcazioni più piccole ma molto chic. È il caso di due open di ultima generazione. Il primo è il Cranchi E 26Classic, novità della stagione 2018-19; un progetto di 7,85 metri sviluppato sotto la direzione creativa di Christian Grande, architetto e designer di fama mondiale, che continua il rinnovamento della gamma prodotta dallo storico cantiere di Piantedo.

Cranchi e26 classic
Cranchi e26 classic

Un modello capace di miscelare attualità e sapori retrò per materializzare al meglio sia il ruolo di daycruiser sia quello di luxury tender. L’altra chicca è l’NY 24 opera prima di Nerea Yacht che ricerca l’estetica visiva dei motoscafi che hanno fatto grande la cantieristica italiana negli anni ‘70 e ‘80, ma interpretata in chiave attuale e molto ricercata.

Nerea Yacht NY24
Nerea Yacht NY24

Nato da un’intuizione di Dario Messina è firmato dai designer Alessio Battistini e Davide Bernardini. Un day cruiser di 7,35 metri, altamente personalizzato, realizzato con la cura, la ricerca stilistica e le caratteristiche produttive di un capo sartoriale. Il cantiere si affida alla rete commerciale di Sunrise Marine, società ligure che al VYR ha deciso di esibire il suo modello più rappresentativo: l’iconico Sundeck 580. Navetta dalle indite linee esterne e completamente custom made negli interni, totalmente realizzata in Italia. Pensata e costruita per navigare a lungo è progettata in categoria A per avere orizzonti oceanici, grazie anche all’efficienza delle linee di carena che garantiscono ampie autonomie. Tra i suoi punti di forza anche la luminosità degli interni che esaltano volumi e materiali di questo yacht costruito a Ravenna.

Sundeck 580
Sundeck 580

E tra i grandi nomi che hanno creato la grande tradizione di cantieri nautici in Adriatico al VYR è presente anche Franchini Yacht. Un anno dopo la presentazione del primo progetto, Massimo Franchini torna presentando il progetto esecutivo di MIA 6.3, l’open di 19 metri che segna la ripresa produttiva del cantiere, un grande runabout abitabile con ampi spazi aperti di massima vivibilità e oltre 55 metri quadrati calpestabili sottocoperta, capace di velocità di punta di 34 nodi, ma in grado di navigare a 22 nodi con un consumo totale di 140 litri l’ora, grazie ai due propulsori Volvo Penta IPS 950.

Franchini Yacht Mia 6.3
Franchini Yacht Mia 6.3

Infine, un altro nome storico della nautica italiana, finora legato esclusivamente alla vela presenta a Viareggio il suo primo progetto a motore. Si tratta di Solaris che arriva con il Solaris Power 55, una barca disegnata da Brunello Acampora che in termini di concept porta la firma, decretandone il ritorno nella nautica, di Norberto Ferretti.

Solaris power 55
Solaris power 55

 

Le ultime notizie di oggi