Home > Saloni nautici > Versilia Yachting Rendez-vous > Tutti i colori del mare al VYR 2018, Jotun conferma la sua partecipazione

Tutti i colori del mare al VYR 2018, Jotun conferma la sua partecipazione

 Stampa articolo
Jotun conferma la sua partecipazione al VYR 2018
Jotun conferma la sua partecipazione al VYR 2018

Per questo abbiamo chiesto a Enrico Guano Sales Manager Yachting di Jotun uno dei principali produttori al mondo di vernici decorative, rivestimenti marini, protettivi e in polvere di spiegare qualcosa in più su questa scelta così… superficiale. Che non riguarda solo come uno yacht appare, ma anche come funziona. Il colore infatti può influenzare il comfort termico e un’antivegetativa poco adatta può contribuire a rendere uno yacht meno efficiente e quindi consumare (e inquinare) di più. Certo il fatto che Jotun sia un gruppo con all’interno 64 aziende e 40 stabilimenti di produzione in tutti i continenti e quasi 10.000 dipendenti dimostra che questa scelta seppure di superficie non è presa superficialmente. I prodotti Jotun sono disponibili in oltre 100 paesi attraverso filiali, joint venture, agenti, rivenditori e distributori. La sede principale si trova tra i fiordi norvegesi a Sandefjord, a 120 km a sudovest di Oslo. Un affare globale, dimostrato anche dai numeri: le vendite del gruppo nel 2017 sono state pari a 15,8 miliardi di corone norvegesi (1,64 miliardi di euro).

advertising

Dopo lo scorso anno, Jotun ha scelto di tornare all’evento organizzato a Viareggio dal 10 al 13 maggio prossimo da Nautica Italiana, Fiera Milano e Navigo.

Cosa vi ha convinto a partecipare l'anno scorso e perché riconfermare la vostre presenza?

Alla scorsa edizione del VYR abbiamo partecipato in collaborazione con il nostro dealer Megayacht, negozio di vernici di Viareggio, ed è stato un ottimo primo appuntamento in termini di: visitatori, networking, incontri B2B e comunicazione, soprattutto social, dell'evento.

Il buon risultato dello scorso anno ci ha convinti (Jotun e il suo Dealer Megayacht Paint Store) a riconfermare la nostra presenza all'evento. Per questa edizione, le nostre aspettative sono ancora più alte e contiamo su una maggiore presenza di visitatori, tanto che abbiamo intensificato anche la nostra azione sui social media in questa direzione.

Aspettative per il VYR 2018: ci sono novità che presentate? Avete cambiato qualcosa rispetto allo scorso anno?

Jotun, grazie al suo dipartimentio di Ricerca&Sviluppo - uno dei più importanti in tutta Europa-, sviluppa continuamente nuovi sistemi e prodotti che soddisfano le esigenze del mercato e attente nel rispettare l'ambiente (Jotun Green Step).

Per questa edizione 2018, Jotun sarà presente in una duplice forma: i visitatori possono trovarci al nostro stand come lo scorso anno oppure al Megayacht Paint Store che si trova al centro dello spazio espositivo dove saremo ben lieti di ospitare visitatori e operatori del settore durante l'intero evento. In entrambe le aree verranno presentati i prodotti Jotun Full Systems e le nuove app dedicate al mercato dei superyacht.

Cosa rappresenta VYR per un'azienda come la vostra? Quanto è vetrina e quanto è rete in cui creare sinergie e collaborazioni con professionisti del settore e presentarsi al potenziale proprietario in a un modo differente?

Il VYRV rappresenta l’opportunità per instaurare e rinsaldare lunghe relazioni, con nuovi e con vecchi clienti. Ci permette di presentare loro tutta la gamma di prodotti Jotun per la manutenzione degli yacht e tutti i servizi che possiamo fornire a supporto della stessa.

Per esempio, il Coating Advisor Support adatto sia alle nuove costruzioni sia durante le procedure di Refit. Jotun pone a questo aspetto un’attenzione a 360 gradi dal primo passo al post vendita.

Le vernici hanno due funzioni: estetica e protettiva, è più probabile che l'armatore rinuncia al primo o al secondo?

Jotun si propone come congiunzione tra le due funzioni. Non può esistere una buona estetica se il substrato ha delle imperfezioni o delle usure. Jotun ha come obiettivo quello di fornire sistemi e strumenti per garantire protezione in combinazione con le aspettative estetiche dell’armatore.

Quanto è sconsigliabile usare colori scuri che aumentano la temperatura dello scafo e quindi dell'interno?

La differenza di temperatura della superficie esposta al sole tra un colore bianco o nero nella vernice esterna della barca può arrivare a 30°C, quindi stiamo parlando di una notevole differenza. La percezione interna però può essere ridotta da un buon isolamento e una buona climatizzazione dell'ambiente, ma ovviamente l'impatto è rilevante.

È possibile migliorare il comfort termico usando il giusto colore?

Certamente, di converso al discorso precedente, i colori chiari permettono di ridurre la quantità di aria condizionata ed energia richiesta per rinfrescare le aree interne dello yacht.

Quanti tipi di colori esistono: piano, metallizzato, iridescente, riflettente (come il strisce di luce sempre più utilizzate su abiti tecnici?

Possiamo suddividere i principali tipi di top coat in: pastello lucido, metallizzato, perlato e opaco. Il pastello lucido è il più comune per motivi di prestazioni e manutenzione.

È possibile avere uno yacht fluo?

Mai visto in uno yacht penso sia per motivi tecnici sia estetici.

Il costo più alto per una vernice?

In termini generali, il costo più alto dipende dal costo del lavoro e dai costi associati (impalcature, levigatura, preparazione...) piuttosto che il rivestimento stesso.

Vernici antivegetative: devono essere velenose per impedire alle alghe di aderire allo scafo?

Le antivegetative non sono velenose, ma creano una superficie non amichevole per gli organismi microscopici e impediscono loro di svilupparsi nella vita adulta. Questo è fondamentale per ridurre la crescita di alghe, evitare di trasportare specie non indigene altrove e ridurre le emissioni di gas serra perché una carena sporca consuma di più. L’effetto ambientale dell'antivegetativa deve essere valutato in combinazione con tutti gli altri aspetti e non solo con il rilascio di biocidi. Tuttavia, una parte integrante del DNA di Jotun è costantemente dedicata alla ricerca e lo sviluppo di leganti efficienti in grado di ridurre la necessità di un alto contenuto di biocidi fornendo al tempo stesso una protezione efficace contro le incrostazioni.

Ci sono vernici che non cambiano mai colore?

Tutte le vernici subiranno gli agenti atmosferici se esposte all'ambiente marino e ai raggi UV e mostreranno inevitabilmente alcuni cambiamenti nella lucentezza e nel colore (misurati in cielab). Jotun, con la sua vasta esperienza, fornisce oggi i sistemi di verniciatura top coat (come Megagloss HG) con un ciclo di vita superiore alla media del mercato.

Ci sono colori che sarebbe meglio non usare in mare (ad esempio, il rosso tende a scolorire molto ...)?

È importante che il cliente comprenda le aspettative che si possono avere con alcuni colori. Ad esempio, varianti dell’arancione e del rosso hanno i pigmenti più sensibili alle radiazioni dei raggi UV, seguite da alcuni blu, e si degraderanno più velocemente dei colori chiari come i bianchi.

Ci sono vernici o antivegetative che migliorano l'efficienza di uno scafo?

I prodotti antivegetativi non miglioreranno in modo specifico l'efficienza di un determinato progetto, ma sono fondamentali per evitare di perdere efficienza aumentando la resistenza dovuta a rugosità e incrostazioni.

In questo senso, Jotun è orgogliosa del suo Megayacht Imperial AF, prodotto unico per l’industria degli yacht e basato su leganti sililici che, oltre a prevenire l'incrostazione, fornisce una superficie auto-levigante grazie alla sua tecnologia Hydractive. Il rivestimento in questo modo è reso chimicamente reattivo in modo che venga ridotta la ruvidità della superficie e fornisca uno scafo migliore anche in relazione ai risultati delle prestazioni.

Le ultime notizie di oggi