Home > Regate > Oman Sail > Il titolo del GC32 resta alla portata di Team Oman Air

Il titolo del GC32 resta alla portata di Team Oman Air

 Stampa articolo
Il titolo del GC32 resta alla portata di Team Oman Air
Il titolo del GC32 resta alla portata di Team Oman Air

Il team Oman Air rimane comunque sulla buona strada per rivendicare il titolo del GC32 Racing Tour 2019, una vittoria all'evento finale della stagione nelle acque di casa a Muscat sarebbe il fine di stagione ideale.

advertising

Dopo tre giorni di intense regate in Italia, l'equipaggio è sceso in acqua nell'ultimo giorno di domenica, deciso a distruggere il vantaggio di quattro punti detenuto dallo storico avversario Alinghi. Lo hanno fatto con regate perfette da manuale della vela, che hanno portato il catamarano Oman Air a correre ad alta velocità e vincere le prime tre gare e raggiungere gli svizzeri in testa alla classifica.

Un secondo posto nella penultima gara - con Alinghi quarto - ha portato un vantaggio di due punti e anticipato un finale al cardiopalma. L'ultima prova del Lago di Garda, con il vento in aumento, ha visto spesso Alinghi e Oman Air avvicendarsi in testa alla flotta che a volte erano impegnati in un vero e proprio match-race sul campo di regata, con la squadra svizzera che passa davanti solo nell'ultimo lato per andare a vincere la prova.

Nonostante i due fossero a pari punti dopo ben 19 prove, la Riva Cup è andata ad Alinghi secondo la regola dello spareggio del GC32 Racing Tour.

"È stato fantastico correre oggi con una brezza davvero buona e ottime condizioni per foilare - abbiamo navigato davvero bene, purtroppo aver lasciato scivolare la vittoria nell'ultima gara", ha detto lo skipper Adam Minoprio, che guida l'equipaggio di Oman Air con Pete Greenhalgh, Nasser Al Mashari, Stewart Dodson e Adam Piggott: “Abbiamo iniziato l'evento un po' incerti, non abbiamo avuto un ottimo primo giorno dando ad Alinghi un buon vantaggio, ma è stato bello avere l'obiettivo di poterli inseguire.

Il titolo del GC32 resta alla portata di Team Oman Air
Il titolo del GC32 resta alla portata di Team Oman Air

Abbiamo fatto buoni cambiamenti e ne siamo usciti più forti, li abbiamo usati nell'ultima prova per poterli sconfiggere", ha detto l'asso della Nuova Zelanda. 

Greenhalgh, tattico di Oman Air e trimmer della randa, ha aggiunto: "Era fantastico là fuori oggi. Avevamo un disperato bisogno di fare cinque prove in modo da poter recuperare su Alinghi che era un paio di punti davanti a noi, e siamo stati in grado di farlo e superarli.

"Entrati nell'ultima gara, hanno dovuto batterci e mettere una barca tra noi e loro e, sfortunatamente per noi, ci sono riusciti. Ci hanno preceduto e abbiamo cercato tutte le opportunità per superarli, ma non siamo riusciti a farlo, abbiamo quindi chiuso in pareggio e ci hanno battuto per le regole del tour.

”I pensieri ora vanno al finale di stagione in Oman a Novembre che sarà decisivo, in cui il Team Oman Air - che è anche supportato dalla EFG Private Bank Monaco e gestito da Oman Sail - cercherà di conquistare il titolo del GC32 Racing Tour nelle acque di casa.

Il membro di lunga data di Oman Air, Al Mashari, ha dichiarato: “È ancora tutto molto aperto nel complesso, quindi non vediamo l'ora che arrivi il prossimo evento in Oman, dove mireremo a fare del nostro meglio e possibilmente a vincere l'intera serie - sarebbe bello poterlo fare lì."

L'evento finale e decisivo del GC32 Racing Tour 2019 - la GC32 Oman Cup - si terrà a Muscat dal 5 al 9 novembre.

Le ultime notizie di oggi