Home > Regate > Barcolana > Barcolana 50: iscrizioni a quota 921. Il Nibbio c'é!

Tag in evidenza:

Barcolana 50: iscrizioni a quota 921. Il Nibbio c'é!

 Stampa articolo
Barcolana 50: iscrizioni a quota 921
Barcolana 50: iscrizioni a quota 921

Giornata  di  Bora,  oggi  a  Trieste,  in  attesa  di  Barcolana  50  e  dell’inizio  degli  eventi  collegati,  in calendario  a  partire  da  venerdì  5  ottobre.  Iscritti  a  quota  921,  e  ieri  ha  formalizzato  la  propria  partecipazione anche  il  NIBBIO  di  Pietro  Barcia,  l’unica  barca  presente  a  tutte  le  edizioni  della  Barcolana.  A  Capodistria presentata  nei  giorni  scorsi  la  “Reloaded  Edition”  di  Maxi  Jena:  lo  scafo  si  chiama  adesso  Way  of  Life, l’armatore  è  lo  sloveno  Gaš per  Vincec,  olimpionico  di  Finn  (Atene  2004  e  Pechino  2008):  dopo  un  severo refitting è pronta per la regata. “E se ci fosse poco vento - dice il nuovo armatore - ce la giochiamo”.

Intanto, ha preso il mare per Trieste Nave Gregoretti, il pattugliatore della Guardia Costiera che sarà presente nei dieci giorni di Barcolana: pronti gli eventi in Capitaneria di Porto, che anche quest’anno apre i propri varchi per unire le Rive e la zona del Molo IV.  

Invece, all’Università di Trieste e nella sede dell’Azienda Sanitaria i ricercatori e i dermatologi si preparano alla loro   Barcolana,   una   grande   sfida  di   prevenzione   sanitaria,  organizzata   assieme   alle   principali   aziende farmaceutiche:  analizzare  “sul  campo”,  ovvero  all’ormeggio,  la  pelle  dei  velisti,  informare  e  proteggere  i cittadini e chi va per mare sui potenziali danni del sole. Una grande operazione organizzata dalla dott.ssa Iris Zalaudek: per la prima volta un dispiegamento di forze così imponente per un’unico obiettivo, quello di studiare gli  effetti  sulla  pelle  di  chi  -  come  i  velisti  -  si  espone  tanto  al  sole.  Ne  uscirà  una  ricerca  scientifica,  e  la possibilità per i cittadini di prenotare una consulenza sul tema “nei” nel Villaggio Barcolana.

Allo stesso tempo, al Liceo Petrarca gli studenti che parteciperanno al progetto di alternanza Scuola-Lavoro in Barcolana hanno visto oggi una giornata di formazione a cura di AcegasApsAmga nell’ambito delle attività per la  BarcolanaZeroImpact,  il  grande  impegno congiunto  a  lavorare  per  ridurre  l’impatto  ambientale dell’evento,
favorendo una più efficace raccolta differenziata ed evitando di disperdere i rifiuti. Tutte le attività collegate a questi  obiettivi,  che  vedono  protagoniste  AcegasApsAmga,  il  Comune  di  Trieste,  l’Assessorato  all’Ambiente della  Regione  FVG  e  -  tra  i  partner  di  Barcolana  -  la  Cooperativa  Sole  e  One  Ocean  Foundation  -  saranno presentate lunedì 8 ottobre alle 10.30 all’InfoPoint nel Villaggio Barcolana.

GLI APPUNTAMENTI DI DOMANI:  
Libreria  Slovena  di  Piazza  Oberdan,  ore  10.15:  Conferenza  stampa  delle  iniziative  della  Comunità  slovena  in Barcolana
Palazzo Gopcevich, ore 11 - Conferenza stampa del Comune di Trieste su Barcolana50

CAPITANERIA DI PORTO IN PRIMA LINEA PER BARCOLANA 50: TANTE INIZIATIVE DEDICATE AL PUBBLICO E L’APERTURA DEL CANCELLO PEDONALE RIVE-MOLO IV

La Capitaneria di  Porto di Trieste  parteciperà anche quest’anno  in qualità di partner  ufficiale  alla  50^  edizione  della  Barcolana:  una  partnership  consolidata,  ricca  di  numerosi eventi e iniziative dedicate a tutto il pubblico della regata.

RIVE  APERTE  -  Sarà  nuovamente  aperta  alla  cittadinanza  la  porzione  di  “rive”  adiacenti  alla  sede  di Piazza  Duca  degli  Abruzzi,  l’edificio  storicamente  conosciuto  come  ex  Idroscalo:  in  questo  modo  si collegheranno, a vantaggio dei cittadini e del pubblico della regata, con un unico passaggio pedonale le Rive e il Molo IV.

L’AREA ESPOSITIVA -  Nella porzione di Riva adiacente alla sede della Capitaneria di Porto, i visitatori troveranno un’ampia area espositiva, interna al “Villaggio Barcolana”, composta da uno stand di 100 mq,  realizzato  dall’Ufficio  Relazioni  Esterne  del  Comando  Generale  del  Corpo  delle  Capitanerie  di porto;  al  suo  interno  vi  saranno  due  simulatori  di  navigazione,  che  permetteranno  di  “condurre” virtualmente  una  motovedetta  SAR  e  che  sono  stati  molto  apprezzati,  nella  passata  edizione,  dai diecimila  visitatori  dell’area  espositiva.  Accanto  ad  esso  troveranno  posto  alcuni  mezzi  operativi  e rappresentanti  dei  reparti  specialistici  della  Guardia  Costiera:  un  Rescue  Runner  (moderna  moto d’acqua  per  il soccorso  in  mare),  gli operatori dei  nuclei subacquei,  i  Rescue Swimmer  (soccorritori marittimi allenati per il salvamento in mare anche in condizioni estreme) e un Laboratorio Ambientale Mobile,  che  permette  il  pronto  intervento  in  caso  di  emergenza  ai  biologi  e  ai  tecnici  di  laboratorio della Guardia Costiera, anch’essi presenti a Trieste per illustrare la propria attività operativa.  
Il  tema  principale  di  quest’anno  sarà  l’impegno  della  Guardia  Costiera  in  materia  di  controllo  della filiera della pesca.
Sabato  6  ottobre,  alle  ore  11,  l’area  espositiva  sarà  inaugurata  dal  Comandante  Generale  del  Corpo delle   Capitanerie   di   porto,   Ammiraglio   Ispettore   Capo   Giovanni   Pettorino,   alla   presenza   delle massime autorità regionali e cittadine.  

NAVE   GREGORETTI   -   Durante   l’intera   manifestazione   velica   sarà  ormeggiata   al   Molo   IV   Nave Gregoretti,  pattugliatore d’altura della Guardia Costiera di 60  metri di  lunghezza, specializzato  nelle attività  di   vigilanza   pesca  e   ambientale.   Compatibilmente  con   le   attività  operative  che  dovrà comunque  svolgere  anche  durante  Barcolana,  il  pattugliatore  effettuerà  alcune  uscite  didattiche  in favore di  associazioni di diversamente  abili  –  un  gruppo  potrà  seguire da  bordo, come  già  avvenuto l’anno  scorso,  la  regata  conclusiva  del  14  ottobre  –  e  per  i  cittadini  interessati  che  parteciperanno all’estrazione   di   un   limitato   numero   di   biglietti   premio:   l’estrazione   sarà   effettuata   a   partire dall’apertura dello stand, alle undici di sabato 6 ottobre, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

PROTEGGI LA TUA PELLE DAL SOLE: BARCOLANA E CLINICA DERMATOLOGICA ASUITS ASSIEME ALLE PRINCIPALI FARMACEUTICHE PER SENSIBILIZZARE I VELISTI
SULL’IMPORTANZA DI USARE PRODOTTI E STRATEGIE PER DIFENDERSI DAI RAGGI UVA E UVB

Proteggersi  dagli  effetti  nocivi  dell’abbronzatura  e  prevenire  i  danni  alla  pelle  indotti  dal  sole.  E’  questo  il messaggio  della  Clinica  Dermatologica  di  ASUITS,  che  ha  scelto  Barcolana  per  avviare  una  imponente campagna  di  sensibilizzazione  e  ricerca  scientifica  che  coinvolgerà  le  migliaia  di  velisti  presenti  a  Trieste  in occasione della 50.a edizione della Barcolana.
“Quando vai in barca non dimenticare la crema solare” è il semplice messaggio che la Clinica Dermatologica di Trieste  invia  a  tutti  i velisti,  anche  grazie  alla collaborazione di 11 case  farmaceutiche  - che  assieme e  al di  là della  concorrenza  sul  mercato  -    hanno  scelto  di  sostenere  il  progetto  fornendo  i  prodotti  e  il  finanziamento necessario ad avviare lo screening di ottobre. Scendono in mare, per proteggere la pelle dei velisti, Beiersdorf,
Bionike,  Dermlite,  Fotofinder,  Giuliani,  Heine,  ISDIN,  La  Roche  Posay,  Pierre  Fabre,  Rilastil  e  Unifarco  Spa alleati  nella  sensibilizzazione  e  a  supporto  della  ricerca  scientifica  e  dello  screening  realizzati  dalla  Clinica Dermatologica triestina in Barcolana.
“ Siamo  molto  contenti  di  avviare  questo  progetto   -  spiega  il  presidente  della  Società  Velica  di  Barcola  e Grignano Mitja Gialuz  - siamo tutti velisti, abbiamo tutti ben in mente che proteggersi dal sole è necessario, ma non  sempre  lo  facciamo  nella  maniera  migliore.  Con  l’aiuto  della  Clinica  Dermatologica  avremo  tutte  le informazioni per farlo al meglio, e parteciperemo a uno studio scientifico dedicato all’invecchiamento della pelle a  causa  del  sole.  La  clinica  dermatologica  organizzerà  poi  un  imponente  screening  durante  Barcolana:  i dermatologi saranno a disposizione del pubblico e dei velisti per un “check up nei” gratuito”.

VOGLIAMO  LA  PELLE  DEI  VELISTI
  -  Si  chiama  così  il  progetto  scientifico  che  la  Clinica  Dermatologica  di ASUITS organizzerà durante Barcolana, direttamente sulle rive: si tratta di una sorta di “chiamata alle armi” dei velisti  -  soprattutto  quelli  Over  50  -  per  uno  screening  della  pelle  che  permetterà  ai  medici  di  ottenere informazioni preziose per la ricerca scientifica. Il risultato dello studio permetterà di progredire nella Ricerca, capendo meglio cause e gli effetti dell’azione del sole sulla pelle protetta e non protetta. Il progetto di ricerca si   svolgerà   direttamente   sulle   Rive,   di   barca   in   barca,   vista   la   presenza   in   un   solo   luogo   e contemporaneamente  di  migliaia  di  velisti.  Sarà  operativo  anche  un  questionario  online  che  permetterà  ai Ricercatori di avere informazioni sulle abitudini di esposizione al sole dei velisti.

SCREENING GRATUITO
 - Nel Villaggio Barcolana i medici della Clinica Dermatologica saranno a disposizione del  pubblico  per  un  “check  up  nei”,  un  primo  contatto  per  verificare  la  situazione  della  pelle  di  chi  vorrà partecipare all’iniziativa, ricevendo materiali e consigli.

PRODOTTI NELLA SACCA DELL’ARMATORE
 - Il progetto prevede che le farmaceutiche produttrici di prodotti solari,  che  si  sono  alleate  per  poter  garantire  al  pubblico  di  Barcolana  informazioni  e  materiali  necessari, inseriscano nella sacca dell’armatore i prodotti da lasciare in barca, per evitare di dimenticarsi sempre a casa il  solare.  Tutte   le  sacche  dell’armatore,   le   borse  che  vengono  donate   a  chi  si   iscrive   alla   Barcolana, conterranno infatti materiali informativi e un prodotto solare da tenere in barca.

Barcolana green :   arrivano   gli   ambasciatori   della raccolta differenziata

Oggi  si  è  svolta  la  formazione  dei  ragazzi  in  alternanza  scuola-lavoro  che,  grazie  alla collaborazione  tra  Barcolana  e  AcegasApsAmga,  all’interno  del  Villaggio  sulle  Rive  si faranno portatori del messaggio ecologico di quest’edizione: chi ama il mare ama la terra. Ambasciatori della raccolta differenziata
Chi ama il mare ama la terra  spicca in azzurro cielo sul retro di una maglietta candida come una vela, davanti il marchio ZeroImpactEvent  by  AcegasApsAmga  sottolinea  l’impegno  a  ridurre  l’impatto  ambientale  della  manifestazione:  ecco come riconoscere i circa venti ragazzi petrarchini in alternanza scuola-lavoro che nei prossimi giorni si aggireranno per gli  stand  della  manifestazione  velistica  sensibilizzando  e  consigliando  esercenti  e  visitatori  per  una  buona  raccolta differenziata.
Sono  gli  Ambasciatori  della  Raccolta  Differenziata,  una  task  force  nata  dalla  collaborazione  tra  AcegasApsAmga  e Barcolana  che,  in  tema  con  il  claim  ecologico  di  quest’anno,  daranno  un’ulteriore  spinta  alle  molteplici  attività  che  la multiutility metterà in campo nel Villaggio.  
La collaborazione di tutti per un evento a impatto zero AcegasApsAmga  si  impegnerà  per  la  riduzione  dell’impatto  ambientale  della  manifestazione,  come  evidenziato  dal
marchio ZeroImpactEvent,  ma  è  importante  ricordare  che  strade  più  pulite  dipendono  anche  dalla  responsabilità  di ciascuno  ed  è  quindi  fondamentale  che  tutti  i  partecipanti  all’evento  contribuiscano  alla  sua  riuscita  effettuando  una corretta differenziata ed evitando di disperdere rifiuti.
L’iniziativa  degli  Ambasciatori  nasce  proprio  a  tale  scopo:  oltre  a  incrementare  la  comunicazione  realizzata  da AcegasApsAmga  per  l’evento,  vuole  essere  anche  un  modo  nuovo  e  più  diretto  di  fornire  informazioni  che  potranno risultare utili anche in occasioni future. Inoltre il coinvolgimento degli studenti vuole sottolineare l’importante ruolo delle nuove  generazioni,  nell’apprendere  e  fare  proprie  le  buone  pratiche  ambientali  in  grado  di  salvaguardare il  mare e la terra, soprattutto quando vengono diffuse e condivise.

La formazione degli Ambasciatori
Per conoscere gli strumenti necessari allo svolgimento del ruolo di sensibilizzatori, i 16 studenti del Liceo Petrarca hanno incontrato  presso  il  loro  istituto  oggi,  dalle  14.30,  lo  staff  dei  Servizi  Ambientali  di  AcegasApsAmga  per  un  corso  di formazione  di  alcune  ore.  I  ragazzi  hanno  così  potuto  approfondire  il  tema  della  raccolta  differenziata  in  generale, l’importanza di non disperdere i rifiuti e le iniziative specifiche messe in campo durante il Villaggio.

Il Rifiutologo, l’assistente alla raccolta differenziata Tra gli strumenti che gli Ambasciatori avranno a disposizione il più utile e smart è sicuramente Il Rifiutologo, l’app gratuita
del Gruppo Hera (personalizzata per AcegasApsAmga) di supporto ai servizi ambientali in città, disponibile in download gratuito per smartphone e tablet. L'App consente di:
• conoscere,  digitando  il  nome,  l'esatto  conferimento  di  ogni  materiale,  con  un  database  di  oltre  duemila  voci, riconoscibili anche con lettura del codice a barre;
• inviare  ad  AcegasApsAmga  segnalazioni  georeferenziate  e  arricchite  di  foto,  su  problemi  di  raccolta  rifiuti  o pulizia stradale;
• trovare il centro di raccolta più vicino.

advertising

Le ultime notizie di oggi