Home > Regate > 151 Miglia > Sail Beyond Plastic: una 151 Miglia senza plastica

Tag in evidenza:

Sail Beyond Plastic: una 151 Miglia senza plastica

 Stampa articolo
Sail Beyond Plastic
Sail Beyond Plastic

Una delle grandi novità di quest’anno è senza dubbio il progetto Sail Beyond Plastic, nato in collaborazione con l’associazione Worldrise e con il supporto di North Sails. In occasione dei dieci anni della Regata infatti, abbiamo deciso di festeggiare rendendo omaggio a questo mare, che ogni anno ci ospita nelle sue acque, e promuovendo un’edizione ecosostenibile.

advertising

È ormai evidente che l’accumulo di plastica in mare sia una vera e propria emergenza. Da un’indagine promossa dall’organizzazione Seas at Risk e dall’Unione Europea, si stima che nel solo Mediterraneo ogni anno vengano riversate in mare circa 100.000 tonnellate di plastica. E questo nella sola zona costiera. Un problema che ha un impatto disastroso sull’intero ecosistema marino e, di conseguenza, sull’uomo.

Nel 2018, come 151 Miglia – Trofeo Cetilar abbiamo aderito alla Charta Smeralda, il codice etico promosso dallo YC Costa Smeralda per condividere con i regatanti principi e azioni concrete a tutela dei mari. Nel 2019 abbiamo capito che non bastava più semplicemente aderire, perché è arrivato il momento di agire.

Per limitare il nostro impatto sul fragile e già compromesso ecosistema marino, abbiamo quindi deciso di organizzare il progetto #SailBeyondPlastic, attraverso il quale ci impegniamo ad evitare il più possibile l’utilizzo della plastica, soprattutto quella monouso.
A partire dalla serata inaugurale, tenutasi a Milano il 4 aprile, da Rigoni di Asiago, dove i materiali utilizzati durante la serata, dagli allestimenti, alle posate, piatti e bicchieri, era tutto esclusivamente plastic-free. Così sarà anche per tutti gli eventi legati a questa #151da10, come il Crew Party di mercoledì 29 maggio e il Dinner Party finale, in programma per sabato 1 giugno. Inoltre, quest’anno all’interno delle borse armatore troverete un sacchetto adibito alla raccolta dei rifiuti in plastica prodotti durante la regata. Tutti gli equipaggi che all’arrivo riporteranno a terra la plastica riceveranno un esclusivo gadget firmato North Sails.

#SailBeyondPlastic è un impegno concreto, volto a limitare il più possibile il nostro impatto e quello dei quasi 250 equipaggi (a proposito…siamo a quota 243!) sull’ambiente. Un progetto che non saremmo riusciti a realizzare senza l’aiuto di North Sails e Worldrise, il cui contributo è stato fondamentale per aiutarci a capire quanto le nostre azioni a terra, così come in mare, possano essere pericolose per l’ambiente.

“Tutto quello che ci serve è cambiare rotta, partendo da piccoli gesti quotidiani e scelte individuali.”

Le ultime notizie di oggi