Home > Regate > 151 Miglia > Vela: Partita la 151 Miglia Trofeo Celadrin

Tag in evidenza:

Vela: Partita la 151 Miglia Trofeo Celadrin

 Stampa articolo
Partita la 151 Miglia Trofeo Celadrin, foto Fabio Taccola
Partita la 151 Miglia Trofeo Celadrin, foto Fabio Taccola

Dopo una mattinata in cui a farla da padrone era stata una fitta pioggia, nel primo pomeriggio le condizioni sono migliorate e la mastodontica flotta impegnata nelle 151 miglia del percorso è partita con un vento di circa 10 nodi (255° la direzione) come previsto dal meteorologo Andrea Boscolo di MeteoSport durante il briefing per gli equipaggi che si è svolto a mezzogiorno allo Yacht Club Livorno.

advertising

“La situazione meteo al momento è ancora instabile ed è dovuta a una depressione a Nord delle Alpi, piuttosto stazionaria, e ad un’alta pressione sulla Tunisia che genera il flusso da Ovest che abbiamo vissuto in questi ultimi giorni”, ha spiegato Boscolo. “Questa situazione è in via di transizione e per la fine del pomeriggio è prevista un’attenuazione del vento da ponente”. Gli scafi più veloci della flotta potrebbero quindi ancora trovare tra i 15 e i 20 nodi di vento al passaggio della Giraglia, con groppi e rischi di temporali in attenuazione. Poi, durante la notte e per domani, è prevista una rotazione a Sud, con la possibilità che il vento di gradiente entri in conflitto con le brezze termiche locali. “Una situazione meteo complessa e molto interessante ai fini della strategia di regata”, ha concluso Boscolo.

Al briefing sono intervenuti il Presidente dello Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa Roberto Lacorte, impegnato anche in regata al timone del suo SuperNikka, Alessandro Masini, Presidente dello Yacht Club Punta Ala, il Presidente del Comitato di Regata Sandro Gherarducci, il Presidente dello Yacht Club Livorno Gianluca Conti, il Consigliere Federale con delega alla vela d’altura Fabrizio Gagliardi e Umberto Verna di Safety World, che ha affrontato gli importanti aspetti legati alla sicurezza in mare. Da sottolineare anche la presenza del Sindaco di Livorno Filippo Nogarin, appassionato velista con tanti anni di regate alle spalle, che ha speso parole di elogio per la 151 Miglia-Trofeo Celadrin: “si tratta di un evento unico e molto importante per la città di Livorno, che ha avuto e avrà tutto il nostro appoggio. Avere così tante barche qui è un motivo di orgoglio”.

“Quest’anno sarà una regata impegnativa, le condizioni potrebbero consentire alle barche più grandi di stabilire il nuovo record della 151 Miglia, che ormai resiste dal 2011, quindi lo spettacolo è assicurato”, ha spiegato Roberto Lacorte, che dopo aver ringraziato le autorità locali per la collaborazione, ha sottolineato gli sforzi dell’organizzazione per garantire ai numerosi iscritti la massima assistenza, sia in acqua che a terra.

“Una flotta di quasi 200 barche è difficile da gestire, ma siamo riusciti a non avere problemi e questo grazie a una sinergia totale tra le realtà che contribuiscono all’organizzazione”, ha aggiunto Alessandro Masini. “Credo che il successo di questa regata derivi da tre fattori: la bellezza in sé dell’evento, a partire dalla rotta che è molto stimolante dal punto di vista tecnico e tattico; i servizi e le attività collaterali che forniamo ai partecipanti, unici nel panorama italiano; e infine l’organizzazione di cui parlavo prima, in cui nulla è lasciato al caso e tutto è definito nel dettaglio con anticipo. A Punta Ala stiamo organizzando per sabato sera un dinner party con oltre 1600 persone e – credetemi – non è affatto facile”.

Una volta partite da Livorno – prima il gruppo IRC e a seguire gli ORC International – le barche hanno affrontato una boa di disimpegno al vento, passata per primo da My Song di Pigi Loro Piana, seguito da Pendragon di Nicola Paoleschi, SuperNikka di Roberto Lacorte e Atalanta II di Carlo Puri Negri, e a seguire il suggestivo passaggio a Marina di Pisa, prima di puntare la prua verso il mare aperto, in direzione Giraglia. Una volta doppiato l’isolotto, navigheranno verso le Formiche di Grosseto, ultimo waypoint prima dell’arrivo al Marina di Punta Ala previsto, per le barche più grandi, nella giornata di domani.

Davvero numerosi i volti noti della vela visti questa mattina lungo le banchine del Porto di Livorno e del Porto di Pisa, tra Olimpionici, velisti oceanici ed esperti di Coppa America: da Stefano Rizzi a Mauro Pelaschier, passando per Pietro Sibello, Gabriele Benussi, Francesco Mongelli, Tommaso Chieffi, Gabriele Bruni, Tiziano Nava, Stefano Spangaro, Andrea Fornaro, Alberto Fantini, Roberto Ferrarese, Daniele Bresciano, Ciccio Manzoli, Alberto Bona, Andrea Pendibene, Lorenzo Mazza, Andrea Caracci e i Campioni Europei Junior 470 Matteo Capurro e Matteo Puppo,

Come già anticipato, le prime barche sono attese a Punta Ala per domani mattina con concrete possibilità che il record della regata detenuto da Ourdream Rigoni di Asiago dal 2011 con il tempo di 16 ore e 25 minuti, venga battuto.

Per seguire la regata in diretta sul web, sono attivi sia i profili Twitter, Instagram e Facebook della 151 Miglia (#SicuraMente e #151miglia2016 gli hashtag), che il tracciamento satellitare fornito come sempre da Yellobrick, che sarà incorporato direttamente in home page sul sito www.151miglia.it o visibile su smartphone scaricando l’apposita app per dispostivi mobili dal sito https://www.ybtracking.com

La 151 Miglia-Trofeo Celadrin, una delle principali tappe del Campionato Italiano Offshore, è organizzata da Yacht Club Punta Ala e Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, con la collaborazione di Yacht Club Livorno, Marina di Punta Ala e Porto di Pisa, e con la partnership del main sponsor Celadrin, brand della casa farmaceutica Pharmanutra, di Rigoni di Asiago, SLAM e Acqua San Bernardo.

 

Pharmanutra

Pharmanutra è prima di tutto un gruppo di persone che come tali vivono anche di passione, nel caso in questione quella per la vela. Azienda nutraceutica pisana, dal 2003 Pharmanutra sviluppa prodotti nutraceutici e dispositivi medici voltia soddisfare le esigenze degli sportivi mantenendo sempre alta l’attenzione per le materie prime utilizzate. Un’attenzione che si traduce nel suo prodotto di punta: Celadrin, la crema per articolazioni, muscoli e tendini coadiuvante del massaggio terapeutico.

www.pharmanutra.it

 

Rigoni di Asiago

I valori di una famiglia da sempre attenta alle tradizioni e alla qualità, l’amore per le cose buone, nate nel cuore della natura, la scelta del biologico. Questa è Rigoni di Asiago. La passione per lo sport, quello che rispetta l’ambiente e le sue bellezze, è una passione che nasce dalla terra d’origine, da quell’Altopiano di Asiago dove l’omonima azienda è cresciuta diventando leader incontrastata nella produzione di eccellenze quali Fiordifrutta, Mielbio, Nocciolata e Tantifrutti.  Rigoni di Asiago dedica la sua attenzione anche al mare, simbolo di quella natura nel cuore che da sempre accompagna la sua attività; sarà infatti presente con i suoi prodotti ad una delle più prestigiose regate italiane, quella 151 Miglia che vede veleggiare equipaggi innamorati del mare e animati dal desiderio di affrontare una delle sfide sportive più emozionanti del 2016.

www.rigonidiasiago.com

 

SLAM®

SLAM® è un’azienda specializzata in abbigliamento sportivo tecnologicamente avanzato, creato per la pratica di sport nautici, in grado di aumentare le performance degli atleti. Nel 1979 un gruppo di amici appassionati di vela ha deciso di sviluppare una linea  di prodotti all'avanguardia per aumentare notevolmente il confort e le prestazioni dei velisti.

La passione per la ricerca e l'innovazione, insieme all’apprezzamento da parte dei clienti, non hanno mai smesso di crescere da allora contribuendo a rendere SLAM® la linea di abbigliamento tecnico scelta da alcuni tra i migliori atleti, yacht club ed eventi. SLAM® è fornitore ufficiale di realtà di riferimento nel mondo della vela come lo Yacht Club di Monaco, le regate Maxi Yacht e Swan Cup dello Yacht Club Costa Smeralda, sponsor tecnico del team Azzurra. Ha siglato partnership con Nautor’s Swan, International Maxi Association ed è sponsor di eventi come Barcolana, 151 Miglia e Primo Cup.

www.slam.com

 

 

Acqua S.Bernardo

Acqua S.Bernardo rappresenta la perfetta unione di qualità, tradizione ed eleganza. La sua fonte ha origine nelle Alpi Marittime, a un’altezza di 1.300 m, in un ambiente sano e incontaminato. Conosciuta sin dal 1926 per la sua leggerezza e per le eccellenti caratteristiche organolettiche, dagli anni novanta è anche espressione del design italiano, grazie alla sua inconfondibile bottiglia “gocce”, disegnata da Giorgetto Giugiaro. Ancora oggi icona di stile. Da maggio 2015 è entrata a far parte del Gruppo Montecristo proseguendo la lunga tradizione di qualità e stile tutta italiana.

www.sanbernardo.it

Le ultime notizie di oggi