Home > Istituzioni > UILTrasporti > Uiltrasporti, cabotaggio marittimo: bene il giudizio dell’Antitrust

Tag in evidenza:

Uiltrasporti, cabotaggio marittimo: bene il giudizio dell’Antitrust

 Stampa articolo
Nei bandi del trasporto di cabotaggio marittimo sarà obbligatorio il trasferimento del personale dipendente dal gestore uscente a quello aggiudicatari
Uiltrasporti

Roma, 9 gennaio. “Apprezziamo il giudizio espresso dal Garante per l’Antitrust nel Bollettino 48/2018”.  A dichiararlo per la Uiltrasporti il Segretario generale Claudio Tarlazzi e il Segretario nazionale Paolo Fantappiè, che spiegano: “Nella fattispecie, si è sottolineato come, nei prossimi bandi di gara del trasporto di cabotaggio marittimo nazionale, sia obbligatorio il trasferimento senza soluzione di continuità di tutto il personale dipendente dal gestore uscente a quello aggiudicatario, e dei contratti di lavoro nazionali ed aziendali precedentemente applicati”.

“L’Antitrust ha così definitivamente chiarito l’importanza della clausola sociale per il servizio marittimo in gara –proseguono i due Segretari della Uiltrasporti.

“Ne prendiamo atto con piacere e ribadiamo la fondamentale importanza della tutela occupazionale e salariale di tutti i marittimi coinvolti nelle gare di assegnazione delle concessioni marittime, a partire da quelle già in corso.

“Oltre ad investimenti mirati a migliorare la qualità del servizio marittimo – concludono –   servono regole certe di tutela di tutti i posti di lavoro e dei salari. Su questi temi Uiltrasporti è intransigente e si opporrà fino in fondo nei confronti di tutti coloro che intendessero operare diversamente”.

 

Le ultime notizie di oggi