Home > Istituzioni > Navigo Toscana > Nautica: Assemblea soci NAVIGO, approvato bilancio 2017

Tag in evidenza:

Nautica: Assemblea soci NAVIGO, approvato bilancio 2017

 Stampa articolo
NAUTICA: Assemblea soci NAVIGO. Approvato bilancio 2017
NAUTICA: Assemblea soci NAVIGO. Approvato bilancio 2017

Un premio all’innovazione, intitolato a Luigi Gianneschi, fondatore dell’azienda leader mondiale Gianneschi Pumps and Blowers, uomo di grande carisma e di grande professionalità: un esempio per tutti nella Darsena di Viareggio e non solo, per le doti umane e le qualità di imprenditore. E’ uno dei prossimi impegni di NAVIGO, centro per l’innovazione e sviluppo della nautica che ha tenuto – nei giorni scorsi - l’annuale assemblea generale dei soci per la presentazione e l’approvazione del bilancio 2017 raffrontandolo con quanto previsto dal piano strategico. Atto illustrato ai partecipanti dalla presidente Katia Balducci, dal direttore generale Pietro Angelini e dal cda della società di servizi.
Il premio all’innovazione Luigi Gianneschi sarà un riconoscimento che sarà attribuito alla “migliore idea innovativa del 2018” seguendo le indicazioni care all’imprenditore toscano nella valutazione di un’azienda: idea, innovazione, affidabilità, internazionalità e persone. Una commissione tecnica di cui farà parte anche il figlio Alessandro Gianneschi valuterà, nel corso di un anno, fino a 5 candidature tra le imprese socie di NAVIGO e il vincitore verrà poi premiato nel corso di una cerimonia all’interno della prossima assemblea.
Gli altri aspetti riguardanti le attività di NAVIGO - affrontati nel corso dell’assemblea - riguardano i numeri molto positivi maturati nel periodo 2016 - 2017: un aumento del fatturato pari al 30% e oltre 600 incontri B2B sviluppati nel corso di un anno. Nel settore ricerca e sviluppo, in particolare, NAVIGO è riuscita uscita ad assicurare, in 10 anni di attività, 15 milioni di euro alle aziende attraverso il raggiungimento degli obiettivi su 20 progetti europei, 20 processi di internazionalizzazione, 73 progetti ricerca e sviluppo, 30 piani di micro innovazione, 5 progetti nazionali e 2 protocolli di insediamento.
Contemporaneamente, è stato realizzato l’aumento di capitale e raggiunta la quota prefissata di 150 soci aderenti alla società che qualificano NAVIGO come il network nautico per numeri e fatturati delle imprese più importante d’Europa con quasi 1,5 milioni di euro di valore diretto di produzione e 10 milioni di valore generato fra progetto e attività, per circa 1,5 miliardi di euro del valore dei soci presenti nel capitale. Quattro le macroaree di azione della società (innovazione, internazionalizzazione, eventi e formazione) che dimostrano un andamento in continua crescita e un team affiatato e vincente. Gli obiettivi contenuti nel precedente piano industriale sono stati pienamente raggiunti comprese le attività del Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana di cui Navigo è ente capofila del soggetto gestore Penta.
Un discorso a parte, meritano le iniziative sulla promozione della nautica attraverso l’organizzazione e co-organizzazione di tre tra i principali eventi internazionali dedicati al comparto superyacht che si svolgono in Toscana: YARE, evento business focalizzato sull’after market e sul refit che vede la partecipazione di comandanti di Superyacht, il VERSILIA YACHTING RENDEZ-VOUS, appuntamento internazionale dedicato alla nautica dell’alto di gamma e il prestigioso THE WORLD SUPERYACHT AWARDS di cui Navigo cura il coordinamento e i rapporti con i cantieri navali.
NAVIGO ha 150 imprese socie dirette e 500 aziende nel network attraverso: Distretto Tecnologico della Nautica e della Portualità Toscana, Navigo Sardegna, Navigo Malta. Al suo interno sono rappresentate 4 associazioni di categoria, Camera di Commercio di Lucca, Comune di Viareggio e Provincia di Lucca. E’ il principale referente per gli stakeholder territoriali (banche, associazioni sindacali, società di servizi, pubbliche amministrazioni). 
“Le imprese e gli enti dimostrano grande partecipazione a questa società - sottolinea Katia Balducci, presidente di NAVIGO - perché nel caso delle aziende riesce a dare risposte ad esigenze vere rispetto ai trend del mercato o alla necessità di innovazione e cambiamento. Allo stesso modo, gli organismi pubblici trovano in questa società un referente d’area qualificato. Mai come questo anno, abbiamo ottenuto risultati così solidi ed importanti. Le prospettive sono quelle di diventare una realtà nazionale ed europea riproducendo nel Mediterraneo il meccanismo di aggregazione utilizzato in Toscana nei luoghi dove la nautica è presente nei settori strategici di produzione, refit e marine. Questo per creare un network concreto di contatti per le nostre imprese e allo stesso tempo per posizionare il bacino del Mediterraneo a livello competitivo europeo e mondiale”.
Da parte di Andrea Giannecchini, vicepresidente NAVIGO viene sottolineato il rapporto tra la società e le imprese della subfornitura: “le Pmi del settore trovano nella società un partner affidabile e competente, sia nella relazione fornitore/cantiere sia nei progetti di ricerca e internazionalizzazione. La società ha dimostrato in questi anni di rispondere e supportare coerentemente le  necessità strategiche e di crescita della azienda di fornitura sia in Toscana e in Italia, sia all’estero”.
 

advertising

Le ultime notizie di oggi