Home > Istituzioni > Marina Militare > Marina Militare: la Fregata Espero in sosta a Souda, Creta

Marina Militare: la Fregata Espero in sosta a Souda, Creta

 Stampa articolo
Nave Espero
Nave Espero

25 febbraio - La fregata Espero, della Marina Militare, inserita nel dispositivo aeronavale dell’Operazione Mare Sicuro, è giunta nel porto di Souda, nell’isola greca di Creta, dove sosterà fino a lunedì 26 febbraio 2018.

advertising

La sosta a Souda rientra nell’ambito delle normali attività di cooperazione tra le marine e ha come scopo quello di consolidare i rapporti con le Istituzioni e le Forze Armate del Paese. La sosta permetterà, inoltre, a tutto il personale dell'Unità Navale, prima di riprendere l’impegno in mare e continuare nell’attività di sorveglianza e protezione degli interessi nazionali nel Mediterraneo centrale, di esercitare il proprio diritto di voto in vista delle prossime elezioni politiche.

Nave Espero
Nave Espero

L’Operazione Mare Sicuro, in atto dal 12 marzo 2015, prevede lo schieramento di un dispositivo navale con missione di presenza, sorveglianza e sicurezza marittima nel Mediterraneo centrale, in applicazione della legislazione nazionale e degli accordi internazionali. La presenza del dispositivo aeronavale in alto mare garantisce un`adeguata cornice di sicurezza a tutti i mezzi navali dello Stato, e non, impegnati nelle attività di ricerca, soccorso e pesca.

La fregata Espero, al comando del capitano di fregata Giorgio Ochetto è un'unità appartenente alla Classe Maestrale. Costruita a Riva Trigoso la nave è stata varata il 19 novembre 1983 ed è entrata in servizio il 4 maggio 1985.

La nave ha un equipaggio di circa 160 uomini e donne, comprensivo dei team specialistici della Brigata Marina San Marco e della componente aerea della Marina Militare con un elicottero AB212 imbarcato e possiede una flessibilità di impiego, che la rende efficace in diverse situazioni operative

Nave Espero
Nave Espero

Le ultime notizie di oggi