Home > Istituzioni > Marina Militare > Marina Militare: La fregata Euro si unisce all’operazione Sea Guardian

Marina Militare: La fregata Euro si unisce all’operazione Sea Guardian

 Stampa articolo
Fregata Euro Marina Militare
Fregata Euro Marina Militare

Giovedì 8 febbraio, la fregata Euro della Marina Militare, ha lasciato la Stazione Navale Mar Grande di Taranto, per partecipare all’Operazione Sea Guardian della NATO.

Nei prossimi giorni la nave raggiungerà il porto di Cartagena, in Spagna, per ricongiungersi al gruppo navale NATO. Nave Euro dopo una fase di integrazione e addestramento con le altre navi alleate, lascerà il porto spagnolo martedì 13 febbraio, per iniziare le operazioni di pattugliamento nel Mediterraneo centrale fino al 4 marzo prossimo.

Nata dopo il summit NATO di Varsavia del luglio 2016, l’operazione Sea Guardian è una operazione altamente flessibile che è in grado di assolvere un ampio spettro di compiti nell’ambito della sicurezza marittima che includono la sorveglianza degli spazi marittimi di interesse (Maritime Situational Awareness) e il contrasto al terrorismo marittimo, assicurando nel contempo la formazione a favore delle forze di sicurezza dei paesi rivieraschi (Maritime Security Capacity-Building). Oltre a queste attività, le forze navali assegnate all’operazione possono effettuare attività di interdizione marittima, di tutela della libertà di navigazione, di protezione delle infrastrutture marittime sensibili e il contrasto alla proliferazione delle armi di distruzione di massa.

La fregata Euro, al comando del capitano di fregata Nicolò Pisani, ha un equipaggio di circa 190 uomini e donne, comprensivo di un team di sicurezza della Brigata Marina San Marco e di piloti e specialisti delle componenti aeree della Marina.