Home > Istituzioni > Federazione Italiana Pesca in Apnea > Pesca sportiva: FIPIA scrive alle organizzazioni PNP

Pesca sportiva: FIPIA scrive alle organizzazioni PNP

 Stampa articolo
Pesca apnea FIPIA
Pesca apnea FIPIA

Riceviamo dal segretario FIPIA, Roberto Marelli, la lettera inoltrata dalla FIPIA a tutte le organizzazioni della PNP con la quale si invita il comparto a fare fronte comune per poter rappresentare la categoria della pesca sportiva in modo più incisivo presso le istituzioni.

Riteniamo molto importante l'azione svolta da FIPIA per far valere le ragioni di un comparto molto importante, che non chiede di essere lasciato privo di regole da seguire ma di averne di coerenti con l'attività svolta, in nome di un'attività che nel nostro paese rappresenta un bacino d'utenza tale da rappresentare un'importante fetta di popolazione. FIPIA si dice disponibile ad affrontare il tema dell'unione di più forze, rappresentate dalle diverse organizzazioni che si occupano di pesca sportiva, per conferire al comparto quella rappresentatività necessaria nei confronti della politica.

Di seguito vi riportiamo il testo originale inoltrato dalla FIPIA alle organizzazioni della PNP.

 

Spett.:

Alleanza Pescatori Ricreativi   Pres. Marco Sammicheli                                              

ARCIPesca-FISASUB      Pres. Fabio Venanzi                    

CONFISUB                                                                                       

EFSA ITALIA     Pres. Massimo Brogna                                                          

Enal Pesca                                                                        

FIPO         Pres. Ciro Esposito                                                       

FIPSAS    Pres. Claudio Matteoli                                                    

FITeL       Pres. Giovanni Ciarlone

 

Lettera aperta

Milano 8 Novembre 2015

Amici della pesca non professionale,

non siamo certo ultimi nella stigmatizzazione del metodo con cui si è giunti il 6 ottobre 2015 alla presentazione presso la XIII Commissione della Camera (Agricoltura) del Testo unificato delle proposte di legge C. 338 e C. 339 dell’on. Catanoso (PDL), C. 521 Oliverio (PD) e C. 1124 Caon (Misto, ex Lega), recante " Interventi per il settore ittico".

Non siamo sicuramente gli ultimi neanche nell’opposizione all’introduzione di una licenza per la pesca in mare a titolo oneroso, opposizione più volte manifestata in incontri pubblici e in comunicazioni indirizzate a molti esponenti politici e tecnici, non ultimi il Ministro Martina, il Sottosegretario Castiglione e il Direttore del PEMAC Rigillo.

Come si è visto, ci troviamo alla stregua di tutti Voi, assolutamente inascoltati.

E’ evidente che il metodo fin qui adottato dalle diverse organizzazioni per incidere sulla “politica” ha mostrato la sua inefficacia, così come le audizioni in Commissione o  i colloqui con i singoli parlamentari: nel febbraio di quest’anno alla presentazione del testo unificato tutti insorgemmo; il 6 ottobre vediamo un nuovo testo della proposta di legge nel quale nulla è presente di quanto noi tutti abbiamo suggerito, confutato, stigmatizzato.

Accogliamo quindi positivamente il comunicato stampa del 4 novembre c.a. a firma del Consiglio Federale della FIPSAS. E in questo comunicato vogliamo cogliere la suggestione per un’azione che una volta tanto sia coordinata e comune.

Senza voler escludere quelle organizzazioni delle quali colpevolmente non abbiamo conoscenza e che invitiamo a palesarsi, e senza girarci attorno, invitiamo tutte le organizzazioni in indirizzo, ad un rapido coordinamento per mettere in calendario entro l’anno una riunione tra tutti i portatori di interesse.

Potrebbe essere tardi per questa proposta di legge, ma il metodo adottato dalla “politica” deve essere assolutamente cambiato e anche le organizzazioni della pesca non professionale devono divenire un interlocutore della politica al pari delle organizzazioni della pesca professionale.

Come F.I.P.I.A. diamo sin d’ora l’assoluta disponibilità di calendario e luogo per l’incontro che abbiamo auspicato.

In attesa di un Vostro cortese riscontro porgiamo i nostri più Cordiali Saluti

Per il Consiglio Direttivo F.I.P.I.A.

Fulvio Calvenzi (Presidente)