Home > Costruttori motori > Suzuki > Motori fuoribordo > Suzuki DF40A, il fuoribordo senza patente abituato ai raid

Tag in evidenza:

Suzuki DF40A, il fuoribordo senza patente abituato ai raid

 Stampa articolo
Club del Gommone Milano Raid Gibilterra 2018
Club del Gommone Milano, Raid Genova-Gibilterra-Genova 2018

L’affidabilità dei motori Suzuki, nello specifico quella del “senza patente” Suzuki DF40A, best seller della gamma del costruttore giapponese, sarà ancora una volta messa alla prova. Uno stress test di 2.550 miglia di navigazione lo attende, infatti, per la prossima primavera, quando, nel mese di aprile, assieme a un gommone Marshall m2, diverrà protagonista del raid “Atene 2019” organizzato dal Club del Gommone di Milano, un raid in 10 tappe che da Genova porterà ad Atene per poi terminare, dopo aver risalito il Po, sul Ticino, a Pavia.

advertising

Come tutte le imprese portate a termine dagli appassionati associati del club milanese, Atene 2019 non sarà un cimento sportivo, non si navigherà per battere un record di velocità. La finalità del raid sarà quella di dimostrare, una volta di più, che con un’attenta organizzazione, alternando al timone marinai consapevoli delle tecniche di navigazione e dotati di buon senso, anche con un natante di piccole dimensioni e un motore conducibile da chiunque, si può davvero arrivare lontano

Il Suzuki DF40A, un 40 HP quattro tempi di 941 cc. con architettura a tre cilindri, non è nuovo a tali imprese, avendo già superato con successo altre impegnative prove di durata, raggiungendo mete lontane, tanto da avvalorare la fama di inarrestabile di questo instancabile 40 HP. Basti pensare ai due precedenti raid svolti sotto l’egida del Club del Gommone. Il Suzuki DF40 in due anni ho percorso oltre 4.000 miglia nautiche, per l’esattezza 1.767 nel “Giro d’Italia in gommone” e altre 2.414,2 nel raid “A Gibilterra in gommone”, cioè un totale di 4.181, ben 7.743 km. Lo stesso motore per entrambi i raid, tenuto in forma, pienamente efficiente, dalla sola manutenzione ordinaria programmata, quella che c’è scritta nel libretto di assistenza e senza altri interventi.

Il Marshall m2, il modello d’ingresso alla gamma del rinato cantiere Marshall, è un RIB di 5,50 metri di lunghezza ma soprattutto è un natante che sembra tagliato per chi si volesse avvicinare al diporto: carrellabile, con tanto spazio a bordo, dotato di una carena rigida performante, personalizzabile, robusto. Insomma, un battello di quelli che si possono trovare anche nei noleggi, magari proprio con il Suzuki DF40A montato a poppa, pronto per dare a tutti la possibilità di provare a vivere il mare dal mare, almeno per un giorno.

La distanza del raid da coprire stavolta sarà, come detto, di circa 2.550 miglia e gli equipaggi che si alterneranno in questa lunga staffetta, da Genova ad Atene e poi Pavia, saranno una decina, con alcune alcune frazioni navigate in solitario.

Il raid Atene 2019, annunciato qualche settimana fa, durante il Salone Nautico di Genova, è fase organizzativa, ma sono state delineate le 10 tappe che saranno:

Genova, Napoli - Napoli, Messina - Messina, Roccella Ionica, Gallipoli - Gallipoli, Fanò (GR), Lefkas - Lefkas, Pilos, Capo Malea*, Atene - Atene, Corinto, Corfù - Corfù, Split (Croazia) - Split, Trieste - Trieste, Venezia - Venezia, Pavia.

*Capo Malea (terzo “dito” del Peloponneso) segna il confine fra Mare Ionio ed Egeo.

Le ultime notizie di oggi