Home > Costruttori motori > Suzuki > Suzuki annuncia i risultati finanziari per l’esercizio 2018

Tag in evidenza:

Suzuki annuncia i risultati finanziari per l’esercizio 2018

 Stampa articolo
Risultati finanziari per l’esercizio 2018
Risultati finanziari per l’esercizio 2018

- Incremento del fatturato e contrazione degli utili;

advertising

- I dividendi annuali restano invariati rispetto al precedente esercizio;

- Le previsioni relative al fatturato e al risultato operativo del prossimo esercizio si attestano sugli stessi livelli del 2018

1 - Risultati finanziari dell’esercizio 2018

Il fatturato consolidato dell’esercizio 2018 (da aprile 2018 a marzo 2019) ha registrato una crescita di 114,3 miliardi di Yen (941 milioni di Euro) (+3,0%) rispetto al precedente esercizio, raggiungendo i 3.871,5 miliardi di Yen (31 miliardi di Euro). Il risultato operativo è diminuito di 49,8 miliardi di Yen (398 milioni di Euro) (13,3%) attestandosi a 324,4 miliardi di Yen (2,6 miliardi di Euro), principalmente per effetto del deprezzamento delle monete dei Paesi Emergenti, tra cui la Rupia Indiana, e dell’aumento delle spese varie.

Il risultato della gestione ordinaria è diminuito di 3,3 miliardi di Yen (26,4 milioni di Euro) (0,9%) rispetto all’esercizio precedente, toccando i 379,5 miliardi di Yen (3 miliardi di Euro). Tale riduzione  è stata comunque contenuta grazie ai maggiori proventi finanziari e all’incremento del patrimonio legato agli utili e alle perdite delle società affiliate.

L’utile netto attribuibile agli azionisti della capogruppo è diminuito di 36,9 miliardi di Yen (295 milioni di Euro) (17,1%) rispetto al precedente esercizio e ammonta a 178,8 miliardi di Yen (1,4 miliardi di Euro), a causa di una perdita straordinaria di 81,3 miliardi di Yen (650 milioni di Euro) imputabile a una campagna di richiamo condotta in Giappone.

Per quanto riguarda i dividendi annuali, sebbene l’utile netto attribuibile agli azionisti della capogruppo sia diminuito, la Società ha in programma di corrispondere un dividendo totale relativo all’esercizio 2018 di 74 Yen (0,6 Euro) per azione, uguale a quello del 2017, con un dividendo di fine anno di 37 Yen (0,30 Euro) per azione. Questa scelta è stata compiuta nell’ottica di erogare un dividendo costante nel tempo ed in considerazione del fatto che la flessione dell’utile è dovuta a un evento straordinario, come la perdita derivante da una campagna di richiamo condotta in Giappone.

2 - Risultati operativi consolidati per settore di attività

Nel comparto auto, il fatturato relativo ai mercati stranieri è diminuito rispetto all’esercizio 2017 principalmente per effetto del deprezzamento delle valute dei Paesi Emergenti. Il fatturato relativo al mercato automobilistico è comunque cresciuto di 96,7 miliardi di Yen (774 milioni di Euro) (+2,8%) rispetto all’esercizio precedente raggiungendo i 3.532,5 miliardi di Yen (28,3 miliardi di Euro), grazie all’incremento del fatturato del mercato interno giapponese, dovuto al contributo portato alle vendite dai modelli Spacia e XBEE.

Il risultato operativo è diminuito di 51,3 miliardi di Yen (410 milioni di Euro) (14,4%) rispetto all’esercizio precedente, attestandosi a 303,8 miliardi di Yen (2,4 miliardi di Euro), soprattutto a causa dell’aumento delle spese varie oltre al deprezzamento delle valute dei Paesi Emergenti.

Nel settore motociclistico, il fatturato è cresciuto a 8,7 miliardi di Yen (70 milioni di Euro) (+3,5%) rispetto all’esercizio precedente, raggiungendo i 255,1 miliardi di Yen (2 miliardi di Euro), in particolare per effetto dell’aumento delle vendite in India, in Indonesia e nelle Filippine. Il risultato operativo è invece diminuito di 1,0 miliardi di Yen (8 milioni di Euro) rispetto all’esercizio precedente, attestandosi a 3,6 miliardi di Yen (29 milioni di Euro), a causa principalmente del calo delle vendite dei modelli di grossa cilindrata in Europa.

Nel comparto Marine e nelle restanti attività di Suzuki Motor Corporation il fatturato è aumentato di 8,9 miliardi di Yen (71 milioni di Euro) (+11,8%) rispetto all’esercizio 2017, toccando quota 83,9 miliardi di Yen (671 milioni di Euro). Anche il risultato operativo è cresciuto rispetto a quello dello scorso esercizio di 2,5 miliardi di Yen (20 milioni di Euro) (+16,9%), fino a raggiungere i 17,0 miliardi di Yen (136 milioni di Euro) in virtù del contributo dato alle vendite dal motore fuoribordo DF350A in America del Nord.

Per quanto riguarda il risultato operativo per aree geografiche, il Giappone ha registrato un calo di 10,3 miliardi di Yen (82,4 milioni di Euro) (6,4%) rispetto al bilancio 2017, toccando comunque i 150,8 miliardi di Yen (1,2 miliardi di Euro). In ambito internazionale, l’Europa e il resto del mondo hanno consuntivato risultati positivi rispetto al precedente esercizio, mentre l’Asia è in flessione di 47,1 miliardi di Yen (377 milioni di Euro) (24,6%), attestandosi ai 144,2 miliardi di Yen (1,1 miliardi di Euro).

3 – Previsioni dei risultati operativi consolidati per il prossimo esercizio

Per quanto concerne le previsioni per i risultati operativi consolidati per il prossimo esercizio emerge una situazione di generale incertezza che deriva  anche dal possibile aumento nella tassazione dei consumi in Giappone e delle previsioni economiche relative all’India. Suzuki Motor Corporation ha aspettative di crescita nelle vendite di automobili sul mercato indiano, ma per contro occorre tenere in considerazione le previsioni di rivalutazione dello Yen e un atteso incremento nelle spese di Ricerca e Sviluppo. Di conseguenza la Società si aspetta che il fatturato e il risultato operativo restino sostanzialmente invariati nei prossimi dodici mesi.

Il Gruppo lavorerà all'unisono per riformarsi in ogni settore e perseguire le attività di business, al fine di ottenere risultati migliori di quelli nelle previsioni sotto riportate relative ai risultati operativi consolidati.

Previsioni dei risultati operativi consolidati per l'intero anno fiscale:

Fatturato netto:

3.900 miliardi di Yen (31,2 miliardi di Euro) (+0,7% rispetto all’anno precedente)

Risultato operativo:

330 miliardi di Yen (2,6 miliardi di Euro) (+1,7% rispetto all’anno precedente)

Risultato della gestione ordinaria:

340 miliardi di Yen (2,7 miliardi di Euro) (-10,4% rispetto all’anno precedente)

Utile netto attribuibile agli azionisti della capogruppo:

220 miliardi di Yen (1,8 miliardi di Euro) (+11,9% rispetto all’anno precedente).

Tassi di cambio:

¥ 110/Dollaro USA

¥ 125/Euro

¥ 1,58/Rupia Indiana

¥ 0,77/100 Rupie Indonesiane

¥ 3,40/Baht Tailandese

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909

Suzuki Motor Corporation è uno dei principali costruttori mondiali di automobili, motocicli e motori fuoribordo.

Nel settore automobilistico l’Azienda è attualmente all’8° posto nella classifica mondiale delle vendite (fonte JATO), con oltre 3 milioni di vetture prodotte all’anno, ed è leader sul mercato giapponese nei segmenti Keicar e Passenger car. L’Azienda nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio Suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili.

Nel 1920 l’Azienda viene profondamente riorganizzata al fine di intraprendere il cammino industriale su scala internazionale, prendendo il nome di Suzuki Loom Manufacturing Co.

Nel 1954 l’Azienda diviene Suzuki Motor Corporation Ltd e l’anno seguente, nel 1955, nasce Suzulight la prima automobile a marchio Suzuki, seguita nel 1970 da Jimny serie LJ10, il primo 4x4 compatto.

Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita, anche nei settori dei motocicli e dei motori marini fuoribordo puntando su valori quali l’affidabilità, il design e l’innovazione.

Le ultime notizie di oggi