Home > Comunicazione > Press Mare > GM entra nel business nautico: acquisito il 25% di Pure Watercraft

GM entra nel business nautico: acquisito il 25% di Pure Watercraft

 Stampa articolo
Fuoribordo elettrico Pure Watercraft
Fuoribordo elettrico Pure Watercraft

In data 22 Novembre, la casa automobilistica statunitense General Motors Co. ha acquisito una partecipazione del 25% in Pure Watercraft.

advertising

Fondata nel 2011, Pure Watercraft con sede a Seattle, produce motori elettrici per barche alimentate da batterie agli ioni di litio e utilizza una tipologia di progettazione focalizzata sul plug-and-play che consente a qualsiasi scafo di imbarcazione di utilizzare i propri motori. Il pacco batteria che propone, agli ioni di litio, è gestito termicamente per alte prestazioni e lunga durata, e ha il miglior rapporto fra peso ed energia immagazzinata, rispetto a qualsiasi pacco batteria utilizzato in ambito marine, circa lo stesso di quello del Tesla Model 3.

A valle della comunicazione dell’investimento in Pure Watercraft, le azioni della General Motors Company (NYSE:GM), sono aumentate di oltre il 4,6% dal valore base di USD per azione: 64,48, avvicinandosi ai recenti massimi di USD 65,18 per azione.

Sebbene non siano stati forniti dettagli sull'importo dell'operazione Pure Watercraft, l'accordo fa parte del piano di GM di investire 35 miliardi di dollari nella tecnologia dei veicoli elettrici entro il 2025. La collaborazione combinerà, inoltre, la tecnologia di propulsione marina di Pure Watercraft con l'ingegneria, la catena di approvvigionamento e le capacità di produzione di GM, per sviluppare e commercializzare sistemi propulsivi elettrici a batteria.

"Sulla base degli attuali sforzi di GM per implementare la nostra tecnologia nei settori ferroviario, automobilistico e aerospaziale - ha affermato Dan Nicholson, vicepresidente dell'unità Global Electrification di GM - l'esperienza combinata delle nostre due aziende, dovrebbe tradursi in future offerte di prodotti marini a emissioni zero".

La casa automobilistica General Motors a ottobre ha definito i propri piani di sviluppo che hanno l'obiettivo di raddoppiare le proprie entrate entro il 2030, portandola a essere il leader nelle vendite di veicoli elettrici negli Stati Uniti. GM ha comunicato che rivelerà tutti i prodotti sviluppati dalla partnership con Pure Watercraft solo in un secondo momento.

Fuoribordo elettrico Pure Watercraft
Fuoribordo elettrico Pure Watercraft

I fatti salienti della storia recente di Pure Watercraft

Nel Dicembre del 2018, Pure Watercraft ha rilasciato il nuovo pacco batterie per propulsione marina, progettato per alimentare motori fuoribordo, con una capacità di 8,85 kWh (il 47% in più di capacità rispetto al modello precedente). Il nuovo pacco batteria, progettato da Panasonic (che utilizza celle agli ioni di litio) offre un'elevata densità di energia (energia per libbra), corrispondente a quella delle migliori auto elettriche. Tale nuovo sistema di alimentazione è ottimizzato per l'impiego su motori fuoribordo tra 9,9 e 40 HP, in luogo dell'energia fornita dai combustibili fossili.

Proprio per implementare sia la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologia sia la propria produttività, nel Dicembre del 2020 Pure Watercraft ha ottenuto un finanziamento ottenuto da L37, società di venture capital e private equity, per un totale di 37,5 milion di USD, che segue una iniezione di capitali da 23,4 milioni di dollari ottenuta precedentemente.

Nel Gennaio 2021, Pure Watercraft ha acquisito ELUX Marine per espandere la propria rete commerciale, azienda che resterà focalizzata esclusivamente nell'ambito del diporto nautico con il lancio di sistemi per barche elettriche Pure Watercraft nell'Upper Midwest: è il più grande mercato nautico pro capite degli Stati Uniti, dove gli abitanti nel 2019 hanno speso 924 milioni di dollari in barche (in aumento del 6,5% rispetto all'anno precedente), confermando il trend di crescita costante fatto registrare negli ultimi 10 anni.
Nel Giugno del 2021, Pure Watercraft è divenuta la 55° azienda entrata a far parte di ZETA, la Zero Emission Transportation Association americana con sede a Washington DC. ZETA è la prima associazione nel suo genere sostenuta dal settore industriale che opera per la piena adozione di veicoli elettrici (EV) entro il 2030. La visione di questa “Association” è quella di assicurare la leadership americana nella produzione mondiale di veicoli elettrici, riunendo sotto una comune egida l'industria, i sostenitori e le organizzazioni non governative che spingono per una rapida transizione verso la mobilità a emissioni zero, anche sull'acqua.

Filippo Ceragioli

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare