Jeremy Burlando al GKA World Tour 2021 Tarifa, Foto Samuel Cardenas

Mondiale Kitesurf, Tarifa: l’Italiano Jeremy Burlando fantastico secondo

Sport

02/07/2021 - 18:57
slam
slam

Il GKA Freestyle World Cup Tarifa 2021, che si è svolto dal 22 al 27 Giugno, è stato un grande successo! Per la prima volta i giudici hanno annunciato che, a causa delle condizioni meteorologiche estreme con vento a più di 40 nodi, la gara si sarebbe svolta secondo il formato misto.

Il “Mixed Format”, introdotto nel 2019, è una formula dove viene calcolato il punteggio ottenuto nelle due discipline, Freestyle e Big Air, cioè considerando l’altezza del salto e la difficoltà tecnica di esecuzione. A seconda delle condizioni metereologiche, il coefficiente attribuito a ciascuna categoria viene adattato. Vento leggero: forte attenzione al Freestyle. Buon vento: Mix di Freestyle e Big Air. Vento forte: forte attenzione al Big Air. Quella di Tarifa è stata la prima gara dove si sono verificate le condizioni che hanno permesso di applicare tale formato, da quando è stato introdotto.

I giudici nel Big Air hanno considerato:

-          Altezza e ampiezza del salto, cioè quanto lontano il kiter viene proiettato ed il tempo di volo.

-          Difficoltà tecnica delle manovre.

-          Innovazione.

-          Flusso e stile: inversioni, modifiche, ecc…

-          Kiteloops: salto in fase critica di vento o mare, più il fattore “wow” (in caso il salto non sia considerato ordinario).

Il Mixed Format consente ai giudici di valutare il rider più completo, in grado di esibirsi in qualsiasi condizione, e ha principalmente lo scopo di proteggere gli atleti dagli infortuni e al contempo spingerli fuori dalla loro zona di comfort, coinvolgendo maggiormente il pubblico.

Alvaro Onieva, responsabile dei giudici di gara, ha affermato: “Ricordo che abbiamo avuto condizioni simili a Tarifa 2008, e tutti gli atleti hanno dovuto lavorare duramente con le manovre. Inevitabilmente ciò portò a un declassamento nella qualità delle stesse, quindi sono molto felice di poter adattare il formato alle condizioni meteo più estreme, dando il giusto spazio al Big Air.

È molto importante avere qualcosa che possiamo adattare a tutti i tipi di condizioni. Lo abbiamo sperimentato in passato con lo “strapless”, ed è stato un enorme successo. Ha aiutato il tour a crescere e gli atleti a innovare”

GKA World Tour 2021 Tarifa - Donne

Durante la finale, le donne hanno dovuto attendere l’esibizione degli uomini prima di entrare in acqua, evidenziando un certo nervosismo, dovuto alle condizioni estreme di vento.

Mikaili Sol (Bra), campionessa GKA Freestyle ha affermato: “È più impegnativo mentalmente, ma una volta entrata in acqua, pensi; oh, è stato facile". Rita Arnaus (ESP), ha invece dichiarato: “Era più stressante essere fuori dall'acqua e vedere i ragazzi entrare con quel vento, ma una volta che esci ti rendi conto che puoi gestirlo finché mantieni la sicurezza in te stesso.” La giovane Mikaili Sol (BRA) ha mostrato ancora una volta la sua superiorità, totalizzando oltre 20 punti di media. Senza voltarsi mai indietro, Mika ha seguito la sua strada dritta verso il primo posto sul podio! Anche Pippa Van Iersel (NLD) si è dimostrata veramente in forma, dando filo da torcere alla brasiliana. È riuscita a guadagnare abbastanza altezza nei salti da aggiudicarsi il secondo posto. Hannah Whiteley (GBR) ha mantenuto la sua posizione durante la competizione, gestendo con costanza il punteggio e le manovre, che le hanno dato ciò di cui aveva bisogno, per aggiudicarsi il terzo posto.

Vedere le donne competere a questo livello, ci ha ricordato che gli unici limiti sono quelli che stabiliamo noi, ed il pubblico ha reso omaggio a queste donne incredibili, partecipando numeroso.

GKA World Tour 2021 Tarifa - Uomini

Il forte vento di Levante avrebbe potuto creare non pochi problemi alla competizione ed invece nella finale maschile, i riders hanno preso punteggi stratosferici.

Arthur Guillebert (FRA) si è presentato molto concentrato sin dall'inizio dell'evento, dimostrando di essere in grado di gestire qualsiasi condizione si presentasse. L’acrobata francese non ha sbagliato un colpo, già dalla prima bandiera verde  ha continuato a puntare e poi raggiungere il primo titolo di Coppa del Mondo della sua carriera!

Jeremy Burlando (ITA), l’astro nascente del kitesurf Italiano, ha preso subito il comando dell’evento, pur se giovanissimo, a soli 17 anni, confrontandosi a testa alta con i maggiori kiters mondiali fino a chiudere con un fantastico secondo posto.

Jeremy, benché giovane, è sulla scena internazionale da qualche anno e ha partecipato a diversi tour europei ma solo da quest’anno gareggia nel circuito mondiale. Pratica il Kitesurf dall’età di 9 anni ed allenato, da sempre, dal Papà che lo segue in ogni evento.

In terza posizione si è classificato invece Ewan Jaspan (AUS), che non ha subito minimamente il jet lag del suo viaggio dall'Australia, anzi si è dimostrato da subito reattivo e per nulla intimorito dalle condizioni estreme, impressionando i giudici con la sua tecnica pulita e la sua esplosività.

Il vento superiore a 40 nodi ha regalato a Tarifa un primo evento 2021 al di sopra delle aspettative, i riders hanno dimostrato di essere in gran forma e superare la tensione iniziale. Dopo un anno di stop, la voglia di entrare di nuovo in acqua in una competizione mondiale, ha dato agli atleti una tale scarica di adrenalina, da non far temere loro le condizioni proibitive e un formato di gara completamente nuovo.

Il Big Air ha quindi entusiasmato il pubblico e convinto i giudici che le regole di classe sono ben scritte, garantendo spettacolo per il pubblico e sicurezza per gli atleti.

Di seguito il podio della tappa di Tarifa

Categoria Uomini

1. A. Guillebert (FRA) - 2. J. Burlando (ITA) - 3. E. Jaspan (AUS)

Categoria Donne

1. M. Sol (BRA) - 2. P. Van Iersel (NLD) - 3. H. Whiteley (GBR)

La prossima tappa sarà del GKA World Tour 2021 saràa Sylt, in Germania, dal 17 al 22 agosto, e con tali presupposti lo spettacolo è garantito!

Marco Cristofari

PREVIOS POST
La progettazione e la costruzione dell’AC75 Luna Rossa
NEXT POST
Solaris Cup apre la stagione dello Yacht Club Porto Rotondo