Home > Comunicazione > Press Mare > Surf: un nuovo impianto per onde artificiali in Svizzera

Tag in evidenza:

Surf: un nuovo impianto per onde artificiali in Svizzera

 Stampa articolo
Surfer in azione in uno dei parchi di Wavegarden
Surfer in azione in uno dei parchi di Wavegarden

Dopo circa 2 anni dall’inaugurazione dell’ultimo impianto a Bristol, Wavegarden e Alaïa SA, hanno congiuntamente annunciato, la costruzione di un nuovo Cove a Sion, nel cuore delle alpi svizzere. Un sistema artificiale in grado di generare fino a 1000 onde all’ora, da pareti alte un ginocchio fino a potenti “barrel” di 2,4 m.

advertising

Wavegarden ha costruito un surf park, per i suoi test, presso il centro di ricerca e sviluppo in Spagna, con un estensione di 50m x 80m che sta creando onde non-stop da ottobre 2016. Lo spot pur essendo di piccole dimensioni è in grado di generare onde di ottime qualità, dimostrando che la tecnologia è applicabile ad una molteplice diversità di aree, anche di modeste dimensioni. Controllato da un software molto evoluto, questo innovativo sistema è in grado di produrre un’ampia soluzione di onde sia sinistre che destre, fino ad una massima frequenza di due onde ogni 8 secondi.

Wavegarden a Bristol
Immagine dell’impianto di Bristol aperto nel 2017, foto www.wavegarden.com

L'aggiunta di un Wavegarden Cove, al già impressionante centro sportivo di Alaïa SA è una gradita notizia per i 40.000 praticanti di questa disciplina in Svizzera, ora infatti potranno esercitarsi vicino casa. Il progetto Alaïa Bay darà vita alla prima laguna di surf del mondo in una regione montuosa, altrimenti nota per le sue stazioni sciistiche di altissimo livello.

Sono già iniziate nella zona denominata "Les Iles" (Isole), le fasi iniziali di costruzione della laguna dedicata al surf, che copre 8500 mq, l'apertura al pubblico è prevista per l'inizio del 2021.

La struttura fornirà grandi onde per i surfisti esperti, ma anche onde più piccole per i principianti che possono imparare a fare surf sotto la supervisione di istruttori professionisti. Le aree dedicate al pubblico saranno in grado di coinvolgere anche chi non sarà impegnato a solcare le onde, ed anche per loro, il divertimento è garantito da numerose attività di intrattenimento. Il co-fondatore di Alaïa SA, Adam Bonvin, è lieto di rendere finalmente pubblica questa notizia: "Questo è un momento storico e faccio ancora fatica a capire che il progetto che stavamo sognando, stia effettivamente diventando realtà. I surfisti svizzeri potranno finalmente godersi la loro passione a Sion, nel Vallese.

Wavegarden a Bristol
Wavegarden a Bristol

Questo progetto è perfettamente in linea con il desiderio di diversificare le attività turistiche qui, con un'offerta di 4 stagioni. Ora sarà possibile sciare, fare snowboard, skateboard e surf nello stesso giorno. ”

Il direttore commerciale di Wavegarden, Fernando Odriozola, è altrettanto orgoglioso di questo annuncio: “Una baia creata da Wavegarden nel cuore delle Alpi svizzere sarà un grande richiamo per la regione e siamo orgogliosi di lavorare con il team di Alaïa SA, che condividono la visione della nostra azienda, per portare grandi onde a persone che altrimenti non potrebbero goderne”.

Un impianto per onde artificiali Wavegarden
Un impianto per onde artificiali Wavegarden

Con la recente apertura di una struttura pubblica a Bristol, (www.thewave.com) e presto un'altra struttura a Melbourne (http://www.urbnsurf.com), il 2019 si è rivelato un anno straordinario per Wavegarden. Il 2020 si preannuncia altrettanto impressionante, con progetti in varie fasi di costruzione in Corea del Sud, Brasile, Stati Uniti e Scozia, speriamo di vederli presto anche in Italia.

Marco Cristofari

 

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare