PressMare con Giovanni Soldini nell’Innovation Lab di Maserati

PressMare con Giovanni Soldini nell’Innovation Lab di Maserati

Close

Per la prima volta entriamo nel centro di Maserati, in quell'angolo nascosto dell' Innovation Lab, dove uno dei brand più noti al mondo progetta, studia e costruisce le auto di oggi, ma soprattutto progetta le vetture di domani. L'incontro sancisce la sinergia tra Maserati e Giovanni Soldini, l'italianissimo velista oceanico, non solo in tema di sponsorship, ma dal punto di vista tecnico.

advertising

"Quando sono venuto qua la prima volta ho subito pensato: cosa possono fare questi ingegneri per noi? Qui c'è la tecnologia per rendere più veloce il Multi 70" confessa Giovanni Soldini. Gli è apparso subito chiaro, infatti, che da Maserati, prestigiosa casa automobilistica, factory dell’hi-tech, poteva ricavare molto di più di una sponsorizzazione. Prima la sperimentazione sui foil volanti, che per un multiscafo di oltre 21 metri di lunghezza per oltre 6 tonnellate di peso, e che per di più non naviga in acque piatte ma negli Oceani del globo, non è uno scherzo.

Maserati Multi 70, San Francisco
Maserati Multi 70 vola nella baia di San Francisco ©Erik Simonson

Esperimento tanto riuscito da essere stati copiati da tutti i grandi navigatori francesi a caccia di record sul giro del mondo con i multiscafi. Poi, la soluzione del timone che si alza al primo contatto con un corpo in mare, evitando rovinose rotture, e ora gli studi sull'aerodinamica. Dall'avanzata tecnologia dell'Innovation Lab della casa di Modena si “rubano” gli ingredienti per aumentare la velocità “magari superare o mantenere i 46 nodi già toccati come punta massima", dice Soldini. Di certo non tutti possono contare su laboratori dinamici in cui le sale sono collegate direttamente con il banco di prova dall'altro capo della città, per testare in tempo reale la validità all'atto pratico di  quanto pensato e progettato.

Giovanni Soldini nell'Innovation Lab di Maserati
Giovanni Soldini nell'Innovation Lab di Maserati

Come abbiamo sempre ipotizzato, le affinità tra auto e barche sono molto più strette di quanto non sembri: in entrambe si è alla ricerca della riduzione della resistenza e dell'attrito per correre più veloce. Quali saranno le prossime migliorie su Maserati Multi 70? La chiusura dello spazio tra il boma e il pozzetto, modificare il profilo dell' alloggiamento dei pannelli solari, che rendono il multiscafo energeticamente indipendente per il 90%, e rendere meno resistente all'aria lo strallo del Genoa, ovvero il primo punto di impatto dell'aria sullo scafo. Dove sono incentrati gli studi in collaborazione con Maserati? “ Sullo scafo, perché sulle vele ci sono già aziende superspecializzate al lavoro” ci dice Soldini.

Maserati Multi 70 ©RORC Arthur Daniel
Maserati Multi 70 ©RORC Arthur Daniel

Il calendario regate Maserati Multi 70 per il 2020

Gennaio 2020 - Cape to Rio Race

Febbraio 2020 - RORC Caribbean 600 Race

Marzo 2020 - St. Maarten Heineken Regatta

Aprile 2020 – Maggio 2020 - Record Atlantico (Bermuda – Plymouth)

Maggio 2020 - Record della Manica

Settembre 2020 - Super 8 Race

Ottobre 2020 - Rolex Middle Sea Race

Giovanni Soldini e il team di Maserati Multi 70
Giovanni Soldini e il team di Maserati Multi 70 nell'Innovation Lab

Il palmares di Giovanni Soldini a bordo di Maserati Multi 70

24 ottobre 2016 primo al traguardo della 37a Rolex Middle Sea Race con un tempo di 2 giorni, 1 ora, 25 minuti e 01 secondi, nuovo primato di riferimento dei multiscafi della regata maltese.

Il 3 dicembre 2016 taglia il traguardo al secondo posto nella categoria multiscafi della terza edizione della RORC Transatlantic Race, la prima regata oceanica del binomio Soldini/Maserati Multi 70. Il tempo è di 7 giorni, 8 ore, 44 minuti e 23 secondi

Il 22 febbraio 2017, al termine di una regata tiratissima contro Phaedo3, giunge secondo alla nona edizione della RORC Caribbean 600 Race con un tempo di 1 giorno, 9 ore, 53 minuti e 55 secondi, a soli 13 minuti dal trimarano americano.

Maserati Multi 70 a Londra
Maserati Multi 70 a Londra @Pietro Masturzo

L'11 luglio 2017 conclude terzo con un tempo di 4 giorni, 12 ore, 48 minuti e 55 secondi la Transpac Race da Los Angeles a Honolulu battagliando con Phaedo3 e Mighty Merloe, due multiscafi statunitensi, fino a quando un UFO, un oggetto galleggiante non identificato, distrugge il timone di destra di Maserati Multi 70. Nonostante ciò una bella regata.

Il 23 febbraio 2018, porta a termine la Hong-Kong - Londra in 36 giorni, 2 ore, 37 minuti e 2 secondi, riducendo di ben 5 giorni il precedente record della traversata, appartenuto a Gitana, nonostante costretto a uno stop forzato per rimettere in sesto l'imbarcazione dopo un’avaria. In totale 13.000 miglia nautiche, durante le quali ha tenuto medie monstre, fino a 644 nm/24h.

A ottobre 2018 partecipa e arriva primo fra i multiscafi e anche primo assoluto alla 39ª edizione della Rolex Middle Sea Race, tagliando il traguardo dopo 2 giorni, 11 ore, 54 minuti e 58 secondi.

Il 1º dicembre 2018 è primo al traguardo della quinta edizione della RORC Transatlantic Race, con un tempo di 6 giorni, 18 ore, 54 minuti e 34 secondi.

A febbraio 2019, Giovanni Soldini e Maserati Multi 70 partecipano all’undicesima edizione della RORC Caribbean 600, chiudendo la regata al primo posto, stabilendo il nuovo record per i multiscafi: 1 giorno, 6 ore e 49 minuti.

Emanuela Di Mundo