Home > Comunicazione > Press Mare > Effetto Wow! World premiere in Toscana per il ClubSwan 36

Tag in evidenza:

Effetto Wow! World premiere in Toscana per il ClubSwan 36

 Stampa articolo
World Premiere, ClubSwan 36 ph.G,Luzzatto/Pressmare©
World Premiere, ClubSwan 36 ph.G,Luzzatto/Pressmare©

Marina di Scarlino, 3 maggio 2019 - Si è svolta in Toscana, presso la marina di Scarlino che condivide con Nautor’s Swan la proprietà di Leonardo Ferragamo, la prima mondiale dell’attesissimo ClubSwan 36, un numero iconico per il cantiere finlandese, poiché Tarantella, il primo Swan in assoluto, fu appunto un 36 piedi progettato da Sparkman&Stephens.

advertising

Il ClubSwan 36 è una barca di cui si è parlato molto, sono stati mostrati molti rendering ma era la prima volta che poteva essere vista dal vivo. https://www.pressmare.it/en/shipyards/nautor-s-swan/2018-10-24/swan-one-design-looks-ahead-with-the-new-clubswan-36-17291

Possiamo tranquillamente dire che l’effetto WOW!!c’è tutto e la barca ha destato molto interesse da parte degli armatori e degli equipaggi (tra cui molti nomi importanti del professionismo, si sono visti Jochen Schuemann e Ken Read).

Il Vicepresidente di Nautor, Enrico Chieffi, l’ha definita “una pure racing machine, non una barca come le altre” nel congratularsi con il designer Juan K. salito sul palco assieme a Leonardo Ferragamo “La nostra bravura è stata di sceglierlo, ma il lavoro lo ha fatto lui” ha concluso Chieffi.

World Premiere, ClubSwan 36 ph.G,Luzzatto/Pressmare©
World Premiere, ClubSwan 36 ph.G,Luzzatto/Pressmare©

Questa nuova barca consolida la linea ClubSwan, la scuderia corse di Nautor, dedicata ai gentlemen drivers che cercano l’essenza dello yachting. Caratteristica principale è certamente il foil a C, che lavora in associazione con la pinna di deriva, molto sottile “e non fatta soltanto per reggere il bulbo” come ha sottolineato Juan K nell’incontro con i giornalisti. Lasciando così intendere che di bolina sotto carico la pinna subisce una leggera torsione che permette un miglior angolo di attacco rispetto al flusso idrodinamico. Caratteristica interessante è la motorizzazione elettrica studiata da Torqeedo e basata su batterie sviluppate da BMW.

La barca affronterà i primi test in mare nel Golfo di Follonica nel corso delle prossime settimane. Al momento ci sono già ordini a due cifre mentre da tutto il mondo arrivano richieste di provarla. Il costo sarà di € 385.000 cui vanno aggiunte vele ed elettronica, per un piccolo missile accreditato di velocità di 18 nodi al lasco.

Giuliano Luzzatto
@gluzzatto

Le ultime notizie di oggi