Home > Comunicazione > Press Mare > Arcadia A105: un superyacht di lusso rispettoso dell'ambiente

Arcadia A105: un superyacht di lusso rispettoso dell'ambiente

 Stampa articolo
Arcadia A105
Arcadia A105. Credits Alberto Cocchi

Si dice che il lusso, o meglio la sua percezione, corrisponda a un grado di perfezione di un bene tale da essere avvertito all’unisono dai nostri sensi. Coordinati però da un sesto senso: quello psicologico, in armonia con la cultura e il momento storico.
È questo il caso dell'Arcadia A105: un superyacht al passo con i tempi, rispettoso dell'ambiente, dalle forme armoniche, senza orpelli e che permette di godere del contatto con il mare e della vita all'aria aperta.

Arcadia A105
Arcadia A105. Credits Alberto Cocchi

Presentato in anteprima mondiale durante l'ultimo Cannes Yachting Festival, l'A105 fa parte della gamma storica "A", la prima e più caratterizzante classificazione del cantiere Arcadia Yachts che si compone oggi di cinque modelli: A85, A85s, A100, A105 e A115.

Il concept dell'A105 è stato sviluppato in collaborazione con lo studio milanese Hot Lab; le linee “mascoline”, sfaccettate e nette che rappresentano il tratto caratteristico del Cantiere, sono state interpretate per sviluppare ulteriormente gli spazi di convivialità e quelli all’aperto. Ma l’unicità della filosofia progettuale del Cantiere risiede nell'acuto utilizzo di pannelli solari integrati, che permettono di ridurre l’uso dei generatori esaltando i suoni della natura circostante quando ci si trova in rada. L’ampio utilizzo di soluzioni vetrate all’avanguardia ad altissimo isolamento termico testimonia, inoltre, la volontà del Cantiere di perseverare la strada green.
Questo sistema avanzato ed ecologico di pannelli solari, ciascuno composto da centinaia di celle fotovoltaiche, fornisce una potenza di 4,2 kw sufficiente per alimentare molte attrezzature e impianti elettrici (come frigoriferi, circolazione dell'acqua, servizi igienici, luci, A/V, elettronica) mentre le batterie si ricaricano.
L'uso dei pannelli solari integrati nella sovrastruttura non è solo innovativo dal punto di vista funzionale ma anche di quello estetico, poiché caratterizza le forme degli yacht Arcadia rendendoli unici nel loro genere.

Arcadia A105
Arcadia A105: vista superiore. Credits Alberto Cocchi


L’A105 è un superyacht totalmente progettato dall'interno verso l'esterno, con balconi e finestrature scorrevoli che creano l'esclusivo fascino di uno yacht immerso nel blu del mare e del cielo.
La convivialità, la trasformabilità e il relax a bordo diventano punti cardine del progetto: l’aft deck permette di ospitare fino a dieci persone comodamente sedute per una cena formale, mentre nella zona lounge c'è spazio per altri dodici ospiti. Quest’ultima area può trasformarsi in un ulteriore spazio per la cena, offrendo quindi all’armatore la possibilità di ospitare oltre venti persone.

Arcadia A105
Arcadia A105: aft deck. Credits Alberto Cocchi


La possibilità di trasformazione è presente anche nell'intero ponte superiore, dove spazi interni ed esterni si fondono, creando un’ulteriore area relax di 65 metri quadri complessivi. La convertible skylounge di quasi 30 metri quadri, sfruttabile per 365 giorni all’anno grazie alle finestrature Up&Down, si apre a poppa verso la sunlounge dalla caratteristica forma ottagonale. Con i suoi 35 metri quadri di superficie, questa zona non solo regala un ulteriore spazio conviviale a diretto contatto col mare, ma ripara al tempo stesso l’intero aft deck.

Arcadia A105
Arcadia A105: convertible skylounge. Credits Alberto Cocchi


Arcadia A105
Arcadia A105: sunlounge. Credits Alberto Cocchi

La prima sensazione una volta nel main saloon è che l'interior design è giocato sulle riflessioni e sui contrasti che delineano anche le diverse funzioni degli ambienti. La sezione centrale delineata dalla presenza di moquette scura, ad esempio, è dedicata ad accogliere gli ospiti, mentre le fasce laterali con pavimentazione e cielini chiari individuano i passaggi per muoversi a bordo.
Il gioco di riflessi dona agli spazi interni un’enorme quantità di luce e contribuisce ad allargare percettivamente gli interni.
Essenze di legno pregiate e inusuali, laccature perfette, movimentati giochi di acciaio e pelle, rendono lA105 un esempio di unicità che richiama yacht di dimensioni maggiori.
Molto particolare è la play room situata a prua con tavolino e sedute centrali. Questo spazio è inondato di luce naturale grazie alle vetrate che costituiscono l’intera copertura di questa zona.

Arcadia A105
Arcadia A105: main saloon. Credits Alberto Cocchi


Arcadia A105
Arcadia A105: play room. Credits Alberto Cocchi

Il rapporto diretto con l’ambiente circostante e il costante dialogo tra spazi interni ed esterni vivono sull’A105 un’ulteriore evoluzione rispetto agli yacht precedenti.
L’ingresso al salone dall’aft-deck è attraversato da una scenografica parete vetrata disposta trasversalmente, attraverso la quale la luce filtra senza soluzione di continuità, ampliando ulteriormente la sensazione di spazio. Gli stessi elementi strutturali, come la scala che porta all’upper deck i cui gradini quasi fluttuano nell’aria, sono pensati in modo tale da non creare alcun impedimento alla vista. Un concetto che ritroviamo anche nell'arredo, dove i mobili utilizzati sono volutamente bassi.

Al lower deck si può accedere tramite tre diverse scale: una riservata all'armatore, una per i suoi ospiti e una per l'equipaggio al fine di aumentare il livello di privacy e non ostacolare i percorsi. Sia la master cabin sia le cabine ospiti sono sempre giocate sui contrasti e sulle riflessioni. Sono previste diverse configurazioni per l'area ospiti, tra cui due ampie cabine VIP con letti a madiere e una guest cabin, oppure una spaziosa cabina VIP e due guest con letti gemelli.

Mariateresa Campolongo

Arcadia A105
Arcadia A105: master cabin. Credits Alberto Cocchi


 


 



 

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare