Home > Comunicazione > Press Mare > Marco Carpinello su Alive vincitore della Rolex Sydney Hobart

Marco Carpinello su Alive vincitore della Rolex Sydney Hobart

 Stampa articolo
Marco Carpinello a prua (foto di repertorio, ©Enfant Terrible-Zerogradinord)
Marco Carpinello a prua (foto di repertorio, ©Enfant Terrible-Zerogradinord)

La notizia era nell’aria, nella notte italiana è arrivata l’ufficialità da parte del Cruising Yacht Club of Australia, organizzatore della regata. Il Reichel/Pugh di 66 piedi Alive (fu varato come Black Jack) è il vincitore assoluto della 74^ Sydney Hobart, salendo così sul gradino più alto del podio per ricevere l’ambita George Adams Tattersalls Cup.

advertising

Svetta il tricolore sull'impegnativa regata australiana grazie a Marco Carpinello, come sempre prodiere, questa volta nell’equipaggio di Alive. Carpinello, già campione mondiale ORC nel 2015 su Enfant Terrible, nello stesso anno sul Cookson 50 Mascalzone Latino aveva sfiorato per soli 9 secondi la vittoria di un’altra classica dell’altura internazionale di 600 miglia: la Rolex Middle Sea Race. Anche se per ragioni pratiche vengono in genere citati solo i nomi di skipper e armatore, Carpinello è un velista ben conosciuto nel mondo dello yachting di alto livello e da oggi potrà aggiungere al suo palmares anche questa vittoria dal sapore unico.

Alive, quinto in tempo reale al traguardo, ha vinto sia con il tempo corretto in IRC – il sistema scelto per determinare il vincitore assoluto – che con il calcolo effettuato con l’ORC. Seconda posizione in entrambe le classifiche e sesta sul traguardo una barca gemella, Wild Oats X (sempre di proprietà della famiglia Oatley, armatori dello yacht primo in tempo reale) che ha regatato con un equipaggio interamente femminile come Ocean Respect Racing, per contribuire a diffondere il messaggio circa la protezione e sostenibilità degli oceani.

G.L.

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare