Home > Comunicazione > Press Mare > Porto Carlo Riva, Rapallo: nuove foto dei danni dopo la mareggiata

Tag in evidenza:

Porto Carlo Riva, Rapallo: nuove foto dei danni dopo la mareggiata

 Stampa articolo
Porto Carlo Riva, Rapallo
Porto Carlo Riva, Rapallo: nuove foto dei danni dopo la mareggiata di ieri

Era già successo il 6 novembre del 2000 e a distanza di quasi 18 anni esatti, purtroppo, il Porto Turistico di Rapallo ha dovuto di nuovo fare i conti con una mareggiata devastante. Ieri nel pomeriggio la diga esterna del marina intitolato a Carlo Riva, padre della nautica di lusso, investita da un vero e proprio fortunale proveniente da Sud Ovest, non ha resistito alla forza delle onde. Il muro paraonde della diga foranea sud che proprio a seguito del fatti del 2000 era stato innalzato per difendere meglio la struttura portuale, è crollato nella sua porzione centrale, consentendo al mare di scaricare tutta la propria furia sulle barche che erano all’ormeggio, facendone strage.

Porto Carlo Riva, Rapallo
Porto Carlo Riva, Rapallo: nuove foto dei danni dopo la mareggiata di ieri

Diversi marinai e comandanti saliti a bordo delle imbarcazioni presenti nel porto, hanno coraggiosamente cercato di contrastare la furia del mare manovrando disperatamente gli yacht in balia, ma senza riuscire a salvare le barche, molte delle quali gettate quasi nel parco pubblico della cittadina ligure, che sta oltre la spiaggia attigua al marina. Fortunatamente nessuno di loro si è fatto male. Lo spettacolo che raccontano le immagini di stamani è eloquente, ma evidentemente non rende appieno le dimensioni del disastro, stimato in diversi milioni di euro, probabilmente oltre i 10. Oltre agli ingenti danni causati alle strutture, il fortunale di ieri ha infatti disintegrato diverse barche, yacht e superyacht, ne ha semi affondate delle altre e ha comunque causato rotture su molti degli scafi presenti nel Porto Carlo Riva. Fra gli sfortunati proprietari che hanno perso la propria unità ci sarebbe anche Pier Silvio Berlusconi, armatore del Custom Line Navetta 37 “Suegno”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare