Home > Comunicazione > Press Mare > Naufragio a Imperia: Arianna, 12 anni, guida i soccorsi e salva la famiglia

Naufragio a Imperia: Arianna, 12 anni, guida i soccorsi e salva la famiglia

 Stampa articolo

Motovedetta CP
Motovedetta CP

advertising

Alle 21,10 di ieri un may day viene lanciato via VHF: a 13 miglia a Sud di Imperia c’è una barca in difficoltà, il mare è impegnativo e inizia a imbarcare acqua. A parlare con gli uomini della Capitaneria di Porto subito allertati c’è Arianna, 12 anni, che assieme ai suoi fratelli di 11 e 14, e al padre stanno cercando di raggiungere la costa ligure dopo essere partiti dalla Corsica. La giovane, nonostante la situazione a bordo, aggravata dal buio che sta inesorabilmente calando, senza battere ciglio dà la posizione esatta di dove si trova la barca in quel momento e poi continua a mantenere il contatto radio con gli uomini del soccorso, metre il resto della famiglia cerca di controllare la situazione a bordo, avviata a divenire però fuori controllo.

“Siamo rimasti stupiti dalla lucidità di Arianna – ha raccontato il Capitano di Fregata Luciano Pischedda, una volta che tutti gli occupanti dell’imbarcazione sono stati tratti in salvo – che non si è persa d’animo e ha continuato a mantenere il contatto radio senza abbattersi, nonostante le difficoltà. Ha avuto sangue freddo come e più di una persona adulta, riuscendo a gestire la crisi dimostrando grande maturità, anche quando il papà ha deciso di abbandonare l’imbarcazione, portando i figli in salvo a bordo della zattera di salvataggio.”

I naufraghi sono stati recuperati poco prima della mezzanotte e trasportati per controlli all’ospedale, ma le loro condizioni di salute sono ottime.

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare