Home > Comunicazione > Press Mare > Carla Demaria: "L’Italia va promossa a 360°"

Carla Demaria: "L’Italia va promossa a 360°"

 Stampa articolo

Carla Demaria: L’Italia va promossa a 360°

Carla Demaria al
Carla Demaria al "CEO Roundtable" fra donne manager leader nel proprio settore, per promuovere il contatto tra il top management di Olanda e Italia

advertising

Roma è una città che non sai mai cosa ti aspetti. Girando l’angolo può capitarti di incontrare il Papa, come il più interessante degli artisti di strada. Santo Padre a parte, forse accade anche in altre capitali, ma a Roma succede anche che il primo possa accennare una canzone e il secondo recitare un sermone. Per puro caso, salendo a Villa Borghese, ci imbattiamo in Carla Demaria, Presidente di UCINA Confindustria Nautica e dei Cantieri Monte Carlo Yachts. C’è qualche evento nautico che ci siamo persi? No, poiché siamo a Roma e Carla Demaria sta andando all'Istituto Reale Olandese a rappresentare l’Italia in occasione della visita di Stato di Re Willem Alexander e della Regina Máxima dei Paesi Bassi. In primo luogo scatta l’orgoglio nazionalistico, poi anche la curiosità.

 

Presidente ci ha spiazzati, di che si tratta? 

“Ma che ci fate qui? - risponde anche lei sorpresa di vederci - Non abbiamo comunicato su questa cosa alla stampa!” Poi prontamente ci spiega che parallelamente alla visita di stato dei Reali, ha avuto luogo un’ampia missione commerciale guidata dal Ministro del Commercio estero olandese, Lilianne Ploumen. In quest’ambito è stato organizzato il CEO Roundtable fra donne manager leader nel proprio settore, per promuovere il contatto tra il top management dei due Paesi.

Chi c’era a rappresentare l’Italia?

La Vice Presidente di Confindustria, Licia Mattioli, con il Direttore Area internazionalizzazione del Sistema, Camilla Cionini Visani, Elisabetta Belloni, la prima donna Segretario generale della Farnesina, Magda Bianco della Banca d’Italia (Titolare del Servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio e membro del Comitato per la Corporate Governance dell’OCSE, ndr), l’Amminsitratore delegato di Trenitalia, Barbara Morgante, Stefania Brancaccio di Coelmo (generatori industriali e marini, Reggente Banca d’Italia presso la sede Banca d’Italia Napoli e Membro dell’Advisory Board Federmeccanica, ndr), Mariacristina Gribaudi di Keyline (azienda di famiglia specializzata nella progettazione e realizzazione di chiavi porta e chiavi auto, macchine duplicatrici per chiavi e tecnologia transponder, ndr), l’Avvocato Catia Tomasetti dello studio Bonelli Erede.

Su quali temi vi siete confrontate?

L’economia circolare - quella per intenderci della trasformazione di scarti e materiali a fine vita, non in rifiuti, ma in materie prime seconde - e l’inclusione delle donne nel mercato del lavoro.

Sicuramente il primo è più vicino ai temi nautici che trattiamo tutti i giorni...

Sono entrambi importanti, perché riferibili alla responsabilità sociale delle aziende. La prima è una questione che dobbiamo sentire nelle nostre industrie, verso le persone che lavorano con noi e le future generazioni.

E’ stato interessante?

Un incontro di alto profilo al quale sono stata onoratissima di essere stata invitata. E’ poi anche questo un modo, magari meno convenzionale, per promuovere la nostra UCINA Confindustria Nautica al fine di rappresentare al meglio i Soci e i loro interessi. L'Italia va promossa a 360°, in ogni ambito, qualsiasi sia l'occasione

Le conclusioni quali sviluppi avranno?

Nel corso del ricevimento di questa sera (21 u.s., ndr), saranno presentare alla Coppia Reale e al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

 

 

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare