Home > Comunicazione > Press Mare > Gaeta: inaugurazione del Monumento al Sommergibilista

Gaeta: inaugurazione del Monumento al Sommergibilista

 Stampa articolo
Gaeta, Cerimonia di inaugurazione del Monumento al Sommergibilista
Gaeta, Cerimonia di inaugurazione del Monumento al Sommergibilista

Ieri sabato 22 aprile, in occasione del 2° “Raduno dei Sommergibilisti”, si è tenuta sul lungomare Caboto a Gaeta la cerimonia di inaugurazione del “Monumento nazionale al Sommergibilista”, rappresentato dalla torretta dall’ex sottomarino denominato “R12” della Regia Marina.

Il corteo della Marina Militare Italiana, che ha visto il raduno di oltre 500 sommergibilisti provenienti da tutta Italia, è partito dall’ex Caserma Cosenz per poi arrivare all’arsenale della Marina Militare Italiana nei pressi della Base Nautica Pol/Nato per l’inaugurazione del Monumento.

Alla cerimonia hanno presenziato il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Ammiraglio Walter Girardelli, il Sindaco di Gaeta Dott. Cosmo Mitrano, il Presidente nazionale Anmi Paolo Pagnottella e quello di Gaeta Paolo Manzi, l’Arcivescovo di Gaeta Monsignor Luigi Vari. Madrina della cerimonia, la signora Magnani figlia di Tommaso Magnani Ufficiale in Seconda del Regio Sommergibile "Tembien” affondato il 2 agosto del 1941 nelle acque dell’isola di Malta.

“E’ importante mantenere vivi il ricordo, la vicinanza e l’affetto verso una componente fondamentale per la Marina Militare – ha dichiarato il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Ammiraglio Walter Girardelli - i sommergibili attuali sono tecnologicamente avanzati e rappresentano un valore aggiunto e una innovazione tecnologica di cui l’Italia deve essere fiera”

“Siamo sempre stati all’avanguardia nel riconoscere il valore dei nostri caduti e la Marina ci ha sempre sostenuti in questo nostro impegno – ha commentato il presidente nazionale Anmi Paolo Pagnottella - oggi siamo riusciti a realizzare un vecchio sogno di tutti noi che abbiamo prestato servizio a bordo dei sommergibili e per questo dobbiamo ringraziare la Città di Gaeta”

A. M.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare