Home > Comunicazione > Press Mare > Comune di Viareggio: presentato il Versilia Yachting Rendez-Vous

Comune di Viareggio: presentato il Versilia Yachting Rendez-Vous

 Stampa articolo

Versilia Yachting Rendez-Vous - Il Comune di Viareggio: vorremmo diventasse strutturale

Viareggio
Viareggio

Si è svolta presso la Commissione Turismo del Comune di Viareggio la seduta pubblica nella quale sono stati presentati i primi elementi che caratterizzeranno il Versilia Yachting Rendez Vous, la manifestazione fortemente voluta da Nautica Italiana la cui prima edizione si terrà dall’11 al 14 maggio prossimi. Per le istituzioni era presente il vicesindaco del Comune, Valter Alberici, che ha sottolineato che si tratta di un evento molto importante per la città e che “pur essendo un anno zero, vorremmo diventasse strutturale. Per questo nelle settimane scorse abbiamo lavorato molto con la rete Navigo (soggetto gestore del distretto tecnologico della Toscana, ndr), la Regione e i soggetti interessati, come Autorità portuale e Capitanerie di porto”. Alberici si è spinto anche oltre, dichiarandosi “convinto di poter gestire direttamente l’evento, insieme allo stesso Navigo, a partire dal 2018”. In assenza di Fiera di Milano, formalmente organizzatore dell’edizione 2017, è stato proprio il Direttore della rete toscana, Pietro Angelini, a spiegare che sono attese ben sessanta imbarcazioni, localizzate nelle darsene Azimut-Benetti. Via Coppino, la celebre strada dei cantieri, invece, rappresenterà la "via del lusso, come via Montenapolone a Milano", in cui i visitatori potranno trovare i migliori ristoranti, i negozi e i grandi marchi. Previsti anche eventi collaterali di alta cucina e una cena a inviti. Circa la disponibilità dei posti barca necessari per liberare gli spazi di Viareggio, è stato annunciato che l’associato di Nautica Italiana, Marina Cala dei Medici, ha dato la disponibilità ad accogliere le barche che dovranno lasciare gli ormeggi.

“Siamo abituati a lavorare con gli atti e appena ci sarà una definizione formale potremo lavorare a un protocollo tra Comune e Regione” – ha aggiunto Alberici - “e quando avremo un quadro più definito daremo informazioni più complete, sia sui costi e sull’organizzazione”. Il Vice Sindaco ha però richiamato tutte le istituzioni alle loro responsabilità. “Se da un lato siamo pronti ad accogliere il Versilia Yachting Rendez-Vous, avendo mosso i necessari passi organizzativi, dall’altro ribadisco che il Comune non è in grado di mettere neanche un euro. Abbiamo quindi bisogno di passi formali, a oggi mancanti, sia da parte della Regione sia del Ministero dello Sviluppo Economico. Non bastano le dichiarazioni del Sottosegretario Scalfarotto alla stampa”. Alberici ha però precisato che il Comune ha già ragionato con la Regione sulla possibilità di un suo intervento finanziario che dovrebbe non avere solo carattere promozionale, ma anche di intervento di sistemazione delle darsene interessate.

Non sono mancate alcune obiezioni. La Capogruppo del M5S a Viareggio, Annamaria Pacilio, è intervenuta per chiedere, “in considerazione del fatto che la Fiera di Milano è commissariata, chi sarà l'interlocutore del Comune”, oltre a domandare chiarimenti sul ruolo e gli impegni economici della Regione. Il consigliere Massimiliano Baldini - capogruppo del Movimento cittadini, ha richiesto "su quale base sia stata effettuata la scelta di Fiera di Milano e se l'organizzazione potrà contare sulle risorse del MiSE”. Il consigliere leghista Alfredo Trinchese ha auspicato che l’iniziativa possa essere l’occasione per sistemare “la situazione disastrosa di Viareggio Porto Spa”. Ha replicato Alberici: “ho sentito parlare più di preoccupazioni che di accoglienza, questo mi spiace. Dovremmo dire per prima cosa che se si fa l’evento siamo contenti, poi certo c’è quello che succede da qui alla data, ma siamo già al lavoro da settimane e i problemi mi sembrano normali”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare