Home > Comunicazione > Press Mare > Anteprima a Cannes: Ferretti 450

Anteprima a Cannes: Ferretti 450

 Stampa articolo
Ferretti 450
Ferretti 450

Sono numerose le novità che il Gruppo Ferretti introduce al salone di Cannes, ma abbiamo scelto di parlare del Ferretti 450 in quanto segna il ritorno del cantiere forlivese nel segmento al di sotto dei 50’. Le altre novità sono la Ferretti Yachts 850, Riva Rivamare, Navetta 37 Custom Line, Pershing 5x.

Uno yacht importante per contenuti e per scelte strategiche del Gruppo, per i primi perché si tratta di un 45’ con materiali e qualità costruttiva tipici degli yacht di maggiori dimensioni del cantiere, per le seconde perché proietta nuovamente il Gruppo Ferretti tra i produttori di barche che non siano dedicate a un segmento esclusivo.

Partiamo dal progetto, molto curato in ogni dettaglio di natura tecnica dal Dipartimento Engineering del Gruppo e progettato sia negli interni sia negli esterni dallo Studio Zuccon International Project. Per quanto riguarda il design merita subito una nota la distribuzione degli spazi, in particolare quelli all’aperto, che beneficiano del fly il cui disegno contribuisce a dare enfasi alla personalità dell’intero profilo. Oltre questo ampio spazio da godere all’aria aperta troviamo il pozzetto, poi la prua dello yacht con un grande prendisole posizionato sulla tuga.

Per quanto riguarda le cabine, tutte come di consueto realizzate sul ponte inferiore, questa prima unità esposta a Cannes ne ha tre, di cui l’armatoriale a tutto baglio con letto centrale, divano sulla dritta, armadi e bagno privato con doccia separata. Oltre la suite armatore c’è la VIP che condivide la qualità degli allestimenti ed è situata all’estremità prodiera, poi la cabina ospiti con letti a castello sulla dritta. Le due cabine dedicate agli ospiti condividono un bagno con doccia separata che può essere utilizzato anche come day toilet.

Se si tiene conto delle dimensioni totali del mezzo il risultato ottenuto è davvero importante in termini di spazi e loro suddivisione. Del resto lo Studio Zuccon ha già più volte dimostrato di saper esprimere al meglio la sua grande esperienza e la competenza di tutte le figure che lo compongono.

Per quanto riguarda gli impianti e le attenzioni al comfort derivate da scelte progettuali e costruttive tese all’abbattimento dei rumori e delle vibrazioni, osserviamo che Ferretti anche a bordo di questo bel 45’ ha riservato le attenzioni che è solito dedicare a barche ben più importanti in termini dimensionali. A Cannes, durante le giornate di salone, avremo modo di provarla e ve ne renderemo conto con un articolo dedicato, ma abbiamo già avuto modo di analizzare i documenti disponibili e questi ci parlano di un mezzo con contenuti tecnici importanti.

Per quanto riguarda la motorizzazione la barca che proveremo a Cannes è equipaggiata con due Cummins ASB 6.7, che possono essere scelti da 425 oppure da 485 HP. Con la motorizzazione più potente il cantiere assicura prestazioni come 31 nodi di velocità massima e 27 di crociera. Tra le innovazioni che il nuovo Ferretti 450 porta con sé anche la presenza di un joystick di manovra che agevola la conduzione del mezzo in acque ristrette anche a piloti con poca esperienza, oppure, offre standard di sicurezza maggiori a quelli già navigati.

 

Al termine del salone di Cannes pubblicheremo il nostro test con i dati rilevati durante la  navigazione.

Le ultime notizie di oggi