Provato per voi nuovo AQA 35

Provato per voi nuovo AQA 35

Close

Come avevamo anticipato ai nostri lettori vi proponiamo il test del nuovo AQA 35, barca che dal punto di vista tecnico aggiunge poco a quanto avevamo già visto lo scorso anno al salone di Genova, ma che trova negli allestimenti di coperta le vere novità.

advertising

Va innanzi tutto detto che oggi in mare a causa dell’elevato traffico di barche e navi qui nel golfo tra Ramazzino e Porto Rotondo non siamo riusciti a prendere tutti i giri, dunque, la velocità massima che nei giorni scorsi avevamo registrato in oltre 41 nodi. Ci siamo fermati a 38,4, poi grosse onde di scia di mezzi di grandi dimensioni e il traffico ci hanno impedito di spingerci oltre, ma quello che ci piace segnalare è che alla velocità di crociera di 30 nodi l’assetto è davvero perfetto, la barca asciutta e il confort a bordo totale. Lo scafo non ha bisogno di tante presentazioni, si tratta di linee d’acqua sviluppate tanti anni addietro che seppur ritoccate mantengono quell’immutato valore nautico che le ha sempre caratterizzate. Quello che il cantiere è riuscito a fare è stato curare la disposizione dei pesi per garantire un assetto corretto e ottenere prestazioni adeguate al tipo di mezzo, il tutto con consumi relativamente contenuti, si consideri che a 30 nodi il consumo totale è di circa 70 l/h.

Le nostre impressioni sono positive per il comportamento in mare che risulta sempre corretto, lo scafo assorbe bene gli impatti con l’onda e non restituisce mai colpi esagerati, dunque, la sua conduzione è alla portata anche di piloti poco esperti. La manovrabilità, come si conviene a mezzi dotati di motorizzazioni EFB è sempre molto elevata, anche accostando a oltre 25 nodi la barca non si scompone in modo esagerato e si riesce a governare senza difficoltà. Le manovre in acque ristrette sono altresì semplificate dalla gestione elettronica delle manette Volvo Penta, precise e molto facilmente modulabili, inoltre, l’esemplare da noi provato è anche dotato di elica di prua.

La barca provata in questa occasione è dotata del sistema integrato Garmin-Volvo Penta, grazie al quale sul monitor oltre a poter avere a disposizione una cartografia molto leggibile e facilmente gestibile si possono sovrapporre i dati provenienti dalle macchine per avere il totale controllo dello stato di navigazione. Anche in questo caso la gestione dell’impianto elettronico è semplice, intuitiva e molto efficace per offrire al pilota un quadro chiaro sullo stato degli impianti durante la navigazione.

Un dato per noi molto importante è la velocità minima di planata, che in questo caso si attesta su 12 nodi a un regime di circa 1700 giri/min., il che significa una navigazione particolarmente comoda con consumi molto contenuti, l’ideale per approcciare verso la baia dove trascorrere la giornata o per fare rientro senza fretta.

Questo genere di barche è sempre stato molto apprezzato dai diportisti italiani, il mercato oggi non propone tante alternative e quando lo fa si parla di mezzi importanti in termini di costo e gestione. AQA 35 a nostro avviso è un eccellente esempio di come si possa proporre un mezzo alla portata di molti, magari di un diportista che sente il bisogno di passare da un walk around a un cabinato tanto per fare un esempio, senza per questo dover affrontare costi troppo elevati. La barca che abbiamo provato oggi è arrivata dalla costa laziale qui in Sardegna a una media di circa 30 nodi, facendo registrare consumi moderati e soprattutto non sottoponendo l’equipaggio a stress da sollecitazioni esasperate. Dunque, pur con la sua unica cabina e il suo unico bagno e due ulteriori letti ricavabili dalla trasformazione della dinette, l’AQA 35 è una barca con la quale si può serenamente affrontare una crociera in coppia.

Dinette e cucina a centro barca sono ben dimensionate e soprattutto allestite con cura, ma il punto forte di questa barca è sicuramente l’area all’esterno, dalla grande plancia poppiera al prendisole dotato di cuscinerie mobili con sistemi di aggancio, dalla dinette sulla sinistra alla plancia sulla dritta completa di tutto quello che serve per affrontare in sicurezza la navigazione. Tanto spazio, tanto comfort, anche quando come oggi, si esce in mare in sette adulti. Dulcis in fundo la possibilità di immatricolarlo come natante, il che semplifica e non di poco, la gestione.

Di seguito vi proponiamo la tabella dei dati rilevati in navigazione, rammentando che manca il dato di velocità massima a 3.600 giri/min. in quanto impossibilitati a raggiungerlo per le ragioni che vi abbiamo illustrato in precedenza.

 

Test AQA 35

Motorizzazione della prova: 2x370 HP Volvo Penta D6 con trasmissione EFB

Vento: 12 nodi da SE – Mare 2 più moto ondoso generato da numerosi mezzi in transito

Persone a bordo: 7

Carburante imbarcato: litri 300 circa

Acqua: litri 130 circa

 

Giri           velocità

600          4,3

1.000       7,6

1.500       9,4

2.000       13,4

2.500       23,5

3.000       33,5

3.400       38,4

 

Scheda tecnica

Lunghezza f.t. m 11,90 – lunghezza di omologazione m 9.90 – larghezza massima m 3,90 – motorizzazione massima 2x400 HP – trasmissione EFB – cabine 1 (a prua) – posti letto totali 2+2 in dinette – bagni 1 – portata persone 10 – riserva carburante litri 820 – riserva acqua litri 400 – pescaggio m 0.90 – categoria di progettazione CE B.