Home > Comunicazione > Press Mare > Bandiere del gusto

Tag in evidenza:

Bandiere del gusto

 Stampa articolo
Assegnate le Bandiere del gusto 2016
Assegnate le Bandiere del gusto 2016

Le coste italiane per la vivacità mediterranea della loro gente e bellezza dei territori sono una delle maggiori ricchezze nazionali. Basterebbe appena curarle per stimolarne il loro richiamo turistico e ottenere, attraverso l’iniziativa privata, un balzo in avanti del PIL italiano. E non a caso alle sue regioni sono state assegnate da Coldiretti le bandiere del gusto 2016, che premiano il patrimonio di specialità regionali presenti sul territorio. In testa abbiamo trovato la Campania (486) e nell’ordine Toscana (460), Lazio (396), Emilia-Romagna (387), Veneto (378), Liguria (294), Calabria (269), Puglia (251), Sicilia (242) e Sardegna (189), con l’eccezione del Piemonte (336), sesto, e della Lombardia (247), nona, poi tutte le altre con coefficienti sempre minori. Questa classifica si aggiorna di anno in anno e trova riscontro nella crescita tendenziale dell’agroalimentare made in Italy, che va forte a tavola specie negli Usa (+6,5%) e in Russia (+11,5%), ma anche nell’UE (+13,6%) ed è lanciato verso un nuovo importante record annuale di esportazione. La terra che ha dovuto cedere il passo all’industria sta prendendo la sua rivincita. E’ stata presentata inoltre l’indagine Coldiretti "Vacanze Made in Italy" sul richiamo turistico che tante specialità rappresentano e come possono esse influire sulle scelte dei turisti italiani ed esteri nel venire in vacanza da noi o andare altrove. Non a caso quel progetto di rilancio delle coste da noi richiesto deve comprendere anche lo sviluppo di coltivazioni costiere, di terrazzamenti, di serre, di vivai che possano farle tornare verdi e attraenti.

advertising

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare