Home > Comunicazione > Press Mare > In diretta da MonteNapoleone Yacht Club, le prime dichiarazioni

In diretta da MonteNapoleone Yacht Club, le prime dichiarazioni

 Stampa articolo
Un'immagine della conferenza in corso a Milano
Un'immagine della conferenza in corso a Milano

In diretta da via Montenapoleone dove il presidente dell'omonima associazione, Guglielmo Miani, ha convocato la stampa per parlare di Nautica. Manca (Corriere della Sera): "la nautica deve fare sistema per raggiungere la percezione pubblica che hanno altri settori made in Italy". Demaria "il percepito sta cambiando in Italia, piu che la crisi abbiamo subito le scelte politiche, perche' la nautica era considerata una nicchia. Questo percepito pericolosissimo lo abbiamo cambiato. Ora c'e' un dialogo con istituzioni e con l'esecutivo, siamo stati ospitati dalle due Camere per parlare di sviuluppo del turismo nautico. Questo e' piu' importante dei singoli provvedimenti ottenuti e anche della legge delega di riforma del codice dell nautica, dove Ucina e' impegnata in tutti i 12 tavoli tecnici che stanno scrivendo i decreti attuativi per portare le istanze di tutte le imprese".  Tacoli "le barche sono design, i loro armadi sono moda, le loro cucine sono food, quindi un grande contenitore di Italia. Per questo Nautica Italiana ha scelto un posizionamento top, speriamo che anche questo aiuti il percepito".  Ferragamo "aggiungerei che siamo stati i benefattori del Mediterraneo, cui in passato abbiamo regalato centinaia, migliaia di barche. Questo governo e' molto piu' attento, come diceva la presidente Demaria. Per sollecitare ulteriormente questa attenzione credo che dobbiamo parlare di turismo costiero, il cui indotto e' enorme". Miani "il piacere di avervi qui e' perche' la nautica per me e' passione, ma anche business, poi ci sono dei brand del lusso, che noi interpretiamo, che sono molto vicini al mondo del mare".