Home > Comunicazione > Press Mare > Vela: le barche delle Louis Vuitton America’s Cup World Series

Vela: le barche delle Louis Vuitton America’s Cup World Series

 Stampa articolo
Gli AC45, i catamarani delle Louis Vuitton America’s Cup World Series
Gli AC45, i catamarani delle Louis Vuitton America’s Cup World Series

La formula dell’America’s Cup di questi anni è attraente sia per il pubblico da casa sia per chi sta sul campo di regata, in virtù dei multiscafi full foiling utilizzati per regatare. Barche volanti, per intenderci, letteralmente in grado di sollevarsi dall’acqua tipo gli aliscafi.

Gli AC45 piedi delle regate del circuito delle Challenge Series, propedeutico alle finali del 2017, sono catamarani di 45 piedi, circa 14 metri, evoluzione degli AC45 della precedente edizione, e sono monotipo, cioè uguali per tutti. Una formula che contiene i costi per i team partecipanti, almeno cerca, e che oltre a premiare skipper ed equipaggio, per la tattica e per la loro bravura di velisti, mette in risalto le capacità degli uomini di integrarsi con le barche, di saper tirare fuori il meglio dal materiale a disposizione.

Negli AC45 un’ala sostituisce il tradizionale albero e la randa. Alta 21,50 metri ha una superficie di 85 mq ed è costituita da un elemento anteriore e tre flap. L’elemento anteriore a sua volta è formato da una componente strutturale (lo spar) e da una superficie aerodinamica. In navigazione l'ala viene gestita in modo analogo a una vela tradizionale: una scotta principale regola l'angolo d’incidenza, mentre tramite un sistema di controllo meccanico si possono modificare la profondità (camber) e lo svergolamento relativo fra i tre flap (W2 Twist). 

I Foil sono le appendici immerse dei catamarani, derive e timoni. Le derive hanno una forma a “L” e, in assetto foiling, la maggior parte del peso della barca viene sostenuto dalla parte orizzontale; l’equilibrio è mantenuto grazie a un sistema di controllo capace di piccole rotazioni relative fra scafo e deriva. Anche i timoni, con la loro forma a T rovesciata, hanno una funzione sostentatrice e, quando il catamarano naviga con gli scafi fuori dall’acqua, contribuiscono a mantenere l’equilibrio degli scafi sulle tre piccole superfici orizzontali che restano immerse: la deriva sottovento e le due estremità dei timoni.

L’equipaggio

L’equipaggio degli AC45 è composto da 5 persone, con i seguenti ruoli: timoniere: timona il catamarano e regola l’inclinazione longitudinale dei foil - trimmer dell’ala: regola l’ala intervenendo sull’angolazione dei flap - grinder: affianca il trimmer dell’ala manovrando i winch - trimmer del fiocco: regola le vele di prua - pitman/prodiere: regola i foil in navigazione e assiste il trimmer del fiocco nelle manovre

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare