Home > Comunicazione > Press Mare > Nautica: presentato a Cannes il nuovo CCN 35m

Nautica: presentato a Cannes il nuovo CCN 35m

 Stampa articolo
CCN Navetta 35-1
CCN Navetta 35-1

Questa mattina si è svolta a Cannes la conferenza stampa di Cerri Cantieri Navali, nel corso della quale il management dell'azienda e l'arch. Tommaso Spadolini hanno illustrato il rinnovamento della gamma Cerri e soprattutto, nel dettaglio, il progetto del CCN 35m.

Di seguito vi proponiamo il testo della comunicazione ufficiale del cantiere in merito a questa interessante nave da diporto, che porta con sè contenuti interessanti soprattutto per quanto riguarda l'abitabilità degli spazi interni ed esterni.

CCN 35m: il “piccolo Megayacht”

Dalla penna dell’architetto Tommaso Spadolini e dell’ufficio tecnico del cantiere CCN nasce il “piccolo Megayacht”: una linea di dislocanti in acciaio e alluminio o totalmente in alluminio, ultima novità in casa CCN.

Lo spunto per il progetto nasce dall’incontro con un armatore tedesco, desideroso di ritrovare in un’imbarcazione di dimensioni più contenute lo stesso comfort del suo megayacht di 42m: “una vera e propria sfida”, come la definisce lo stesso architetto Spadolini, “per un diverso modo di vivere la vita a bordo, a vantaggio di una più facile gestione del mezzo ed un maggior contatto con il mare”. Il risultato ha visto la traduzione degli spazi e dei volumi, che solitamente caratterizzano navi più grandi in un’imbarcazione di 35m - dai percorsi separati per ospiti ed equipaggio, ai volumi dei suoi ambienti. Questi elementi conferiscono a CCN 35 una forte unicità.

Inusuale per imbarcazioni di queste dimensioni è, infatti, la suddivisione delle aree interne, che dedica il ponte principale interamente agli ospiti garantendo loro comfort e vista panoramica. Qui trovano posto la grande cabina dell’armatore e due cabine Vip, mentre altre due cabine ospiti sono situate a centro nave nel ponte inferiore con scala separata, per un totale di 10 posti letto.

Sempre sul ponte inferiore si trova la zona equipaggio, ampia e comoda, che include due cabine doppie, galley con zona separata per evitare la diffusione di odori e fumi, crew mess, lavanderia e cold room - come nelle imbarcazioni di maggiori dimensioni. Un ingresso laterale, all’altezza della linea di galleggiamento permette l’accesso di servizio con il dinghy.

Il comandante trova posto sull’upper deck, alle spalle della timoneria. Qui un ampio sky lounge di ca. 40mq ospita una confortevole zona conversazione e un’area pranzo interna, che permette di accogliere fino a 10 commensali, mentre l’area esterna a poppa è arredata con divani strutturali ed un tavolo per 8 persone.

Degno di nota anche lo studio della luce degli ambienti, molto luminosi grazie alle ampie finestrature e alla presenza di un “lucernaio” centrale posto sul fly deck, che rischiara entrambi i ponti grazie ad un oblò apribile a centro barca, che dal ponte principale si affaccia sul ponte inferiore.

Il ponte sole di 34mq è interamente dedicato alla vita all’aria aperta: cuscinerie, zona prendisole e barbecue animano questo spazio, predisposto anche per ospitare una vasca idromassaggio opzionale. Anche a prua trova posto un’area polifunzionale con una seconda zona prendisole.

La prua dritta garantisce maggior lunghezza al galleggiamento, così da permettere all’imbarcazione di raggiungere una velocità massima di 15 nodi ed una di crociera di 12 nodi, grazie a 2 motori CAT C32 .

Il tender di 5,40m trova alloggio in posizione trasversale con uscita sulla fiancata di dritta.

Filosofia simile anche per la sistership più piccola - di 27 metri - costruita in alluminio. Il wide body garantisce ampio spazio al salone, di circa 40mq, con ampie vetrate a tutta altezza che garantiscono grande luminosità alla zona giorno, che prevede un’area conversazione e una zona pranzo. Sul ponte principale si trova una spaziosa cucina, dalla quale si accede alla zona equipaggio, mentre su ambedue i lati, possiamo trovare due balconi interni utilizzabili in navigazione. Il layout della zona notte è standard, con cabina armatore sul ponte principale e la zona ospiti sul ponte inferiore. L’upper deck prevede una grande terrazza a poppa con divani strutturali e area pranzo, mentre una comoda zona giorno occupa lo spazio interno alle spalle della timoneria. Interamente dedicato al prendisole il flybridge.

Per entrambi i modelli è prevista come optional la propulsione ibrida.