Home > Comunicazione > Press Mare > DL Yachts: dopo il varo del nuovo 34m è la volta del 26/02

DL Yachts: dopo il varo del nuovo 34m è la volta del 26/02

 Stampa articolo
Dreamline 2602
Dreamline 2602

DL Yachts Dreamline in questi giorni sta portando a termine le fasi finali del varo della seconda unità di 26m, dopo poche settimane dal varo della prima unità della serie di 34m.

Il cantiere di Fano sta vivendo una stagione molto intensa e importante, nella quale ha ricevuto nuovi ordini mentre è in trattativa per nuove imbarcazioni anche di serie non ancora prodotte.

Attualmente la gamma di unità già varate dal cantiere italiano con DL Yacths si compone dei due esemplari di Dreamline 26M e del 34M, al quale faranno seguito nuovi esemplari in corso di trattativa. La fortunata serie di 26M con la quale il cantiere ha fatto il suo esordio lo scorso anno a Cannes, riscuotendo un immediato successo sia dalla critica della stampa specializzata sia dal pubblico, è già arrivata a quota cinque ordini, dunque, dopo il varo della 26/02 altre tre unità prenderanno vita dal cantiere che nel frattempo è impegnato con lo sviluppo degli altri modelli della gamma sviluppati sempre da Arrabito Naval Architects per quanto riguarda l'ingegneria navale e Team 4 Design di Enrico Gobbi per quanto riguarda il concept e lo sviluppo delle linee esterne e della compartimentazione. Naturalmente si tratta di yacht sui quali l'armatore ha facoltà di intervenire in modo totale per una personalizzazione dalla quale si possa arrivare allo yacht dei suoi desideri, ma il progetto di base è considerato da critica e armatori già un'ottima base dalla quale partire per personalizzare quei dettagli che fanno di uno yacht di queste dimensioni un custom vero.

I punti sui quali si fonda il successo del 26M presentato lo scorso anno e che sono stati ripresi anche sul recente 34m che sarà presentato a Cannes in anteprima mondiale, risiedono in un attento studio di idrodinamica dal quale derivano prestazioni elevate a fronte di consumi e dispendio di energia sempre contenuti, inoltre, in un attento studio di tutte le parti dello yacht per assicurare al suo armatore e agli ospiti sempre un elevato livello di confort e di privacy. Naturalmente il 34M offre maggiori possibilità di esprimere soprattutto i concetti legati alla disposizione degli spazi e al loro sfruttamento ideale, ma ciò nonostante il 26m ha sin da subito dimostrato di poter beneficiare dell'omologazione come imbarcazione a fronte di spazi e di soluzioni propri di navi ben più importanti in termini dimensionali. Un esempio ci è dato dalla suite armatore posizionata sul ponte principale e dotata di un'ampia visuale sull'orizzonte grazie alle finestrature perimetrali delle quali è dotata, inoltre, sul 34m questa area dello yacht ha anche a disposizione una zona relax all'aperto a uso eslusivo dell'armatore, che la può raggiungere direttamente dalla sua suite mediante un passaggio dedicato e dunque, nella massima privacy.

Il fondatore del cantiere, l'Ing. Peter Zuber, ha sviluppato su ogni unità molti dettagli che permettono di interpretare aree specifiche dello yacht in modo nuovo, questo lo ritroviamo nella presenza di balconcini solitamente dedicati a barche più grandi, la plancia esterna del 34m dotata di stazione di governo movimentabile verso l'esterno per garantire al comandante ottima visibilità durante le manovre in acque ristrette, passerelle in grado di adattarsi a banchine di diverse altezze offrendo sempre passaggi sicuri anche se si è limitati nelle abilità motorie, insomma, navi pensate per essere vissute sempre e comunque in totale sicurezza e confort.

A proposito di sicurezza va sottolineata una caratteristica propria di questo cantiere, che è quella di realizzare le sue navi con sistemi e impianti ridondanti come sulle navi commerciali e sistemi di bypass dai quali deriva la possibilità di escludere eventuali impianti in avaria potendo fare rientro al porto senza nemmeno accorgersi del guasto qualora questo si verifichi. Tutto a bordo di uno yacht Dreamline è concepito per offrire all'armatore la sensazione di essere a bordo di uno yacht dal quale ricevere solo il piacere di navigare e vivere il mare potendolo ammirare sempre, anche quando si sta comodamente seduti nel salone, in quanto le ampie finestrature e le attenzioni strutturali del ponte principale garantiscono sempre la vista sul mare ritenuta dai progettisti irrinunciabile.

Vi aggiorneremo sullo sviluppo della gamma, sappiamo già che si sarà presto una novità da annunciare ma ci dicono che è ancora presto per darne conferma, quindi aspettiamo fiduciosi che presto potremo presentarvi un nuovo modello che si aggiugnerà al felice 26m, del quale ricordiamo sono già 5 le unità acquistate e in corso di costruzione, delle quali due praticamente già consegnate, e al nuovo 34m che siamo certi farà parlare di sè al prossimo salone di Cannes proprio perchè è capace di amplificare tutti i concetti che hanno reso famoso il 26m.

Per ora vi offriamo qualche immagine dell'uscita dal cantiere dell'unità 26/02, speriamo di aggiornarvi presto sullo sviluppo della gamma.

Per ulteriori dettagli sulla gamma DL Yachts Dreamline è possibile visitare il sito web www.dlyachtsdreamline.com