Home > Comunicazione > Press Mare > Infiniti Yachts e Farr Yacht Design per la vela del futuro

Infiniti Yachts e Farr Yacht Design per la vela del futuro

 Stampa articolo
Infiniti Yachts
Infiniti Yachts

Infiniti Yachts e Dynamic Stability System DSS hanno stretto un accordo di collaborazione con Farr Yacht Design per il progetto del nuovo scafo da regata Infinity 53. I lavori di progettazione e tutto il materiale utile per l’avvio della costruzione sta procedendo velocemente per garantire l’avvio della produzione il prossimo autunno.
 

La partnership tra le due aziende si tradurrà in un significativo incremento delle prestazioni di questo yacht di 50’. L’Infiniti 53, equipaggiato con la tecnologia DSS, sarà in grado di assicurare elevate performance in un’ampia gamma di condizioni, capace di esprimersi al meglio sia nelle regate inshore sia in quelle offshore.

Il sistema DSS consiste in un foil retrattile che è stato sviluppato per essere efficace sul lato sottovento. Questo foil crea una spinta verso l’alto incrementando in modo importante il momento raddrizzante, come se si aggiungesse peso alla chiglia o si portasse l’equipaggio “fuori con i pesi”. La tecnologia è stata creata dal designer inglese Hugh Welbourn ed è stata sviluppata per più di dieci anni.

Il sistema DSS è in grado di incrementare le performance di uno yacht a vela a tutte le andature e in qualsiasi condizione meteo, in quanto il suo funzionamento è dinamico e dunque, si adatta alle esigenze del momento. Più il vento è forte, più lo yacht è veloce e dunque maggiore è la spinta generata dal foil DSS, ottenendo come risultato il raddrizzamento. Con poca aria invece, il foil è semplicemente retratto lasciando la carena pulita e per questo in condizioni di esprimersi al meglio. Queste caratteristiche di adattabilità alle condizioni permettono al sistema DSS di garantire ottime performance sia con venti leggeri sia in condizioni molto più impegnative.

Utilizzare un sistema DSS riduce anche il dislocamento dell’imbarcazione, di conseguenza la sua resistenza idrodinamica riducendo anche la tendenza al beccheggio.

Farr Yacht Design è molto soddisfatto dei vantaggi in termini di performance offerte dal sistema DSS e si dice convinta che questo progetto porterà benefici a entrambe le aziende. Farr Yacht Design ha anche progettato un nuovo yacht dotato di canting keel tipo IMOCA 60s, dotato di foils che incrementano la portanza dunque, la spinta verticale.

Britton Ward, vice presidente e senior Naval Architect ha spiegato: “Credo che Gordon Kay e Hugh Welbourn (Infiniti Yachts) abbiano da fare un sacco di compiti a casa. Noi vogliamo essere all’avanguardia con ciò che offriamo ai nostri clienti in termini di design, dunque, questa opportunità offerta dal sistema DSS pone le basi per una collaborazione tra noi molto importante.”

Ward ha calcolato che l’installazione del DSS, soprattutto alle andature portanti, può offrire un incremento delle performance nell’ordine del 15-20% riducendo anche l’angolo di sbandamento.

“Vediamo il mondo allo stesso modo” – Ha dichiarato Ward a proposito dell’accordo tra le due aziende – “pensiamo che ci sia la richiesta e la necessità per soluzioni in grado di offrire performance elevate a prezzi ragionevoli. Credo che entrambe le aziende stiano mettendo molto sul tavolo. Noi possiamo offrire ai nostri clienti la tecnologia DSS, così come possiamo installarlo come retrofit e non solo sulle nuove costruzioni. Questo ci permette anche di offrire il nostro contributo a DSS e al suo sviluppo.”

Installare un sistema DSS offre sicuramente un importante incremento delle performance e questo si apprezza tanto sugli scafi da regata quanto su quelli da crociera veloce. Molti yacht impegnati in regate d’altura internazionali stanno già utilizzando il sistema DSS, tra questi il pluricampione  alla Rolex Sydney Hobart Yacht Race, Wild Oats XI e la nuova serie di Quant Boats in Svizzera.

L’azienda Infiniti, con base a Monaco, ha già costruito due modelli dotati di questa tecnologia, il 36 GT e il 46R. Attualmente sono due gli Infinity 36 GT varati e che stanno navigando, mentre il 46R sarà varato entro la fine dell’anno e il suo debutto è previsto in novembre durante la RORC Transatlantic Race. Attualmente questo yacht veloce e dotato di DSS è in costruzione presso il cantiere turco URSA Shipyard, vicino Istanbul. Il progetto prevede una canting keel e superfici canard. Questo modello è anche disponibile con chiglia fissa, per soddisfare le esigenze di clienti aventi obiettivi differenti nell’utilizzo della barca. Come da richiesta di molti armatori, lo yacht è stato ottimizzato per essere condotto da un equipaggio ridotto, sei persone sono sufficienti infatti, a governare questa barca sportiva senza per questo dover rinunciare alle performance.

Entrambi i modelli 36 GT e 46R sono stati disegnati da Hugh Welbourn, l’infiniti 53 sarà invece progettato da Farr Yacht Design ma porterà con sé comunque 12 anni di esperienza di Welbourn e i risultati della ricerca e dello sviluppo ottenuti con il sistema DSS.

L’Infiniti 53 sarà una versione più larga e moderna del progetto di Farr Cookson 50. Dalla sua presentazione nel 2003, il Cookson 50 ha dimostrato di essere un imbattibile combinazione di valore e performance, vincendo regate e piazzandosi in tutti i maggiori appuntamenti agonistici della vela sportiva internazionale.

Farr Yacht Design ha sviluppato una chiglia con un pescaggio decisamente ridotti per questo Infiniti 53, che può offrire prestazioni elevate anche in condizioni di vento leggero pur avendo il giusto bilanciamento e la stabilità dinamica offerta dal foil  per ottenere prestazioni da record con venti moderati e forti. Visto il peso contenuto e le elevate velocità alle quali questo scafo è in grado di navigare, per supportare tutto questo il progetto prevede una larghezza elevata rispetto a barche di pari dimensioni ma meno performanti, così come la chiglia è stata ottimizzata per garantire la massima manovrabilità a tutte le andature e assicurare al contempo stabilità. La struttura primaria è in carbonio e materiali compositi in grado di assicurare la giusta robustezza strutturale a fronte di pesi contenuti.

Il nuovo 53’ sembra essere progettato intorno al foil. Farr Yacht Design sottoscrive la filosofia di Jugh Welbourn che ritiene la presenza del DSS capace di offrire a uno yacht a vela grandi prestazioni a fronte di volumi di carena contenuti e anche una bulbo più piccolo e leggero.

Gordona Kay, CEO di Infiniti Yachts, ha commentato: “Siamo lieti di essere partner del team Farr Yacht Design; i nostri interessi sono totalmente allineati e siamo stati veramente impressionati dalla loro visione e dalla passione che hanno messo in questa partnership. L’Infiniti 53 porterà la progettazione degli scafi nel range dei 50’ un passo avanti per prestazioni, e con il primo Infiniti 46 che vareremo a fine anno, i nostri clienti avranno una gamma nella quale scegliere il loro yacht del futuro.”